Digital transformation, la formula vincente di Canon

Digital transformation, la formula vincente di Canon
  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    8
    Shares

La trasformazione digitale da sola non basta. Per avere successo, è necessario elaborare una strategia ad hoc, puntando sull’integrazione tra digitale e fisico, adottando una visione orientata al cliente con una logica di governance collaborativa

Di digital transformation si parla da anni, ma di recente c’è stata un’accelerazione significativa che ha portato molte aziende a ritenere indispensabile questo passaggio. «Tra i fattori di successo dell’evoluzione digitale rientra la possibilità di accedere con efficacia alle informazioni, di comunicare rapidamente con un numero sempre maggiore di persone, di automatizzare i processi» – spiega Massimo Macarti, amministratore delegato di Canon Italia. «Il solo passaggio alla trasformazione digitale, però, non è la soluzione a tutti i mali. I benefici reali sono variabili e vanno valutati accuratamente. Talvolta, le aspettative sono irrealistiche. Oggi, tuttavia, non si può fare impresa senza considerare la trasformazione digitale, ma al contempo, da sola non basta per avere successo».

TRE ELEMENTI DA CONSIDERARE

Fondamentale, per un’impresa che vuole realizzare la digital transformation in modo vincente, è avere la consapevolezza che digitale e fisico coesisteranno ancora per anni. «Vincerà chi saprà far convivere i due mondi» – continua Macarti. «Introdurre un processo digitale in una realtà fisica senza modificarla, può aumentare la complessità invece di ridurla». Un secondo aspetto, altrettanto significativo, è la gradualità. «Progetti di trasformazione digitale troppo costosi spesso falliscono, perché non considerano gli impatti sul modo di lavorare delle persone» – spiega l’amministratore delegato di Canon Italia. Il suggerimento è di partire da un progetto limitato, aggiungendo nel tempo elementi di trasformazione, considerando tutti gli aspetti del progetto, dall’inizio alla fine. «Il terzo fattore di successo è legato all’analisi della trasformazione digitale da almeno tre punti di vista diversi» – aggiunge Macarti. Il primo è quello del cliente. Gli utenti, che già nel privato stanno sperimentando questo cambiamento, si aspettano esperienze personalizzate, coinvolgenti, di qualità.Il secondo punto di vista è quello dei dipendenti, che si preparano a un nuovo modo di lavorare, che garantisca più automazione e consenta di operare in mobilità. Il terzo punto di vista è quello aziendale. Un programma di trasformazione digitale è vincente se accresce l’efficienza e considera anche la sicurezza e la compliance alle normative.

AFFIDARSI A UNA GUIDA ESPERTA

Canon vuole aiutare i clienti a trasformarsi, ponendosi come guida esperta nell’esplorare le opportunità che la digital transformation offre. «Oggi, abbiamo proposizioni a valore pensate per settori industriali differenti» – dichiara Macarti. «Accanto alle classiche tecnologie orizzontali, di recente abbiamo costruito soluzioni specifiche, create per soddisfare le esigenze peculiari di ogni tipologia di impresa. Per esempio, nei settori di servizi finanziari, banche e assicurazioni esistono necessità diverse da quelle del manifatturiero. Sono disponibili anche proposizioni a valore mirate alle differenti funzioni aziendali. Inoltre, creiamo tecnologie digital transformation oriented». Qualsiasi nuova soluzione multifunzione commercializzata da Canon è un vero e proprio digital hub, che può aiutare chiunque a creare integrazione fra il mondo digitale e quello fisico. «Proponiamo anche soluzioni, consulenza e servizi prendendo in carico i processi delle singole aziende, gestendoli in outsourcing o trasformandoli» – conclude Macarti. «Di anno in anno innoviamo la nostra offerta, proponendoci di supportare una completa integrazione fra soluzioni e servizi. Per noi è importante supportare i provider di servizi dedicati alla stampa, che vogliono non solo le apparecchiature, ma quanto serve per connetterle, per avere informazioni in tempo reale e interagire meglio con il cliente». Canon investe in ricerca e sviluppo circa l’8% del fatturato. Le apparecchiature tradizionali diventano sempre più sistemi IoT, mentre videosorveglianza e robotica industriale sono settori connessi alla trasformazione digitale su cui Canon ha puntato molto negli ultimi anni.


  • 8
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    8
    Shares
Categorie: Software