L’Assemblea degli Azionisti di Infracom Italia approva il bilancio 2016

L’Assemblea degli Azionisti di Infracom Italia approva il bilancio 2016

Asset e nuovi centri di competenza a sostegno della crescita di Infracom con un trend che si conferma positivo anche nell’ultimo anno

Approvato il progetto di bilancio 2016. L’Assemblea degli Azionisti di Infracom Italia riunitasi lo scorso 29 marzo sotto la presidenza del dott. Attilio Schneck ha approvato i risultati di bilancio al 31 dicembre 2016.

Il valore della produzione cresce del 3,9% e si attesta a 103,4 milioni di Euro rispetto ai 99,5 milioni di Euro dell’esercizio precedente. Il Margine Operativo Lordo (EBITDA) raggiunge i 22 milioni di Euro con un’incidenza sul valore della produzione del 21,3%. Il Margine Operativo Netto (EBIT) è positivo per 200.000 Euro, in linea con l’esercizio precedente.

“Infracom sta continuando il processo di rifocalizzazione e efficientamento iniziato negli anni scorsi con risultati soddisfacenti come dimostrato dalla riduzione dell’indebitamento finanziario, che si è ulteriormente ridotto del 5% e dall’aumento dei ricavi, sintomatico di un processo di sviluppo che continua e si basa sui solidi asset proprietari, i tre data center e la fibra ottica”. – dichiara il Presidente Attilio Schneck –

“La costituzione di un ecosistema distintivo di asset, competenze e soluzioni – spiega il Direttore Generale Giorgio Nicolosi – permette di abilitare le aziende all’innovazione digitale grazie all’erogazione di servizi evoluti quali business continuity, cloud e sicurezza. Alla fine del 2016, nell’ambito del riposizionamento dell’azienda su servizi innovativi di data center, abbiamo avviato tre importanti progetti che costituiscono la base della nuova offerta: potenziamento del centro di competenza interno per la cybersecurity, realizzazione di una piattaforma cloud IaaS (Infrastructure as a Service) per erogare servizi di hybrid cloud, sviluppo di architetture SAP Hana in alta affidabilità che sfruttano pienamente l’approccio ICT integrato e permettono di garantire soluzioni al livello massimo (Tier 6) delle linee guida dell’AgID per la sicurezza operativa.“

Categorie: Mercato