Roberto Finotti è il nuovo Direttore Commerciale di EOS Solutions

Novità in casa EOS Solutions. Roberto Finotti è il nuovo direttore commerciale del gruppo.

Finotti, 50 anni, originario di Bolzano, è cresciuto nelle file del gruppo EOS, dapprima in qualità di Sales Manager fino a divenire, lo scorso anno, responsabile della Business Unit Food.

Da sempre nel mondo IT, Finotti vanta un’ampia esperienza e professionalità che ha permesso al Gruppo Eos di poter annoverare tra i propri clienti aziende del calibro di Colussi, Asdomar, Spac e altri nomi di rilievo del settore Food e Manufacturing.

Finotti avrà il compito di coordinare l’intero reparto vendite del gruppo Eos Solutions, composto da 8 commerciali tra senior e junior dislocati nelle varie sedi aziendali in Italia. Il gruppo EOS dopo l’accordo con la tedesca Kumavision ha come obiettivo quello di diventare il primo partner a livello europeo di Microsoft, e di fatto lo è già, visti i numeri che le due aziende insieme possono vantare: 680 collaboratori, oltre 90mio di fatturato e 1600 clienti in tutto il mondo.

“Sono molto grato al management di EOS Solutions per avermi dato questa opportunità e sono molto contento, orgoglioso e motivato nell’iniziare questa nuova sfida – commenta Finotti – Stiamo parlando di una grande azienda con la quale collaboro da moltissimi anni che, durante questo periodo, ha saputo cogliere tutte le sfide che il mercato ha proposto continuando a crescere ed innovare. In questo momento Microsoft sta chiedendo ai propri partner un ulteriore sforzo per traghettare i clienti dall’offerta On Premise all’offerta On Cloud e noi siamo pronti a seguire questa rotta per continuare a far crescere il nostro business”.

Soddisfazione viene espressa anche dal presidente di EOS Solutions, Attilio Semenzato: “Ringraziamo Roberto per aver accettato questa posizione. Il nostro obiettivo ora è quello di fare fronte comune per affrontare le nuove sfide di cambiamento che Microsoft ci pone. Le prossime settimane saranno importanti per discutere insieme e definire la nostra strategia per il 2019 e per il futuro.”

Leggi anche:  Refurbed e GreenApes: buone azioni e tecnologia sostenibile, per il bene dell’ambiente