Salone di Shanghai 2017: anteprima mondiale della concept car I.D. CROZZ

Salone di Shanghai 2017: anteprima mondiale della concept car I.D. CROZZ
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

SUV e coupé: la I.D. CROZZ è un Crossover Utility Vehicle (CUV) che coniuga l’imponenza di un SUV con la dinamica tipica di una coupé

La Volkswagen sta sviluppando una nuova gamma di modelli elettrici concepiti in modo inedito e dal design all’avanguardia. Nel 2020 prenderà il via la produzione di serie. Ora, con l’anteprima mondiale della I.D. CROZZ al Salone dell’Automobile di Shanghai 2017 (dal 19 al 29 aprile), la Casa di Wolfsburg offre un’importante anticipazione delle nuove protagoniste della mobilità elettrica. La I.D. CROZZ è il primo Crossover Utility Vehicle (CUV) con sistema di trazione elettrica della Volkswagen, ed è al contempo una coupé quattro porte e uno Sport Utility Vehicle (SUV). Alle attese presentazioni della I.D. (anteprima mondiale a Parigi nel 2016) e dell’I.D. BUZZ (debutto internazionale a Detroit nel 2017) segue ora quella della I.D. CROZZ, la terza emozionante versione della famiglia I.D.. Il modello a emissioni zero si distingue per elevata autonomia, design carismatico e interni di nuova concezione. La I.D. CROZZ, dal carattere sportivo, offre un’anticipazione concreta di quanto accadrà dal 2020 e sottolinea il volto eclettico della gamma dei modelli elettrici Volkswagen di domani.

Trazione integrale e 500 km di autonomia (ciclo NEDC). La I.D. CROZZ è un CUV a emissioni zero dal carattere sportivo, studiato per garantire la massima interattività. La sua trazione integrale elettrica convince sia nella giungla urbana, sia nei tratti accidentati percorsi da chi ama vivere all’insegna di una mobilità assoluta. Con batteria completamente carica, la I.D. CROZZ (180 km/h di velocità massima per 306 CV di potenza massima) riesce a percorrere fino a 500 chilometri (NEDC). Grazie al sistema di ricarica rapida, la batteria a elevate prestazioni ritorna all’80% della propria capacità in 30 minuti, collegandosi a un punto di ricarica con una potenza di 150 kW (DC).

Il pianale MEB ridefinisce lo spazio. La I.D. CROZZ è più compatta e bassa rispetto al più recente SUV di serie della Volkswagen, ossia la nuova Tiguan Allspace (chiamata Tiguan L in Cina). Eppure, il CUV vanta la stessa spaziosità. Il segreto dal punto di vista costruttivo? Come la I.D. e l’I.D. BUZZ, anche la I.D. CROZZ è basata sul pianale modulare per veicoli elettrici MEB di nuova concezione. I moduli degli assi e della trazione dei modelli su base MEB vengono spostati verso gli estremi, con conseguente aumento del passo disponibile. Tutti i moduli della trazione hanno dimensioni compatte. La batteria, invece, si inserisce completamente nel pianale della vettura. La configurazione dei sedili regala inoltre elevata versatilità. Nasce così il cosiddetto Open Space, ampio e dal nuovo design, che consente così al veicolo di posizionarsi ai vertici della categoria per disponibilità di spazio.

Fari interattivi. Uno dei tratti distintivi della I.D. CROZZ è rappresentato, nel frontale, dall’illuminazione tipica delle elettriche e ibride della Volkswagen. Gli elementi luminosi (luci diurne a LED a forma di C e, al centro, fari con tecnologia LED formati da cinque sottili fasce di LED e comandabili con la massima versatilità) si fondono a formare un frontale con “occhi” che si muovono elettronicamente (Interactive Spotlight). Il carattere interattivo è fondamentale. La I.D. CROZZ, che a richiesta viaggia in modo completamente automatizzato, comunica infatti con gli altri utenti della strada proprio con questo Interactive Spotlight e “saluta” il guidatore quando si avvicina alla vettura.

Il DNA dell’elettromobilità. La caratteristica illuminazione rispecchia un design che richiama in ogni componente il DNA stilistico della mobilità elettrica. Il pianale MEB fornisce anche in questo caso i presupposti ottimali, poiché gli assi disposti alle estremità regalano maggiore dinamismo alle proporzioni, inaugurando così una nuova epoca all’insegna di un design nuovo e all’avanguardia. Klaus Bischoff, Responsabile Design della marca Volkswagen, sottolinea: “Se si potesse fare una previsione sicura al 100% su come sarà il futuro, di certo non sarebbe molto diversa da quella che abbiamo delineato con questo modello. Nel 2017, con la I.D. CROZZ mostriamo come la Volkswagen cambierà la circolazione stradale a partire dal 2020. Per noi, i tre prototipi di questa nuova generazione di veicoli a emissioni zero (ovvero I.D., I.D. BUZZ e I.D. CROZZ) segnano quindi l’inizio di una nuova rivoluzione legata a design e tecnologia con cui modificheremo per sempre la mobilità individuale e la marca Volkswagen”. La Volkswagen mira a trasferire la trazione elettrica dalla nicchia delle start-up alla grande serie entro la metà del prossimo decennio. Herbert Diess, Presidente del Consiglio di Amministrazione della marca Volkswagen, ha dichiarato al riguardo: “Entro il 2025 puntiamo a far balzare le vendite dei modelli esclusivamente elettrici a un milione di unità all’anno. La I.D. CROZZ ha un ruolo chiave in questo contesto. La produzione avrà inizio nel 2020”.

Design all’avanguardia. Il design essenziale e grintoso dalla I.D. CROZZ coniuga l’imponenza e la solidità tipiche dei SUV con la leggerezza e l’agilità delle coupé. Una nota stilistica: il cofano motore di grandi dimensioni, con i parafanghi dall’ampio raggio e dal profilo atletico, si estende piacevolmente per l’intera larghezza dell’alto frontale. Con le loro superfici pulite, cofano motore e paraurti del CUV, verniciati in una tonalità di argento che sottolinea il carattere tecnologico del modello (Silver Spark), richiamano da vicino una scultura che sembra essere nata da un unico blocco di alluminio. Nel frontale, in posizione dominante, si inserisce l’illuminazione tipica dell’elettromobilità Volkswagen. Il logo VW, integrato al centro tra il cofano motore e il paraurti, è anch’esso illuminato. Grazie a una linea di luce, sottile e pronunciata, il logo VW si collega a sinistra e a destra con i fari interattivi con tecnologia LED. Le linee del tetto, che si distinguono per leggerezza e nitidezza sotto il profilo visivo, disegnano forme allungate. Un altro dettaglio high-end è rappresentato dalla superficie del tetto trasparente e nero lucido. Un’altra novità è una “volta” luminosa nel tetto panoramico illuminato, che crea una luce ambiente all’interno come all’esterno. Il posteriore iconico e la zona della spalla ampia e sportiva denotano grinta e carattere. Lo sviluppo orizzontale delle linee della vettura è sottolineato anche da una superficie trasversale di colore nero lucido al posteriore, con sottili segmenti a LED Matrix che fungono da gruppi ottici posteriori e logo VW illuminato. Le ampie fiancate, con i passaruota dalle linee decise, i cerchi da 21 pollici e i resistenti listelli sottoporta con superficie opaca e robusta, enfatizzano l’identità forte del modello. Che la perfezione sia anche nei dettagli è evidente dall’innovativo design dei cerchi, dove il passaggio da cerchio a pneumatico è pressoché impercettibile. La combinazione ruota/pneumatico appare di dimensioni particolarmente ampie.

Tenda luminosa, attivata tramite comandi gestuali. Una novità è rappresentata dalla “volta” luminosa integrata nel tetto panoramico illuminato. Questa tenda immaginaria si apre o chiude tramite comandi gestuali. Composta da fasci di LED, scorre sul padiglione, illuminando l’abitacolo. I fasci di luce sono visibili nel tetto anche dall’esterno. Gli ordini impartiti tramite comandi gestuali somigliano a quelli del comando di un tetto scorrevole classico. Un movimento breve e veloce della mano apre o chiude completamente la tenda, mentre un gesto lento la sposta in modo continuo fino alla posizione desiderata.

I.D. Pilot per il 2025. Il 2020 sarà un anno chiave per il debutto su scala mondiale dei primi modelli con pianale MEB della Casa di Wolfsburg nello stile della I.D. CROZZ. Circa cinque anni dopo, a partire dal 2025, la guida completamente automatizzata darà il via alla successiva fase rivoluzionaria. Come accennato, il prototipo di CUV presentato a Shanghai dispone già di questo autopilota inseribile. In modalità di marcia automatizzata I.D. Pilot, il volante multifunzione rientra nella plancia, fondendosi così con la strumentazione interamente digitale (Active Info Display) a formare un unico elemento. Ciò significa che, in modalità di marcia automatizzata, la I.D. viaggia dunque in assenza del classico volante. Il sistema di infotainment con comandi del climatizzatore integrati è anch’esso un touchpad. In modalità sia automatica, sia manuale, il guidatore riceve inoltre informazioni sulla velocità e sulla navigazione tramite l’head-up display AR (AR = Augmented Reality, realtà aumentata).

L’Open Space come chiave per una spaziosità superiore. Grazie alla trazione elettrica compatta e alla batteria agli ioni di litio integrata nel pianale della vettura, gli interni si configurano come Open Space, privilegiando una configurazione variabile in stile lounge, sinonimo di superiore spaziosità. L’effetto cromatico del dash pad, dei braccioli e degli inserti delle porte varia a seconda dell’incidenza della luce e in funzione della posizione di seduta. Guidatore e passeggeri prendono posto su pregiati sedili integrali leggeri (con attacchi delle cinture di sicurezza integrati). Nel vano posteriore, lo spazio libero per le gambe raggiunge il livello delle vetture di classe superiore. La vita a bordo è resa ancora più piacevole, tra l’altro, dalle aree multifunzione dei comandi sulle porte (doorpanel con elementi touch capacitivi per le funzioni di climatizzatore e porte). Ma, oltre a questo, l’abitacolo della I.D. CROZZ è altamente flessibile grazie alla concezione multifunzione dei sedili. Volete portare con voi nel weekend la vostra bici da cross senza ricorrere a un portabiciclette supplementare? Nessun problema: basta sistemarla trasversalmente nel vano posteriore. Tutto questo è possibile grazie alle ampie porte incernierate/scorrevoli e ai sedili posteriori variabili. Le sedute posteriori vengono sollevate proprio come al cinema. Le porte posteriori scorrono inoltre completamente all’indietro, facilitando in questo modo le operazioni di carico. Poiché le porte anteriori si aprono ad angolo retto a 90° (un valore insolitamente elevato) e la Volkswagen ha eliminato i montanti centrali, le operazioni di carico risultano ancora più semplici. Tutte le porte, il portellone e il vano anteriore si aprono elettricamente.

Aria pulita. Il nuovo sistema CleanAir sviluppato dalla Casa tedesca assicura un clima ottimale e personalizzato a bordo. Indipendentemente dalle condizioni ambientali, la qualità dell’aria all’interno della I.D. CROZZ è sempre di ottimo livello. Grazie all’unità di infotainment, guidatore e passeggeri possono richiamare diversi scenari climatici preconfigurati. Infatti, la I.D. CROZZ è dotata di una nuova CleanAir-Technology. Un sistema filtrante attivo garantisce costantemente la migliore qualità dell’aria nell’abitacolo. Il menu fornisce informazioni in merito alla qualità dell’aria in auto (Air Quality Index) e all’attuale attività del sistema. E non è tutto: grazie alle condizioni climatiche preconfigurate, guidatore e passeggeri possono (nel caso del prototipo per la Cina) richiamare un flusso di aria definito, nonché una temperatura e un’umidità dell’aria come quelli presenti in luoghi particolarmente belli e piacevoli sotto il profilo climatico. In questo modo, la I.D. CROZZ può garantire un clima fresco come quello presente sulle montagne dell’Himalaya, pur percorrendo le strade congestionate di Shanghai.

ID Volkswagen e digital key. La I.D. CROZZ adatta in automatico al guidatore tutti i parametri individuali a bordo. Questo è possibile grazie all’ID Volkswagen, un profilo individuale memorizzato in un ecosistema digitale sviluppato internamente dalla Volkswagen e attivato tramite uno smart device, che si trasforma così in una digital key. Non appena qualcuno con questa scheda di ingresso digitale si avvicina alla vettura, la I.D. CROZZ lo riconosce. Di conseguenza, le porte vengono abilitate e vengono attivati tutti i parametri personali (comprese le impostazioni relative al clima).

Delivery service. Molto presto potrebbe diventare un’abitudine quotidiana ricevere pacchi tramite corriere espresso non più a casa o in ufficio, bensì ovunque ci si trovi. Questo nuovo delivery service sfrutta il bagagliaio da 515 litri della I.D. CROZZ come punto di consegna. Mediante tracking GPS, il corriere localizza la posizione dell’auto e riceve allo stesso tempo tramite App un’autorizzazione temporanea per l’accesso al bagagliaio. Non appena la consegna è stata effettuata e il bagagliaio è di nuovo chiuso, il proprietario della I.D. CROZZ riceve la relativa notifica tramite App o
e-mail.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Categorie: Off-Topic