Inaugurata oggi Smau Firenze. Sul podio startup e comuni del territorio

Il convegno “Innovare per crescere: politiche pubbliche per lo sviluppo e l’innovazione”, insieme al Premio startup e al Premio Smart Communities aprono questa edizione di Smau Firenze e Toscana Technologica. Comune di Firenze, PromoFirenze, Comune di Montepulciano, Comune di Pantelleria, Comune di Gangi, Parco della Murgia vincono il premio Smart Communities Le startup Energysolving, Quipu e Xoonia vincono il Premio Startup mentre Youtooscany vince il premio Speciale La Nazione

Si è aperta oggi con l’evento “Innovare per crescere: politiche pubbliche per lo sviluppo e l’innovazione” la seconda edizione di Smau Firenze e Toscana Technologica, che, fino a domani presenterà agli oltre 3.000 visitatori, che varcheranno le soglie del Padiglione Spadolini di Fortezza da Basso, oltre 100 novità in ambito digital, raccontate dai grandi protagonisti del settore come Aruba, Clouditalia, Google, HP, Microsoft, Telecom Italia|TIM e Zucchetti, più di 60 startup e 70 workshop.

L’evento inaugurale iniziato alle ore 11.00, presso la Sala 1 dell’attico del Padiglione Spadolini ha visto Regione Toscana, assieme a Smau fare il punto sulla importanza crescente delle risorse europee a supporto dell’innovazione, sui risultati ottenuti e sulle attività di programmazione nazionale. La riflessione si integra con la necessità di trovare nuove soluzioni sostenibili anche dal punto di vista economico, che veda i comuni protagonisti attivi nell’erogazione di servizi tradizionali e innovativi ai cittadini e alle imprese, anche in logica Smart City e Smart Communities, che può diventare motore di crescita e sviluppo delle Piccole e Medie Imprese e Startup e, al tempo stesso, rappresentare un’ottima occasione di promozione del proprio territorio.

Durante la mattinata quindi sono stati messi a confronto risultati, strumenti di policy e sistemi di conoscenza e sviluppo e dall’altro è stato dato risalto, attraverso la consegna di due premi alle startup già pronte per supportare l’innovazione delle aziende mature e degli enti locali e alcune realtà del territorio che si sono distinte per la realizzazione di progetti di sviluppo delle città intelligenti.

L’evento ha visto la partecipazione tra gli altri, di Pierantonio Macola, Presidente di Smau, il quale, nell’aprire il dibattito ha affermato “In un contesto competitivo in grande trasformazione, le aziende dei nostri territori, PMI in primis, si trovano di fronte a due fenomeni emergenti che pongono loro una serie di nuove opportunità di sviluppo che è necessario saper cogliere nel modo corretto. Il primo è il fenomeno dell’Open Innovation: per rispondere adeguatamente ai bisogni di innovazione, ricerca e sviluppo delle nostre imprese è necessario facilitare le relazioni dirette con i nuovi protagonisti di questo ambito: startup, acceleratori, centri di ricerca, incubatori, spazi di co-working, ecc. In particolare, le startup e il relativo ecosistema di riferimento non vanno considerati un ‘settore’ della nostra economia, ma dei potenti ‘agenti di innovazione’ a disposizione delle imprese esistenti; per molte imprese questo approccio è già una realtà, ora tocca anche alle altre poter cogliere questa occasione. Il secondo fenomeno è quello della Digital Trasformation: il digitale non è più un tema specifico di una figura all’interno delle organizzazioni (come ad esempio dell’IT Manager), ma impatta oggi su tutte le funzioni e i processi aziendali. E’ necessario quindi ripensare tutte le dimensioni del proprio business per renderlo più competitivo e più aderente alle aspettative del proprio mercato grazie alle moderne tecnologie digitali.”

Leggi anche:  Lutech acquisisce Telesio Systems

Successivamente, dopo lo speed pitching in cui una selezione di startup e aziende si sono presentate in 90 secondi al pubblico in sala, si è passati alla consegna del premio alle startup che hanno mostrato di essere più pronte per supportare l’innovazione delle imprese mature: Energysolving, startup di ’Incubatore di Firenze e CCIAA di Prato che offre soluzioni brevettate per il controllo ottimizzato del riscaldamento in qualsiasi tipologia di edificio; Quipu, startup di Pisa che sviluppa una nuova generazione di sistemi ecografici basati su applicazioni software. La startup punta a creare dispositivi costituiti da uno scanner ecografico, un PC / tablet ed un software basato su applicazioni rendendo l’ecografia più semplice ed accelerando il processo di innovazione; Xoonia, startup di Milano che ha presentato, tra le altre cose, il camerino virtuale: attraverso un display dotato di un software il cliente può selezionare i capi da provare. Il software rileva le dimensioni del cliente e simula così l’immagine del cliente con il capo indossato della taglia corretta.

In seguito Diego Casali della Redazione Centrale della Nazione ha consegnato il riconoscimento speciale della Nazione alla startup fiorentina Youtooscany la quale ha realizzato un portale per la valorizzazione e la promozione dell’offerta turistica “del territorio” delle colline intorno a Firenze, in una prospettiva integrata, esperienziale ed identitaria, attraverso il coinvolgimento degli attori locali e dei viaggiatori: i veri protagonisti dello sviluppo locale.

Successivamente si è passati alla tavola rotonda focalizzata sul tema centrale del convegno che ha visto la partecipazione di Carlo Sappino, Direttore Generale DG incentivi alle imprese, Ministero dello sviluppo economico Giorgio Martini, Agenzia per la Coesione Territoriale, Marco Mariani, Ricercatore Istituto regionale programmazione economica della  Toscana (IRPET), Albino Caporale, Coordinatore Area Industria, Artigianato Innovazione Tecnologica,  Regione Toscana, Sergio Puggelli, responsabile PAL Nord HP, Chiara Catalani, Responsabile Comunicazione Clouditalia.

Al termine l’assessore Stefano Ciuoffo, ha premiato i sei vincitori del Premio Smart Communities: il Comune di Firenze con l’app Museo del Novecento, PromoFirenze, Comune di Montepulciano, Comune di Pantelleria, Comune di Gangi, Parco della Murgia. L’assessore nel consegnare il riconoscimento alle aziende ha dichiarato “Questo appuntamento, che segna l’incontro tra imprese e pubblica amministrazione e che vede come elemento centrale l’innovazione, rappresenta un punto centrale delle strategie che la regione Toscana intende affrontare nella prossima legislatura. Molto è stato fatto nel passato e ne sono testimonianze i molti progetti che hanno visto lavorare fianco a fianco soggetti pubblici e privati grazie ai fondi sollecitati dalla Regione. Affinché si torni a recuperare competitività, gli enti pubblici, le Pubbliche Amministrazioni, come le aziende, devono dotarsi di strumenti diversi, è necessario lavorare con ciò che questo appuntamento mette in mostra: l’innovazione e il digitale. Bisogna imparare un linguaggio nuovo, implementarlo nelle nostre aziende e nelle nostre istituzioni. E’ un salto generazionale vero, dobbiamo imparare dai giovani e dobbiamo farlo ora, altrimenti il divario fra noi e le economie più competitive rischia di diventare incolmabile. Fortunatamente in Toscana l’iniziativa privata è particolarmente vivace e questo fa sì che i suoi imprenditori siano particolarmente aggressivi anche sui mercati internazionali, ma le istituzioni devono imparare ad essergli a fianco. Ancora manca questa cultura, ma le Pubbliche Amministrazioni devono mettersi in gioco per crescere insieme alle proprie imprese”.

Leggi anche:  Robert Vrčon è il nuovo Direttore Generale di Teorema Engineering

Durante i due giorni un susseguirsi di oltre 70 workshop ed incontri di networking accenderanno i riflettori sulle tematiche di maggiore attualità, come le misure messe in atto dal Programma Operativo Regionale FESR ed FSE, la creazione di impresa, la formazione e il lavoro, Horizon 2020, il progetto Open Toscana e la banda Ultralarga, il binomio cultura e innovazione e moda e innovazione – che prevede testimonianze di enti museali, artistici e culturali e di alcune prestigiose case di moda – il tema della prototipazione rapida, della stampa 3d e la cultura dei makers, la fabbrica intelligente e molto altro.

Domani la giornata si aprirà alle ore 11.00 con gli Stati Generali dell’Innovazione della Toscana: iniziative, risultati e protagonisti dello sviluppo innovativo della Regione, a cui parteciperanno Paolo Barberis, Consigliere per l’Innovazione, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Alberto Licciardello, Commissione Europea, DG Crescita, Unità politiche per l’innovazione e investimenti per la crescita, Angelita Luciani, Dirigente Settore Ricerca industriale, innovazione e trasferimento tecnologico, Regione Toscana, Gianni Potti, Presidente CNCT Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici, Antonio Grioli, Presidente del Comitato Direttivo Zucchetti, Stefano Sordi, Direttore Marketing Aruba, Stefano Mattevi, Responsabile Segment Marketing Business Telecom | TIM, Fabio Fregi, Italy Country Manager Google for Work.

Per rendere più efficace la visita in fiera di imprenditori e manager sarà presente lo Smau Discovery, un vero e proprio personal shopper di innovazione che, dopo aver analizzato esigenze di innovazione dei visitatori è in grado di elaborare un’agenda di incontri personalizzati durante la manifestazione. Presso Smau Discovery è inoltre possibile richiedere informazioni sui bandi e finanziamenti aperti a disposizione di imprese e startup, grazie alla presenza di personale qualificato di Warrant Group, realtà specializzata nel supportare le imprese in tutte le fasi di sviluppo del business: dalla delocalizzazione e internazionalizzazione al trasferimento tecnologico, dalla finanza agevolata e molto altro.

NEL DETTAGLIO I VINCITORI DEL PREMIO SMART COMMUNITIES

Gangi valorizza il centro storico, vendendo gli immobili a 1 euro

Attraverso un percorso di riqualificazione del patrimonio architettonico, storico e culturale, di salvaguardia dell’ambiente, di valorizzazione delle risorse agricole e zootecniche, di rilancio e di destagionalizzazione del turismo, il Comune di Gangi rappresenta un modello di sviluppo sostenibile e virtuoso. Il Comune ha deciso di far rinascere il centro storico vendendo gli immobili abbandonati a 1 euro. In questo modo ha riqualificato il borgo ricco di storia e arte per un giro di affari di 7 milioni di euro.

Pantelleria, laboratorio per le energie rinnovabili

Pantelleria si pone come un modello di produzione e gestione delle energie rinnovabili (da sole, vento e mare), replicabile in altri contesti analoghi, in Italia e in Europa. L’isola sta infatti sperimentando un modo innovativo per produrre energia:  il Comune, in collaborazione con il Politecnico di Torino, CNR ed ENEA, ha realizzato un sistema di produzione energetica  dalle onde del mare (primo nel Mediterraneo). E’ posizionato a 800 metri dalla costa. Questo primo prototipo ha una produttività stimata di 250 MWh/anno che è il fabbisogno di circa 90 famiglie.

Leggi anche:  Quando lo sviluppo professionale del singolo diventa il fattore chiave del successo collettivo: una sfida per l’HR

La cupola hi-tech del Brunelleschi

I_Dome: una cupola high tech portatile (alta 8,5 m e larga 6 m) che riproduce nella forma e nelle proporzioni architettoniche la Cupola del Brunelleschi, con materiali e tecniche contemporanee. I cittadini fiorentini e i turisti possono godere in maniera immediata e coinvolgente di questa installazione multimediale, acquisendo informazioni preziose per conoscere a fondo l’identità e la ricchezza della Città. I_Dome sarà anche un importante strumento innovativo per far conoscere ancor più Firenze nel mondo, portando la ‘Cupola del Brunelleschi’ in un viaggio itinerante che durerà cinque anni, fino a Expo Dubai 2020.

Firenze Guida Museo900: un’app per potenziare la visita ai musei

Grazie all’app guida del Museo del Novecento i visitatori hanno a disposizione una vera e propria esposizione virtuale di contenuti multimediali non visibili altrimenti. La quantità di materiali a disposizione è a dir poco massiva: 20.000 oggetti multimediali – testi, foto, audio e video – con traduzioni in sei lingue: il Museo del ‘900 si estende e si potenzia, permettendo una fruizione nuova alle risorse culturali, opportunità importante in una città come Firenze, nella quale la cultura è volano per lo sviluppo economico.

Videoguide LIS con sottotitoli e voce per il Parco della Murgia Materana

La creazione delle video guide per le visite nel Parco, unica esperienza di questo tipo sul territorio, non rappresenta solo la possibilità di rendere accessibili ai non udenti informazioni e contenuti per arricchire la visita al parco: la scelta dei sottotitoli e del commento voce, affiancati alla lingua dei segni sottolineano l’interesse e la volontà di creare un percorso inclusivo. Il servizio è fruibile da più utenti, in questo caso udenti e non udenti e non è esclusivamente dedicato ad una sola ‘categoria’. Una scelta importante anche nell’ottica del potenziamento dell’offerta turistica locale, in linea con la designazione della città di Matera come Capitale Europea della Cultura nel 2019.

Montepulciano, la Carbon Foot Print del Vino Nobile come fattore di sviluppo sostenibile del territorio

Coniugare difesa dell’ambiente, promozione della sostenibilità ambientale e sostegno delle produzioni vinicole di qualità consente di coinvolgere cittadini, aziende, servizi, enti pubblici, operatori turistici, culturali, dell’accoglienza in progetti integrati che hanno ricadute positive e di sviluppo per tutto il territorio.
Nello specifico il progetto di una piattaforma digitale per il calcolo della Carbon Foot Print, sperimentato a Montepulciano sul settore vinicolo,  può essere replicato in altri contesti e distretti produttivi: la sostenibilità ambientale diventa così un fattore di marketing, di sviluppo e di promozione territoriale e non (come spesso si sente dichiarare) un fattore frenante.