Google rafforza Gmail con gli avvisi Safe Browsing

Google rafforza Gmail con gli avvisi Safe Browsing

Due nuove funzioni di sicurezza contribuiscono a mettere al sicuro il client di posta contro le spie statali

Con un annuncio pubblicato sul proprio blog di sicurezza, Google ha annunciato due nuovi importanti aggiornamenti per la piattaforma Gmail. La compagnia, parte di Alphabet, ha sottolineato la necessità di permettere ai suoi clienti di utilizzare con maggiore confidenza il client di posta elettronica, soprattutto dopo le recenti notizie di attacchi digitali sponsorizzati dagli stati, con l’obiettivo di violare conversazioni e rubriche dei navigatori utenti di Big G. La prima novità è l’integrazione di Safe Browsing, già attivato per identificare potenziali link maligni nei messaggi e ora all’opera dopo che le persone hanno già cliccato sugli indirizzi maligni o presunti tali.

Come funziona

Safe Browsing fornisce una lista di URL che contengono contenuto malware o collegamenti interni di natura phishing. L’elenco è disponibile sia per Chrome, Firefox e Safari così che ogni provider possa integrarlo nelle proprie procedure di sicurezza. Nel corso degli anni Google ha esteso l’adozione di Safe Browsing per vari prodotti, inclusi Android, Ads e Analytics.

Contro gli hacker di Stato

Il secondo aggiornamento riguarda la lotta contro le violazioni sponsorizzate dagli Stati. Attualmente Gmail mostra un avviso quando vi è il sospetto che gli utenti siano stati presi di mira da hacker statali. Secondo l’azienda, meno dello 0,1% degli iscritti ha finora ricevuto un avviso del genere, ma questo non vuol dire che il panorama sia così tranquillo e sicuro. Nelle ultime ore, Google ha implementato la notifica con una sorta di how-to su come terzi potrebbero rubare le credenziali di accesso al servizio di posta. “C’è la possibilità che si tratta di un falso allarma ma qualcuno potrebbe aver tentato di accedere al tuo account Google – si legge – ti raccomandiamo di abilitare la doppia procedura di autenticazione e di impostare una chiave di sicurezza”.

Ti potrebbe interessare

Categorie: Sicurezza