Babbel è tra le 50 startup europee con il più alto tasso di crescita

babbel

E’ quanto emerge dalla classifica di Tech Tour Growth 50

Dopo il recente traguardo per l’azienda tedesca, che ha raggiunto il milione di utenti paganti, Babbel è stata inserita anche nella classifica delle 50 aziende tecnologiche europee con il più alto tasso di crescita da parte di Tech Tour, la piattaforma che aggrega investitori, partner strategici per le imprese e imprenditori high-tech.

La classifica di Tech Tour – Growth 50 – ha selezionate le migliori start up sulla base di alcuni parametri quantitativi (fatturato, crescita, valore economico ) e qualitativi forniti da un comitato di investitori ed advisor) internazionali e realtà come Bank of America, Accel Partners, Silverpeak, International Venture Club e World Economic Forum.

Il 2016 continua nel segno dell’innovazione e della crescita per Babbel che è in Europa ormai un sinonimo per l’apprendimento online delle lingue. Apprezzamento sempre più condiviso e confermato dal raggiungimento di un milione di utenti paganti, un traguardo importantissimo per il modello business basato esclusivamente sull’abbonamento premium a pagamento. Con Babbel, è possibile impararne 14, tramite computer o direttamente da dispositivi mobili iOs, Android e Apple Watch. I contenuti sono sviluppati in modo specifico per ciascuna lingua e per ogni livello di difficoltà da un team di professionisti del settore come linguisti, autori, specialisti di didattica e sviluppatori. La app aiuta gli autodidatti a scoprire nuove lingue e li incentiva a continuare ad imparare.

“Con Babbel abbiamo voluto rivoluzionare il mercato dell’apprendimento delle lingue. Il nostro obiettivo è offrire soluzioni di qualità a chiunque voglia imparare una lingua straniera. Non vogliamo sostituirci a metodi di insegnamento tradizionali come scuole o insegnanti privati ma offrire un approccio complementare. Siamo molto orgogliosi di questo riconoscimento e ulteriore stimolo a continuare la nostra crescita in questa direzione”. – afferma Markus Witte, CEO e fondatore di Babbel.

Leggi anche:  Immersio cambia le operazioni di neurochirurgia: a SMAU la realtà aumentata per le sale operatorie