Memoria di ferro con un’insalata al giorno

Memoria di ferro con un’insalata al giorno
  • 1
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares

Uno studio rivela che l’insalata aiuta a mantenere giovane il cervello

Se mangiare insalata è associato spesso all’idea di una dieta ipocalorica e dimagrante, gli scienziati del Rush University Medical Center di Chicago ci spiegano come questa pietanza sia invece anche un potente toccasana per la memoria. Dallo studio condotto dalla ricercatrice Martha Clare Morris emerge infatti che mangiarne una al giorno ringiovanirebbe il cervello di ben 11 anni.

A questo risultato si è arrivati grazie a una ricerca su 960 persone con un’età media di 81 anni, che per un periodo di 4,7 anni hanno mangiato ogni giorno tre verdure:

lattuga, cavolo/verza e spinaci. Suddivisi in gruppi, alcuni consumavano mediamente 1,3 porzioni al giorno, altri ne mangiavano meno e quindi un consumo medio di appena 0,1 porzioni al giorno e altri ancora praticamente non ne mangiavano del tutto.
In generale è stato dimostrato che la memoria può trarre giovamento da alcuni alimenti, che sono determinanti nel preservare il cervello dalle malattie neurodegenerative.

Per esempio è consigliato mangiare cioccolato fondente, che grazie ai flavonoidi migliora le capacità cognitive, ma anche fare spesso la sauna e ascoltare durante la notte un “rumore rosa” (una stimolazione sonora basata su un suono dolce).

Un cervello più giovane

Successivamente i gruppi sono stati sottoposti a una valutazione delle facoltà cognitive e della memoria, con risultati che hanno rivelato come gli anziani che mangiavano almeno una porzione di queste verdure al giorno avevano meno problemi di memoria nel tempo e maggiori abilità cognitive rispetto a chi non ne consumava affatto. A parità di età e fattori ambientali, emerge quindi che il consumo quotidiano di insalata avrebbe un vantaggio sul cervello pari a 11 anni di vita.

I ricercatori mostrano però cautela sull’interpretazione dei risultati dello studio, in quanto non c’è alcuna certezza sul nesso di causa-effetto, non è quindi scientificamente dimostrato che mangiare ogni giorno questo tipo di verdure possa avere come conseguenza il miglioramento della salute del cervello. Tenendo conto però dei benefici apportati all’organismo dall’insalata e in generale da tutte le verdure, in conclusione si può affermare con certezza che mangiarne in quantità non fa di certo male.


  • 1
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares
Categorie: Off-Topic