La Tiguan GTE Active Concept in anteprima mondiale al Salone di Detroit

La Tiguan GTE Active Concept in anteprima mondiale al Salone di Detroit

La concept car Volkswagen coniuga uno dei migliori sistemi di trazione integrale e la massima efficienza. Tiguan GTE Active Concept con nuovo sistema di infotainment a comando gestuale

Gli USA rappresentano il mercato più importante al mondo per i SUV; in nessun altro Paese questi versatili veicoli multiuso interpretano così fedelmente il modo di vivere l’automobile. E ora, in occasione del North American International Auto Show (NAIAS) di Detroit, nel Paese d’origine degli Sport Utility Vehicle, la Volkswagen presenta in anteprima mondiale la Tiguan GTE Active Concept, precursore di una generazione tutta nuova di SUV. Particolarmente innovativo risulta il motore 225 CV della Tiguan GTE Active Concept: un efficiente sistema ibrido plug-in con tre motori che fornisce potenza a tutte e quattro le ruote in modo automatico o semplicemente azionando l’apposito comando. Con questo prototipo la Volkswagen dimostra l’elevato potenziale dei sistemi ibridi plug-in. A bordo della Tiguan GTE Active Concept, l’avanguardia tecnologia del Marchio si esprime in forma di trazione integrale, assicurando al SUV straordinarie prestazioni offroad anche in modalità esclusivamente elettrica.

Nuovi SUV pronti al lancio. La concept car cinque posti si basa sulla Tiguan di seconda generazione completamente nuova. La Tiguan GTE Active Concept, forte di un sistema ibrido plug-in a trazione integrale e un sistema di infotainment anch’esso di nuovo sviluppo (touchscreen da 9,2 pollici a comando gestuale e con pregiata superficie in vetro), è un emblema dell’ampia dotazione tecnologica della nuova generazione di SUV. Negli USA il lancio sul mercato è previsto a partire dalla primavera del 2017 in una versione con passo lungo e sette posti. Per la Volkswagen, la nuova Tiguan segna l’inizio di un processo che prevede il lancio di nuovi SUV ed è soprattutto nel Nord America che la relativa gamma conoscerà un evidente ampliamento.

Emissioni zero in fase di avviamento. Dopo l’avviamento del motore, il prototipo funziona sempre in modalità esclusivamente elettrica (E-Mode) presentandosi come Zero Emission Vehicle. In condizioni normali è attiva la trazione posteriore. Non appena si presenta la possibilità di una perdita di trazione, il sistema attiva l’asse anteriore in poche frazioni di secondo. Lo stesso avviene quando il guidatore seleziona uno dei programmi di trazione integrale o Offroad tramite il 4Motion Active Control di nuova concezione appositamente configurato per il prototipo; anche in questo caso la Tiguan GTE Active Concept si avvia a trazione integrale e emissioni zero (ovviamente a condizione che la batteria sia sufficientemente carica). Questa Volkswagen percorre così fino a 32 km (20 miglia1) in modalità esclusivamente elettrica. L’autonomia complessiva (con 12,4 kWh di capacità della batteria e di 64 litri di capacità del serbatoio) è pari a 933 km (580 miglia).

Innovazione a 360°. La Volkswagen non si è limitata a una concezione innovativa della trazione ibrida plug-in ma ha riservato la stessa attenzione a design, package e dotazione tecnica del SUV. La Tiguan GTE Active Concept vanta un’estetica offroad che, unitamente a un’elegante precisione e perfezione a 360° e a proporzioni accattivanti, regala alla vettura indiscussa personalità. Come primo SUV realizzato sulla base del pianale modulare trasversale MQB, la Tiguan si distingue poi anche come ibrido
plug-in per uno sfruttamento ottimale dello spazio. Al pari della versione di serie della nuova generazione di SUV, anche la Tiguan GTE Active Concept è dotata poi di sistemi di sicurezza quali Front Assist con funzione di frenata di emergenza City e riconoscimento dei pedoni, cofano motore attivo, Lane Assist e frenata anti collisione multipla. Un ulteriore highlight del prototipo è rappresentato dal sistema di infotainment. Sulla Tiguan GTE Active Concept la Volkswagen propone il sistema top di gamma di una nuova generazione di infotainment high-tech, con touchscreen da 9,2 pollici e concept di comando gestuale al suo debutto in questa categoria. Di serie sono previsti anche Active Info Display (strumentazione completamente digitale) ed head-up display.

Tiguan GTE Active Concept

Sistema di trazione – Ibrido plug-in più trazione integrale

Ibrido plug-in più 4Motion. La Tiguan GTE Active Concept, che monta un motore benzina sovralimentato a iniezione diretta (TSI, 150 CV / 250 Nm) e due motori elettrici (anteriore 40 kW / 220 Nm, posteriore 85 kW / 270 Nm), dimostra nell’impiego fuoristrada l’eccellenza della propulsione ibrida plug-in (potenza di sistema:
225 CV) nella trasmissione della forza di trazione a tutte e quattro le ruote. La trazione integrale 4Motion offre poi di norma un vantaggio in termini di trazione e sicurezza attiva anche nel normale impiego su strada.

Componenti del gruppo propulsore. Sulla Tiguan GTE Active Concept viene impiegato un cambio a doppia frizione DSG a 6 rapporti specificatamente sviluppato per l’impiego in un sistema ibrido; il motore elettrico anteriore è stato integrato nella scatola del cambio. Oltre ai motori, sono parte del sistema ibrido plug-in 4Motion, tra gli altri, la batteria ad alta tensione agli ioni di litio ricaricabile esternamente e tramite il motore benzina (capacità:
12,4 kWh), l’elettronica di potenza per il motore anteriore, una seconda elettronica di potenza, integrata nel motore elettrico posteriore (che converte la corrente continua della batteria in corrente alternata per i motori elettrici) nonché un dispositivo di carica.

Modalità di trazione – Trazione posteriore e integrale. Sulla Tiguan GTE Active Concept, in funzione del programma di guida e della modalità di trazione, la forza motrice può essere trasmessa solo all’asse posteriore oppure a entrambi gli assi. Di base il prototipo si avvia sempre in E-Mode, modalità di trazione esclusivamente elettrica e quindi a emissioni zero. Se la batteria è sufficientemente carica, la vettura procede affidandosi al solo motore elettrico posteriore; in questo caso, la Tiguan GTE Active Concept è una vettura a trazione posteriore: TSI e motore elettrico anteriore sono scollegati dalla catena cinematica e disattivati per risparmiare energia. Tuttavia, non appena la situazione di marcia lo richiede oppure quando il guidatore attiva in modo manuale la rispettiva modalità, interviene anche il motore elettrico anteriore in poche frazioni di secondo. La Tiguan GTE Active Concept diventa così un veicolo a trazione integrale a emissioni zero dove la batteria agli ioni di litio provvede a fornire energia ai due motori elettrici. Il prototipo è in grado di percorrere fino a 32 km (20 miglia1) prima che entri in gioco per la prima volta il motore benzina. In modalità E-Mode la Tiguan è in grado di raggiungere una velocità di 120 km/h (70 mph).

Albero cardanico elettrico. Se la batteria non è più sufficientemente carica ed emerge l’esigenza di alimentare il motore elettrico collegato all’asse posteriore tramite i motori anteriori (per motivi di dinamica di marcia o nel programma Offroad), si attiva il TSI (modalità Hybrid). In questo caso, il motore elettrico anteriore funge da alternatore per il motore elettrico posteriore. Poiché l’energia per l’azionamento dell’asse posteriore viene trasmessa ora via cavo si parla di albero cardanico elettrico. A seconda del livello di carica della batteria, la Tiguan GTE Active Concept, in modalità Hybrid, utilizza in modo automatico il TSI e/o i motori elettrici.

Programmi di marcia Onroad, Offroad, Snow, Charge, Battery Hold. Il selettore del nuovo 4Motion Active Control si trova nella consolle centrale. Con questo comando il guidatore gestisce i sei programmi di marcia Onroad (Comfort ed Eco), Offroad (Rocks, Sludge & Sand e Gravel), Sport, Snow, Charge (caricamento della batteria durante la marcia) e Battery Hold (livello di carica costante). Ruotando il selettore rotondo verso sinistra, il guidatore della Tiguan attiva i programmi stradali Onroad, Sport, Snow, Charge e Battery Hold. Ruotando invece il selettore a destra, il guidatore seleziona i programmi Offroad. Grazie al sistema 4Motion Active Control, su fondi stradali offroad, i sistemi di assistenza possono essere adattati in un attimo alle diverse necessità di guida con un unico gesto, a vantaggio della sicurezza. Lo stesso vale per il programma Snow, che ottimizza la sicurezza in condizioni di guida tipicamente invernali.

Modalità di trazione Hybrid, E-Mode, GTE. Le modalità E-Mode e GTE vengono attivate mediante tasti separati integrati nella consolle centrale. Se il guidatore preme nuovamente i tasti E-Mode o GTE, la vettura torna in modalità Hybrid. Come precedentemente accennato, in modalità Hybrid e in modalità elettrica, la Tiguan GTE Active Concept procede con trazione posteriore o con trazione integrale. In modalità GTE, orientata a uno stile di guida particolarmente sportivo, la vettura passa automaticamente alla trazione integrale. La modalità GTE è una specificità di tutte le vetture Volkswagen con propulsione ibrida plug-in. Le curve caratteristiche del cambio, dell’acceleratore e dello sterzo divengono nettamente più sportive, mentre la messa a punto del TSI è maggiormente orientata alle prestazioni. In modalità GTE, il motore turbo benzina a iniezione diretta e i motori elettrici, nella fase definita “boost”, lavorano poi contemporaneamente mettendo a disposizione l’intera potenza di sistema di 225 CV; in questo modo la Tiguan GTE Active Concept può raggiungere una velocità di
193 km/h (120 mph), passando da 0 a 96 km/h (da 0 a 60 mph) in
6,4 secondi. In funzione della rispettiva situazione di marcia, il SUV utilizza solo il TSI oppure passa nelle altre modalità Hybrid: avanzamento per inerzia o recupero dell’energia.

  • Avanzamento per inerzia. Non appena il guidatore solleva il piede dal pedale dell’acceleratore e la batteria è sufficientemente carica, tutti i motori vengono disattivati e disaccoppiati dalla catena cinematica. In questo caso, si parla di veleggiare (avanzare per inerzia). Nemmeno in questa situazione vengono prodotte emissioni.
  • Sistema di recupero dell’energia. Se il guidatore toglie il piede dall’acceleratore o frena prima che la batteria sia sufficientemente carica, i due motori elettrici fungono da alternatori, alimentando la batteria agli ioni di litio con l’energia recuperata in fase di frenata. Anche in questo caso, il TSI è disattivato e disaccoppiato.
  • Marcia con il TSI. Quando è soltanto il motore benzina a provvedere all’avanzamento, il prototipo è una vettura a trazione anteriore pura. Ciò significa che, grazie all’efficiente tecnologia del motore turbo a iniezione diretta di soli 1,4 litri, la Tiguan GTE Active Concept rimane anche in questo caso molto parca nei consumi.

Tiguan GTE Active Concept

Esterni – Allestimenti offroad di nuova concezione

Un SUV dalle accattivanti proporzioni. La seconda generazione della Tiguan e, di conseguenza, anche il prototipo presentato a Detroit, come accennato in precedenza, rappresenta il primo SUV del Gruppo Volkswagen concepito sulla base del pianale modulare trasversale MQB. La Tiguan GTE Active Concept ha una lunghezza di 4.494 mm, per 1.899 mm di larghezza e 1.766 mm di altezza. Come tutte le vetture MQB, anche la concept car è caratterizzata da un passo ampio (2.681 mm) e da un package ottimale. Proprio per questo motivo anche la Tiguan GTE Active Concept cinque posti vanta superiore spaziosità di abitacolo e bagagliaio.

SUV dalla spiccata personalità. Sin dal primo sguardo la Tiguan GTE Active Concept verniciata in Dragon Red Metallic lucido comunica tutte le sue potenzialità: il team di designer e ingegneri responsabile della concept car ha infatti sviluppato un allestimento offroad completamente nuovo pronto ad affrontare la giungla urbana e, al contempo, perfetto per le esigenze dei globetrotter. Lo dimostrano i classici parametri offroad della carrozzeria, tutti ulteriormente migliorati rispetto alla versione di serie della Tiguan con frontale offroad, che già vanta valori eccezionali. Per esempio, l’altezza dal suolo sotto gli assi è stata incrementata da 180 a
225 mm, mentre l’altezza dal suolo massima sotto la vettura è passata da 200 a 245 mm. Anche gli angoli di attacco sono stati aumentati: da 25,6° a 26,1° nella parte anteriore e da 24,7° a 29,9° nella parte posteriore. L’angolo di rampa massimo per il superamento delle pendenze è passato da 20° a 24,7°.

Frontale con protezioni sottoscocca. Come evidenziato per la prima volta nell’autunno 2015 al Salone dell’Automobile di Francoforte, già la versione di serie della nuova Tiguan si distingue per un design da autentico SUV e un frontale carismatico. Quest’orientamento netto e preciso viene ulteriormente sottolineato dagli allestimenti offroad del prototipo. Osservandolo dal basso verso l’alto si notano inizialmente le protezioni sottoscocca, la cui linea e la cui struttura evidenziano come la Tiguan GTE Active Concept sia dedicata anche a percorsi lontano dalle strade asfaltate. Le protezioni sottoscocca, in alluminio opaco, constano di quattro robusti elementi neri in materiale sintetico che hanno la funzione di proteggere dal contatto con pietre e arbusti e possono essere sostituiti facilmente dopo i percorsi più estremi. Il paraurti anteriore vanta inoltre un rivestimento con un elemento offroad in materiale sintetico resistente nella nuova tonalità Dark Graphite (grigio antracite opaco). All’esterno questo elemento è delimitato da una cornice caratteristica in cui sono integrate le luci diurne a LED a forma di C tipiche dei modelli ibridi plug-in ed elettrici firmati Volkswagen. In materiale sintetico altrettanto robusto è anche la presa d’aria inferiore incorniciata dalle luci diurne. Qualora la Tiguan GTE Active Concept dovesse intervenire per dare assistenza a un altro fuoristrada trainandolo in retromarcia, può essere utilizzato un apposito gancio in metallo color alluminio che si trova nella presa d’aria, sia a destra sia a sinistra. I gruppi ottici di serie sono realizzati completamente con tecnologia full LED. Di particolare pregio risultano gli elementi in Dark Chrome Glossy sui tre elementi trasversali della calandra; l’inserto superiore e quello inferiore proseguono entrambi fino ai gruppi ottici. Fari e calandra danno così vita a un insieme grintoso caratterizzato da uno spiccato andamento orizzontale delle linee.

Tetto con fari orientabili supplementari a LED. Anche l’intera superficie del tetto si distingue per la presenza di un modulo offroad scuro; la struttura, fissata tramite viti, è in pregiato alluminio. Qui sono integrate resistenti barre d’appoggio trasversali che fungono da supporti di base per sci o altre attrezzature. Anch’esse in alluminio, fanno risaltare il colore del metallo in contrasto con il tetto di colore nero. Nella parte anteriore, il tetto presenta infine due fari orientabili supplementari a LED dal profilo piatto che, analogamente alle barre d’appoggio per i bagagli, vantano cornici in alluminio opaco.

Profilo con listelli sottoporta in alluminio. Sulle fiancate è la combinazione di elementi offroad della carrozzeria e pneumatici All Terrain con un profilo pronunciato a trasformare chiaramente la Tiguan GTE Active Concept da SUV in fuoristrada. Gli pneumatici 245/70 da 16 pollici sono garanzia di trazione ottimale anche su fondi caratterizzati da scarsa aderenza grazie al loro profilo offroad che si estende fino alle fiancate. Il nero lucido scintillante è la cifra caratteristica dei robusti cerchi in lega leggera le cui razze ne sottolineano il look sportivo. Il design scultoreo della Tiguan GTE Active Concept acquisisce ancora più carattere grazie ai passaruota maggiorati sempre in Dark Graphite. Anche i rivestimenti delle porte e i sottoporta (anch’essi in Dark Graphite) sono stati sviluppati appositamente per il prototipo. Verso il basso questi rivestimenti risultano protetti da appositi elementi sottoscocca in alluminio opaco. Un evidente tocco di classe è rappresentato dai gusci degli specchietti retrovisori esterni realizzati in Dark Chrome Glossy al pari degli elementi decorativi del frontale; a livello cromatico si abbinano perfettamente alle cornici dei cristalli laterali.

Posteriore con protezioni sottoscocca. Come per il frontale e le fiancate, anche a livello del posteriore la Tiguan GTE Active Concept è dotata di robuste protezioni sottoscocca in alluminio opacizzato. Analogamente al frontale, anche qui si ritrovano quattro protezioni sostituibili in materiale sintetico. La parte inferiore del paraurti viene protetta da un rivestimento offroad sempre di color antracite. Questi rivestimenti sono dunque una costante a livello dell’intera carrozzeria. Sopra al rivestimento, il paraurti è impreziosito all’esterno da cornici anodizzate color antracite. Il SUV presenta infine anche nella parte posteriore due robusti anelli in metallo color alluminio per trainare e liberare veicoli impantanati o rimuovere eventuali tronchi d’albero che ingombrano il percorso.

Tiguan GTE Active Concept

Interni – Nuova generazione di infotainment a comando gestuale

Abitacolo personalizzato. Anche a livello dell’abitacolo, il team di designer ha creato una serie di rimandi al look offroad della carrozzeria. Per esempio, la fascia decorativa che corre lungo tutta la plancia e i pannelli delle porte in alluminio spazzolato scuro (design Blade) richiamano nella scelta del materiale le protezioni sottoscocca anteriori e posteriori e le strutture del tetto. Richiamano gli esterni anche gli inserti scuri cromati (design Black Night) come, per esempio, le modanature sul volante. Nelle cornici delle bocchette di aerazione, raffinati listelli in Dragon Red riprendono invece il colore carrozzeria. Un nuovo design è stato inoltre riservato agli allestimenti in pelle Nappa bicolore Rhodium Grey e Dark Graphite: il Rhodium Grey, di tonalità chiara, riveste le sedute, i braccioli e gli inserti delle porte; il Dark Graphite, più scuro, è stato utilizzato per le parti laterali e gli schienali (parte esterna) dei sedili. Le superfici in pelle dei sedili e degli inserti delle porte in Rhodium Grey presentano una goffratura tridimensionale a rombi (che si susseguono da piccoli a grandi). Al variare della grandezza dei rombi, varia anche la loro tridimensionalità: i rombi grandi sono caratterizzati da una goffratura profonda, per quelli più piccoli, la finitura risulta quasi impercettibile. Lo stesso design è stato adottato per la fresatura dei rivestimenti in alluminio dei woofer nelle porte. Sapiente perfezione artigianale è testimoniata anche dai bordi in pelle aperti inseriti a livello di sedili, appoggiatesta, braccioli e volante: una sottile striscia rossa scandisce le diverse superfici in pelle. Grazie all’impiego di questi bordi in pelle aperti e a una nuova tecnica di lavorazione, per la prima volta è stato possibile creare un rivestimento in pelle del volante privo di cuciture.

Elementi di visualizzazione e di comando all’avanguardia. In generale anche gli interni rivelano un carattere da SUV marcatamente sportivo. In questo insieme si inserisce alla perfezione una plancia tutta al servizio di chi guida con elementi di visualizzazione e di comando intelligenti e all’avanguardia. Gli elementi di allestimento di maggiore impatto visivo a bordo della Tiguan GTE Active Concept sono l’Active Info Display (davanti al guidatore) e il sistema di infotainment di prossima generazione. Al suo touchscreen di grandi dimensioni, che può essere azionato anche tramite comandi gestuali, si collega verso il basso la consolle centrale con i comandi del climatizzatore; qui sono integrati tutti gli elementi di comando, inclusa la funzione per il riscaldamento dei sedili sotto forma di cursori touch. La consolle centrale stessa è dominata dalla leva del cambio, circondata da una serie di pulsanti. Quest’ultima è più ampia sul lato guida in quanto è qui che si trova l’interruttore multifunzione del nuovo 4Motion Active Control.

Sistema di infotainment di prossima generazione. Particolare attenzione merita la versione top di gamma del sistema modulare di infotainment MIB di prossima generazione. Due gli indiscussi highlight del sistema: un touchscreen ad alta risoluzione da 9,2 pollici (1.280 x 640 pixel) e comandi gestuali. Tutte le funzioni e le indicazioni si inseriscono in una superficie pregiata e trasparente; a sinistra, orientati verso il guidatore, sono presenti cinque comandi touch (Menu, Home, On/Off e Volume +/–). L’homescreen larga 209 mm e alta 104,6 mm è composta da un ampio settore principale e da due sezioni configurabili (disposte a destra nell’ homescreen), rispettivamente alte 42 mm e larghe 60 mm. Queste possono ospitare dieci diversi contenuti, per esempio Media (incluse immagini delle cover) e Telefono (incluse foto dei contatti). È inoltre possibile utilizzare la superficie di tutta la homescreen per un’unica funzione: visualizzare in modo ingrandito la mappa di navigazione, visualizzare le apposite indicazioni della modalità Offroad (angolo di sterzata, bussola, indicazione dell’altitudine) oppure visualizzare tramite App Connect le App dello smartphone Mirror Link, Android Auto (Google) o CarPlay (Apple).

Categorie: Off-Topic