Mastercard: continua l’espansione internazionale di Masterpass

Continua l’espansione internazionale di Masterpass, il servizio globale per i pagamenti digitali di Mastercard, come evidenziano i nuovi mercati e i casi di successo

In un momento storico in cui  i pagamenti digitali in Europa continuano a crescere, con la previsione di  raggiungere il 38% del totale pagamenti entro il 2020, la continua evoluzione digitale di Mastercard è guidata dalla rapida crescita e dal successo di Masterpass.

Sulla scia di questa crescita, Mastercard, ha annunciato gli emittenti e gli esercenti che in tutta Europa hanno reso disponibile Masterpass per i propri clienti, consentendo loro esperienze di pagamento digitale veloci, semplici e sicure, su ogni dispositivo e canale – online, via app e in-store.

Dalla fine di giugno 2016, Masterpass é accessibile in Europa a 200 milioni di consumatori in 18 paesi, quasi il doppio rispetto al primo trimestre 2016.

Oltre 40 banche  in 18 paesi europei, tra cui KBC Bank in Irlanda, SEB, Nordea, Swedbank, ICA Banken e Resurs Bank in Svezia e Viseca in Svizzera, stanno utilizzando Masterpass per integrare i pagamenti digitali nei loro servizi.

In Italia Masterpass è stato adottato dai principali istituti bancari, fra cui BNL, BPM, Banca Generali, CartaSi, Chebanca, Findomestic, Intesa Sanpaolo, MPS, Ubi banca e UniCredit.

Considerando che in Europa si prevede che la penetrazione dell’e-commerce raggiungerà il 55% entro il 2020 e che il numero degli smartphone (1,9 miliardi nel 2013) crescerà ulteriormente sino a raggiungere i 5,6 miliardi entro il 2019, Masterpass offre alle banche emittenti l’unica soluzione personalizzabile in grado di supportare acquisti multicanale e multi-device. L’aggiunta della funzionalità di pagamento digitale con Masterpass, permette agli emittenti di migliorare e diversificare la propria suite di prodotti, incluse le applicazioni di mobile banking, e integrarle con i propri servizi – tra cui la funzione display estratto conto, alert acquisto e pagamento tramite punti – per differenziare la propria soluzione da altre opzioni di pagamento digitale presenti sul mercato. Gli emittenti chiave in Asia, Europa e Stati Uniti, si sono impegnati per la registrazione di 80 milioni di wallet in Masterpass entro la fine dell’anno.

Leggi anche:  FlixBus incorpora Google Pay

L’espansione globale e l’evoluzione di Masterpass

La visione di Masterpass è  supportare tutte le forme di commercio e rispondere alle diverse esperienze degli esercenti e ai bisogni dei consumatori. Attualmente disponibile in 33 mercati in tutto il mondo, con la previsione di estendere la sua presenza entro la fine del 2016 a 36 mercati. Masterpass raccoglie, in un unico posto sicuro, tutte le informazioni di pagamento, compresi i dettagli della propria carta, sia Mastercard che di altre circuiti di pagamento, gli indirizzi di spedizione e le preferenze di pagamento.

Nel mese di luglio, Mastercard ha lanciato la fase successiva del percorso di sviluppo di Masterpass – un servizio per i pagamenti digitali completamente omni-channel per consumatori, emittenti ed esercenti, sfruttando le più avanzate soluzioni di sicurezza esistenti, tra cui la tokenizzazione. Già attivo negli Stati Uniti, il nuovo servizio di Masterpass verrà lanciato in Europa e Medio Oriente, successivamente, entro la fine dell’anno. In Europa, Mastercard é al lavoro in 18 paesi, per rendere ancora più sicuri i 225 milioni di carte e dispositivi di pagamento con la sua tecnologia token e  per combattere le frodi.

Gli esercenti scelgono Masterpass per fornire ai consumatori un’esperienza di pagamento digitale innovativa e sicura

Masterpass è a disposizione di centinaia di migliaia di esercenti presenti online o su app e i consumatori sono già in grado di utilizzare Masterpass presso più di sei  milioni di esercenti  in 77 paesi nel mondo, che accettano pagamenti contactless. Recentemente nuovi esercenti in tutta Europa hanno adottato questa soluzione, tra questi Galeria Kaufhof, Media Markt e Saturn in Germania, Letsbonus e Lastminute in Spagna, Boots, See Tickets e The Hut Group nel Regno Unito.

Leggi anche:  N26 Business Black: il conto business per i freelancer nomadi digitali

In Italia il 90% dei retailer online attivi nel nostro Paese accetta Masterpass per i pagamenti online, annoverando nuovi esercenti come TicketOne.

Tra le altre aziende che lo hanno già lanciato anche Trenitalia, Alitalia, Italo, Media World, Vodafone, 3 Italia, Aruba.it, Ibs.it,  Monclick.

Masterpass fornisce agli esercenti una sicurezza a più livelli, sfruttando tecniche come la crittografia dei dati e la tokenizzazione, per garantire una protezione dal rischio di frode. I servizi API e SDK Masterpass disponibili sul sito Mastercard Developers, consentono agli esercenti di integrare perfettamente Masterpass nei loro siti web e app.

Nel Regno Unito, Mastercard sta reinventando il modo in cui i consumatori possono pagare al ristorante. Ad esempio con QKR ! di Masterpass, è possibile pagare il conto e aggiungere piatti al loro ordine, tutto tramite smartphone.

“L’Europa è in prima linea per il passaggio al digitale e gli europei chiedono non solo soluzioni semplici e intelligenti per pagare e interagire, ma anche esperienze più avanzate che semplifichino la vita digitale. Insieme ai nostri partner stiamo cercando di trasformare il modo in cui la gente effettua pagamenti ogni giorno, e oggi già 200 milioni di persone possono avere accesso ai pagamenti via smartphone o dispositivo collegato con Masterpass. L’azione globale che stiamo svolgendo insieme a banche, esercenti e consumatori, riflette positivamente il nostro impegno per creare esperienze di pagamento digitali semplici e sicure, ovunque i consumatori vogliano fare acquisti”, ha dichiarato Javier Perez, Presidente di Mastercard Europa.