Juniper Networks avvia la transizione a 400GbE con una roadmap completa

Juniper Networks avvia la transizione a 400GbE con una roadmap completa
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’azienda introdurrà le funzioni 400GbE in tutti i nuovi prodotti a partire dalla seconda metà del 2018

Juniper Networks, leader nelle reti sicure, scalabili e automatizzate, annuncia un esteso aggiornamento 400G alle linee di prodotti enterprise, data center e Wan con elevatissime densità di routing e switching. La nuova tecnologia permetterà ai service provider e ai clienti cloud ed enterprise di ricalibrare le economie di rete con la transizione a 400GbE riducendo il costo per bit pur soddisfacendo la crescente richiesta di ampiezza di banda derivante dalla diffusione del 5G della realtà virtuale e aumentata, del cloud e della produzione e distribuzione di video 4K.

L’annuncio riguarda le prossime innovazioni 400GbE per le serie PTX, QFX, e MX in un ampio ventaglio di impieghi dal backbone al peering, dal data center interconnect allo scale-out metro core, dai servizi telco-cloud agli hyperscale data center IP fabric, tutte situazioni che richiedono elevata ampiezza di banda, bassa latenza e sicurezza senza compromessi. Sfruttando il Penta Silicon recentemente annunciato Juniper prevede di introdurre nuove generazioni di chipsets ExpressPlus e Q5 per rendere possibile il supporto nativo 400GbE e Flex Ethernet con una più stretta integrazione MACsec per impedire intercettazioni illegali di dati. La nuova generazione di silicio Juniper mantiene tutte le funzionalità delle generazioni precedenti, aggiungendo funzioni estese di telemetria oltre al  supporto SPRINGv6 e VXLAN EVPN.

Nel momento in cui service provider, operatori cloud e imprese devono affrontare le sfide poste dalla crescita esponenziale del traffico, Juniper continua a sfidare le attuali economie del networking in tutte le sue principali linee di prodotto per rispondere ai bisogni dei maggiori clienti. Con queste innovazioni Juniper offre ai suoi clienti una potenza senza precedenti garantendo allo stesso tempo la flessibilità e la programmabilità necessarie per adattarsi continuamente ai trend futuri.

News highlight

  • Trasporto IP
    • Juniper mette in pratica la strategia di crescita Wan 400GbE con la presentazione del nuovo 3-RU PTX10003  Packet Transport Router per backbone di nuova generazione, applicazioni data center interconnect e peering pronte per l’implementazione di 100GbE e 400GbE ad alta densità. Lo scale out è un principio progettuale fondamentale per molti fornitori cloud che devono rendere l’erogazione dei servizi più vicina agli utenti per garantire una user experience di qualità e costante: il nuovo PTX10003 (il primo router a trasporto di pacchetti dotato di interfaccia QSFP-DD universale multi-rate per garantire un aggiornamento semplice da 100GbE a 400GbE). offre questa caratteristica in un sistema di ridotte dimensioni  ed economico con supporto nativo MACsec per 160 interfacce 100GbE e supporto FlexE per 32 interfacce 400GbE. PTX10003, dotato del silicio ExpressPlus di nuova generazione sarà disponibile nella seconda metà del 2018.
  • Data center
    • Juniper ha potenziato gli switch data center della serie QFX con la tecnologia 400GbE per garantire la protezione degli investimenti negli IP Fabric di nuova generazione e consentire ai clienti di aumentare la capacità dei propri data center e gestire le applicazioni emergenti ad alte performance con il passaggio della connettività server da 50 a 100GbE. Unitamente a Contrail Enterprise Multicloud QFX semplifica l’automazione di molteplici infrastrutture cloud indipendenti da un unico punto di gestione.
      •  i nuovi switch QFX10003 offrono 32 porte 400GbE in un sistema compatto 3-RU e possono scalare a 16 porte 100GbE offrendo ai clienti la protezione degli investimenti durante la transizione a 400GbE. QFX10003, che sarà alimentato dal chipset Q5 di nuova generazione è dotato di un deep buffer con memoria Hybrid Memory Cube che permette di assorbire i picchi di traffico e ridurre la latenza delle applicazioni in ambienti 25GbE, 50GbE 100GbE crittati MACsec.  QFX10003 sarà disponibile nella seconda metà del 2018.
      • i nuovi switch QFX5220, dotati di chipset commerciale di ultima generazione, offre 32 porte 400GbE in un sistema 1-RU compatto. Questi switch offrono inoltre interfacce 50, 100 e 400GbE per connettività server e inter-fabric, garantendo versatilità di implementazione e protezione dell’investimento per il passaggio al cloud a 400GbE.  QFX5220 sarà disponibile nella prima metà del 2019.
  • Servizi Wan
    • La Serie MX 5G Universal Routing Platform recentemente annunciata, alimentata dal nuovo chipset Penta offre interfacce 400GbE e supporto nativo della crittografia MACsec e IPsec che può originare e terminare migliaia di sessioni IPsec senza che le performance ne risentano. 400G MPC10E sarà disponibile nella prima metà del 2019.

Come per le generazioni precedenti, le innovazioni degli chassis modulari Juniper continuano a garantire la protezione degli investimenti per l’ampia base installata di MX, PTX e QFX con un chiaro percorso di aggiornamento a 400GbE.

“L’onda di traffico di rete arriva da ogni angolo e investe tutti i settori. Il successo deriverà non solo dalla capacità di attrezzare la rete con le tecnologie idonee a gestire il traffico in modo sicuro ma anche dalla capacità i controllare i costi affinché il business sia sostenibile.  Oggi apriamo una nuova era accompagnando i nostri clienti verso la capacità di rete a 400GbE con la possibilità di utilizzo più completa, dal backbone al peering, dal, data center IP fabric al metro core, per consentire ai nostri clienti di lanciarsi nella nuova era della connettività”. – Bikash Koley, Chief Technology Officer, Juniper Networks.

“Operatori, fornitori di servizi cloud e imprese sono costantemente sotto pressione nell’affrontare in modo efficiente l’inesorabile crescita del traffico e in questo considerano il 400G un fattore chiave. Il 2018 segna l’inizio dell’adozione del 400G, con volumi in aumento nel 2019 conseguenti alla trasformazione in implementazioni delle attuali sperimentazioni 400G in corso su WDM, routing per i service provider e nei data center. Prevediamo che nei prossimi cinque anni verranno spesi 10 miliardi di dollari per le tecnologie 400G” – Matthias Machowinski, senior research director, IHS Markit.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Categorie: Reti e TLC