Milano apre il ciclo 2018 degli Scaleup Summit europei

Milano apre il ciclo 2018 degli Scaleup Summit europei
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’evento, promosso dalla Commissione Europea e organizzato presso la Borsa Italiana (15-16 marzo, Palazzo Mezzanotte) accoglierà 150 tra scaleup, grandi corporation e investitori europei per una due giorni a porte chiuse (formula by-invitation only) all’insegna del deal making

Parte da Milano il programma 2018 degli Scaleup Summit, promosso dalla Commissione Europea e guidato da Mind the Bridge all’interno del programma Startup Europe Partnership 2.0.
Giovedì 15 e venerdì 16 marzo, infatti, presso la Borsa Italia di Milano (palazzo Mezzanotte) si terrà il primo dei 4 Summit previsti per il 2018 in tutta Europa, cui seguiranno Londra (presso London Stock Exchange) a fine giugno, Budapest e Lisbona nella seconda parte dell’anno.

Il Summit, rigorosamente su invito, riunirà 150 tra scaleup, grandi corporation e investitori europei per una due giorni a porte chiuse all’insegna del matching 1:1 qualificato, con l’obiettivo di generare opportunità di business, investimenti, acquisizioni e operazioni strategiche.

Ad aprire i lavori, in qualità di keynote speaker, Michael Spence, economista statunitense insignito del Premio Nobel per l’economia nel 2001 insieme a Joseph Stiglitz George Akerlof. Tra i temi previsti nel suo intervento, in programma tra le 10.30 e le 11.15 di giovedì 15, i trend macroeconomici in Europa e nel resto del mondo, gli effetti della Brexit, l’innovazione economica in Europa e il flusso di capitale umano, il mercato dei capitali europei, i trend nella valutazione della valuta interna e straniera, il quadro normativo per Cryptovalute e ICO. L’intervento di Spence sarà preceduto da quello di Raffaele Jerusalmi, Direttore della London Stock Exchange, AD di Borsa Italiana e Presidente di ELITE, che fornirà il polso sugli scenari di mercato.

“Siamo onorati di avere un Nobel come Michael Spence ad aprire i lavori del primo Scaleup Summit di quest’anno – ha commentato Alberto Onetti, Coordinatore di SEP e Chairman di Mind the Bridge – Le sue teorie economiche e la sua interpretazione dei trend attuali sono un valore aggiunto notevole e un’occasione imperdibile per tutti coloro che oggi operano in Europa, dalle grandi aziende alle startup. Accanto ai momenti di approfondimento – come il Boot Camp sull’Open Innovation riservato alle aziende, l’analisi sulle opportunità di crescita dedicata alle scaleup, il Forum per gli investitori e i 6 momenti di approfondimento sulle tecnologie emergenti – il vero obiettivo dei nostri Scaleup Summit, di cui Milano si fa apripista, è quello di fare business. Incontri 1:1 tra scaleup e aziende/investitori saranno organizzati nel corso di entrambe le giornate”.

Le scaleup invitate ai Summit potranno usufruire infatti di un’analisi dedicata condotta dal gruppo Elite LSEG e dagli specialisti della BEI. I temi più caldi saranno le opportunità di quotazione e collocamento privato sul secondario e accesso agli strumenti di quasi-equity della BEI.

Le 50 aziende invitate parteciperanno a un Boot Camp a cura degli esperti di Mind the Bridge, durante il quale apprendere trend e modalità con cui impostare e realizzare strategie di open innovation.

Gli investitori invitati avranno invece una possibilità di dialogo e interazione con la Commissione Europea (saranno presenti 3 DGs) e con la European Investment Bank per comprendere le direttrici regolamentari e gli strumenti finanziari messi a disposizione dell’ecosistema europeo.

Nel corso della due giorni verranno inoltre condotti 6 approfondimenti su specifici mercati verticali (deep dives), ciascuno dei quali facilitato da grandi aziende che in questo modo si impegnano a supportare lo sviluppo di campioni europei su ambiti emergenti: Blockchain (Enel), AI/ Machine Learning (SAP), Digital Construction & Infrastructures (Acciona e Autodesk), Insurtech (Deloitte), Foodtech (Deloitte con il supporto di Seed&Chips), Fintech (Fintech District – Banca Sella e Mediolanum).

Durante il Summit verranno infine lanciati i programmi di SEC2IL (Startup Europe Comes to Israel) e SEC2SV (Startup Europe Comes to Silicon Valley) 2018, previsti rispettivamente per maggio e settembre. Altri due importanti annunci verranno fatti nella mattinata di giovedì.

“SEC2SV, sostenuto dalla Commissione Europea e dal Parlamento Europeo, giunto ormai alla quarta edizione, è oggi un format rodato e di successo – ha concluso Marco Marinucci, CEO e fondatore di Mind the Bridge – Organizzato attorno alla conferenza ‘European Innovation Day’  riunisce ogni anno l’eccellenza di startup, aziende, investitori e policy maker dell’ecosistema imprenditoriale europeo e della Silicon Valley per una settimana di meeting e workshop, forgiando relazioni significative e di lungo periodo. Quest’anno a maggio con SEC2IL applicheremo per la prima volta questa formula all’ecosistema israeliano, sicuramente uno dei più effervescenti e singolari a livello internazionale grazie anche alle politiche messe in campo da un governo che riduce il rischio per i finanziatori proteggendone gli investimenti”.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Categorie: Mondo Start Up