Perché LG V40 avrà cinque fotocamere

Sdoganato il limite di tre, il mondo della telefonia mobile non conosce più remore e pensa a diverse soluzioni per distinguersi dalla massa

Quando HTC aveva presentato al mondo il suo primo smartphone con doppia fotocamera ci eravamo chiesti a cosa potesse servire una simile tecnologia. Oggi non c’è big player che non abbia in portafoglio un dual-camera, considerata la base della produttività fotografica a bordo di un telefonino. Più o meno la stessa indignazione era giunta di recente, nel momento in cui Huawei ha mostrato il P20 Pro, device dal triplo sensore posteriore. In questo caso, la promessa è quella di dare ai consumatori una migliore comprensione della profondità ripresa, per creare immagini più fedeli anche dopo aver spremuto al massimo lo zoom. Eppure la ricerca sviluppo è già oltre.

Cosa sappiamo

Pare infatti che LG abbia intenzione di presentare uno smartphone con ben cinque fotocamere totali, tra le tre posteriori e il doppio modulo frontale. Quest’ultimo non è una novità, visto che già qualche concorrente, come Asus, lo aveva sdoganato per gli amanti dei selfie. Ma nel computo generale, almeno secondo le indiscrezioni della rete, ancora nessuno si era spinto a tanto, con il V40 ThinQ di LG che ha intenzione di dare il via al trend del penta-sensore, seppur dislocato tra le due facce.

Stando ai ben informati, a bordo del terminale ci sarà un processore Snapdragon 845, tecnologia audio Quad DAC, sensore per le impronte sul retro e pulsante dedicato a Google Assistant. Quando si paleserà una simile iterazione mobile? Probabilmente entro la fine dell’estate, in concomitanza con la kermesse berlinese della tecnologia IFA, che aprirà i battenti alle anteprime stampa il 29 agosto.

[amazon_link asins=’B075GYD539,B0742M9J86,B073WYB273′ template=’ProductCarousel’ store=’dmo0e-21′ marketplace=’IT’ link_id=’0236399f-7b9d-11e8-a2ff-3382feadbcb4′]

Leggi anche:  Oppo prepara lo sbarco ufficiale in Italia