Spotify presenta Stations, l’app per chi preferisce le playlist

spotify stations

Spotify testa una nuova app chiamata Stations che permette di accedere a un catalogo di playlist preconfezionate basate sui generi e l’umore dell’utente

Spotify offre un catalogo che si compone di decine di milioni di brani e per l’utente in determinate situazioni tutta questa scelta può rivelarsi eccessiva. L’azienda svedese ha quindi pensato di facilitare l’ascolto di musica realizzando una nuova app chiamata Stations che offre una serie di playlist già pronte all’uso costruite in base ai generi musicali, per assecondare l’umore del momento o come accompagnamento a specifiche attività. L’esperienza è quindi molto più simile a quella di una radio anche se è comunque possibile personalizzare l’ascolto a piacimento.

Stations non prevede che sia l’utente a cercare il brano o l’artista ma offre una selezione preconfezionata di canzoni adatte a ogni occasione. L’app di Spotify, che grazie a Spotlight trasmetterà news e programmi radiofonici in diretta, è al momento disponibile in fase beta solo in Australia e per gli utenti Android ma se la sperimentazione avrà successo è probabile che il download verrà esteso anche ad altri Paesi. Station offre le sue playlist gratuitamente ma come succede per l’offerta base di Spotify, bisognerà comunque accettare le interruzioni pubblicitarie. Non è inoltre possibile passare da una canzone all’altra. Spotify ha comunque previsto ampie possibilità di personalizzare il servizio. L’algoritmo offre playlist sempre più a misura dell’utente a ogni ascolto e quest’ultimo può decidere quali mettere in evidenza e quali relegare nella parte bassa dell’elenco. Al momento non ci sono conferme che Stations consentirà di eliminare la pubblicità sottoscrivendo un abbonamento.

Leggi anche:  Google spiega il motore di ricerca in Cina