SIA: conclusa l’acquisizione da Unicredit delle attività di processing della monetica in Italia, Germania e Austria

L’AD Massimo Arrighetti: “Questa operazione, sostenibile dal punto di vista economico e sociale, ci consente di rafforzare la leadership europea e di crescere a livello dimensionale”. L’acquisizione – efficace dal 1° gennaio 2017 – riguarda la gestione di circa 13,5 milioni di carte di pagamento, 206mila terminali POS e 12mila ATM di UBIS

Si è conclusa venerdì 23 dicembre 2016 l’operazione di acquisizione da parte di SIA delle attività di processing di circa 13,5 milioni di carte di pagamento e la gestione di 206mila terminali POS e 12mila ATM in Italia, Germania e Austria da Unicredit Business Integrated Solutions (UBIS), società del Gruppo Unicredit, per un corrispettivo di 500 milioni di euro.

L’operazione, efficace dal 1° gennaio 2017, prevede inoltre l’outsourcing della durata di dieci anni al Gruppo SIA della fornitura di servizi di processing delle transazioni effettuate con carte di debito, credito e prepagate, e per la gestione dei POS e degli ATM.

“Questa acquisizione rientra nel piano strategico di SIA che ha come obiettivo prioritario il rafforzamento del nostro posizionamento competitivo a livello internazionale. Si tratta di un’operazione che si caratterizza per un impatto sostenibile sia dal punto di vista economico – perché porterà ad una crescita dimensionale nel 2017 di oltre il 20% dei ricavi (su dati pro-forma 2015) e a maggiori economie di scala – sia sul piano sociale perché l’integrazione delle attività di Ubis e di 382 persone nel Gruppo SIA non comporterà una riduzione del personale, come spesso accade in questo tipo di operazioni” – ha commentato Massimo Arrighetti, Amministratore Delegato di SIA.

Leggi anche:  SUSE si affianca a EQT per proseguire nella crescita, nell'esecuzione strategica e nell'espansione dei prodotti