Apre domani Smau: gli appuntamenti e le novità da non perdere

Apre domani Smau: gli appuntamenti e le novità da non perdere
  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares

La prima giornata della 55ma edizione di Smau è caratterizzata da tre appuntamenti speciali: l’evento internazionale Italia RestartsUp dedicato all’Open Innovation, l’Intel Summit 2018 e la presentazione del terzo Osservatorio Open Innovation e Corporate Venture Capital in Italia. I temi caldi di questa edizione: pagamenti digitali e applicazione di tecnologie disruptive soprattutto nei settori commercio&turismo, sanità e industria 4.0

Apre domani la 55ma edizione di Smau Milano, l’evento B2B dedicato all’innovazione a 360° che ogni anno attira a Fieramilanocity imprenditori, manager di aziende e delle pubbliche amministrazioni, professionisti. Un’edizione fortemente internazionalizzata con la partecipazione, grazie anche a ICE – Italian Trade Agency, di imprese internazionali da 30 paesi diversi e che vuole dimostrare come l’Open Innovation sia la strada giusta per le imprese per crescere e rimanere competitive: lo testimoniano i 79 casi di successo che riceveranno il Premio Innovazione Smau e i dati dell’Osservatorio Open Innovation. Un’edizione che con le 400 aziende presenti, tra realtà consolidate e startup e dimostrerà ancora una volta quanto vivace sia la proposta di innovazione nel nostro Paese.

“Smau è un laboratorio di sperimentazione e di incontro dell’ecosistema italiano dell’innovazione” Anticipa Pierantonio Macola, Presidente di Smau. “Un luogo in cui ispirarsi attraverso la condivisione di alcune tra le più significative esperienze di innovazione di imprese ed enti locali e in cui stringere la mano a questi campioni d’innovazione: realtà come Carrefour, Enel, Eni, Danieli, Generali, Lago, Natuzzi, Parmalat, Paglieri e molte altre che rappresentano dei veri e propri modelli per le nostre imprese. Smau è anche il luogo dove scegliere i migliori partner in grado di guidare i processi di trasformazione digitale: attori già affermati a livello internazionale; nuovi player che seguono le imprese passo passo, costruendo per loro progetti sartoriali; startup, che grazie alla rapidità d’azione, alla creatività e al talento che le contraddistinguono, possono rappresentare il partner ideale per le imprese che cercano prodotti finiti da implementare rapidamente al proprio interno. Non solo, quest’anno incontrerete realtà che si stanno affermando nell’ecosistema dell’innovazione anche in settori diversi dall’ICT: parliamo di mobility, retail, pharma. Aziende come SisalPay, QVC, mytaxi e Dompé, sono modelli importanti per le imprese perché abbinano al successo sul mercato un’apertura privilegiata alle aziende interessate alla frontiera dell’innovazione. Ed è proprio quest’apertura all’innovazione proveniente dall’esterno, l’Open Innovation, sarà uno dei temi centrali di questa edizione di Smau: un’opportunità che molte imprese già hanno còlto o si apprestano a cogliere al volo come dimostrano i dati dell’Osservatorio Open Innovation e Corporate Venture Capital che sarà presentato proprio in questi tre giorni di Smau”.

L’evento di quest’anno evidenzierà anche il ruolo fondamentale che enti locali e pubblici in genere giocano nel promuovere innovazione nei loro territori, fra le varie agenzie di sviluppo e i recenti Punti Impresa Digitale (ubicati nelle Camere di Commercio) che a Smau presenteranno i risultati del loro primo anno di vita. Sono undici le Regioni che hanno scelto l’appuntamento a Fieramilanocity per presentare le loro politiche di innovazione, mostrandone anche i risultati con la partecipazione di decine di startup da loro sostenute: Valle D’Aosta, Liguria, Lombardia, Trentino, Veneto, Emilia-Romagna, Marche, Campania, Basilicata, Calabria e Sicilia. E la rappresentanza territoriale si allarga ulteriormente anche con le 15 startup di Invitalia l’agenzia nazionale per lo sviluppo, che amplia il viaggio nell’innovazione “made in Italy” ad Abruzzo, Lazio, Puglia e Sardegna e che, durante i tre giorni presenterà le diverse opportunità messe in campo a favore delle imprese e in particolare delle startup più innovative.

Leggi anche:  Zucchetti conferma la leadership nelle prenotazioni alberghiere con l’acquisizione di Simple Booking

GUARDA LA MAPPA INTERATTIVA DELLE STARTUP PRESENTI

Testimoni che l’innovazione che funziona non ha confini sono i partner di questa edizione in grado di guidare i processi di trasformazione digitale delle imprese di tutti i settori: Aruba, Register.it, Seeweb, Cisco, GData, Edisoftware, iGenius, Intel, Kaspersky, Arxivar, Elo Digital Office, Hevolus, Oracle, SAP e i suoi business partner InformEtica Consulting e Datalab saranno a disposizione per presentare la propria offerta e supportare i visitatori nella scelta delle soluzioni migliori per la propria impresa.

A dare il via alla tre giorni dedicata all’innovazione, l’evento di apertura di ItaliaRestartsUp, in programma alle ore 10 in Sala Plenaria in cui importanti imprese internazionali presenteranno il loro approccio al tema dell’Open Innovation. Dopo gli interventi introduttivi di Pierantonio Macola, Presidente di Smau, Piergiorgio Borgogelli, Direttore Generale ITA – Italian Trade Agency e di Stefano Nigro, FDI Department Director ITA – Italian Trade Agency si presenteranno tre testimonianze importanti di come aziende italiane, multinazionali ma anche Pubbliche Amministrazioni stanno approcciando i temi dell’open innovation. Saranno infatti chiamati sul palco Sergio Dompé, Presidente di Dompé Farmaceutici, Maurits Tichelman, Vice President Sales & Marketing Group, Global Market Reseller Channel Organisation INTEL Corporation e Valeria Fascione, Regional Minister for Startup, Innovation, Internationalization Regione Campania.

Italia RestartsUp proseguirà per tutta la giornata del 23 ottobre e del 24 ottobre con un programma serratissimo di incontri di matching one-to-one con oltre 60 imprese e investitori internazionali e con gli speed pitching delle startup, realizzati in lingua inglese e dedicati agli ospiti internazionali.

Alle 11:30 il programma degli eventi prosegue con l’Intel Summit 2018. Con questo appuntamento, Intel illustrerà la sua visione sui principali trend tecnologici che riguardano oggi le aziende e parlerà della sua strategia e delle sfide per il futuro. In un contesto dove il business delle aziende è sempre più guidato dai dati, con una riduzione dei costi del computing da un lato e un aumento delle prestazioni dall’altro, lntel spiegherà le aree principali su cui si concentrerà l’innovazione tecnologica a supporto delle imprese.

Il Pomeriggio del 23 ottobre sarà dedicato alla presentazione dei dati dell’Osservatorio sui modelli italiani di Open Innovation e di Corporate Venture Capital, promosso da Assolombarda, Italia Startup e Smau, in partnership con Cerved e in collaborazione con Confindustria e Piccola Industria Confindustria. Durante il pomeriggio sarà dato spazio anche alle esperienze più significative di Open Innovation in Italia. Dopo i saluti introduttivi di Alvise Biffi, delegato nazionale Startup Piccola Industria Confindustria e Assolombarda, Angelo Coletta, Presidente Italia Startup, Pierantonio Macola, Presidente SMAU. Interverranno Sergio Buonanno, Amministratore Delegato Invitalia Venture e Agostino Santoni, Amministratore Delegato Cisco per poi dare parola a Gianluca Giovannetti, Direttore Centrale Innovazione e Servizi Business di Amadori, Silvano Mottura, Direttore Generale di Ebano SpA, Giuseppe Iacobelli, Consigliere Delegato JCube – Gruppo Maccaferri, Leonardo Raineri, Innovation Manager di Miroglio, Davide Pandini, Advanced CMOS Technology Technical Director di STMicroelectronics.

Il confronto sull’innovazione, declinato nei singoli segmenti del processo di impresa proseguirà durante l’arco delle tre giornate e riguarderà i settori più importanti del sistema produttivo italiano: industria 4.0, commercio e turismo, sanità, agrifood, smart communities, per evidenziare, attraverso un programma di Smau Live Show, le esperienze più importanti di trasformazione digitale messe in atto dalle imprese private e pubbliche che, nei tre giorni riceveranno il Premio Innovazione Smau. AXA, Carrefour, Enel, Danieli, Generali, Lago, Parmalat, Paglieri sono alcune delle 79 realtà premiate.

Leggi anche:  Octave Klaba nomina Michel Paulin CEO del Gruppo OVH

Novità molto apprezzata dello scorso anno, tornano anche nel 2018 gli Startup Safari, in collaborazione con l’Università Bocconi: durante i tre giorni le imprese in visita sono accompagnate a conoscere startup e aziende digital nel settore di riferimento presenti a Smau e i loro progetti di innovazione, che possono sposarsi con le esigenze delle imprese stesse nell’ottica della trasformazione digitale.

Importanti eventi di matching sono, infine, i tavoli di lavoro tematici, eventi a porte chiuse dove si incontrano aziende della domanda con startup selezionate e player digitali. A Smau, infatti, si terrà l’appuntamento nazionale con il Laboratorio sulle Politiche di Ricerca e Innovazione istituito dall’Agenzia per la Coesione Territoriale per favorire il confronto tra le amministrazioni regionali in tema di S3, per costruire sinergie tra il sistema della ricerca e quello dell’industria e per supportare il rafforzamento dei sistemi innovativi regionali, nell’ottica generale di migliorare la qualità della spesa dei Programmi. Il 23 ottobre appuntamento anche con il Tavolo organizzato da Dompé proprio con l’obiettivo di entrare in contatto con nuovi partner nel mondo dell’innovazione. Sarà inoltre realizzato un tavolo di lavoro dedicato al mondo del Commercio e Turismo, proprio con l’obiettivo di facilitare l’incontro tra il mondo della domanda e l’offerta di innovazione presente in fiera.

Smau è da sempre anche spazio di formazione e aggiornamento per chi vuole restare al passo con le innovazioni che interessano il proprio settore: il programma degli oltre 300 workshop gratuiti darà spazio a contenuti formativi che parleranno di Realtà Aumentata, Intelligenza Artificiale, cyber security, GDPR, IoT, lean production e Industry 4.0, SEO, Internazionalizzazione, innovazione nell’Agrifood, startup e Open Innovation, cloud e big data, oltre a tutte le tematiche legate al marketing digitale e ai social media per il business.

10 INNOVAZIONI DA NON PERDERE A SMAU

Sono più di 400 le novità in mostra presentate da startup e imprese, molte le innovazioni e le tecnologie disruptive che permetteranno ai visitatori di avere un’anticipazione su un futuro, ormai prossimo. Smau Sarà anche l’occasione per fare nuove e coinvolgenti esperienze in Realtà Virtuale, Realtà Aumentata e Mixed Reality. Presso lo stand dell’azienda Hevolus sarà possibile vivere un’ emozionante esperienza di Mixed Reality: indossati i visori di realtà mista, il visitatore potrà navigare all’interno di un ambiente da arredare, scegliere i modelli d’arredo, provandone colori e materiali, e sperimentandone la disposizione nell’ambiente. Digital Mosaik ci farà vivere una giornata sulle Dolomiti, ammirando un’alba da un rifugio o provando sport come parapendio, snowboard, climbing, trekking, canoa e molto altro. Immersio invece ci trasporterà in una sala operatoria, mostrando come, attraverso la realtà virtuale scuole di chirurgia e ospedali simulano interventi delicatissimi, riducendo così i margini di errore. Un filo conduttore che accomuna alcune delle proposte presenti è quello della tecnologia indossabile: dagli smartwatch dallo stile classico di Epochè alla la linea di giacche termoregolabili dal proprio smartphone di EB-HI TECH, dalla T-Shirt intelligente dotata di sensori per il monitoraggio dei parametri vitali di LET’S, fino agli occhiali anti luce blu di Nowave. Per gli amanti delle due ruote sarà presente Vins è una casa costruttrice nonché startup nata nel cuore della Motor Valley, specializzata nella costruzione di motociclette sportive, in serie limitata.

Leggi anche:  MISE: 320 milioni per le imprese che innovano

Grazie alle ultime tecnologie e alle competenze del personale altamente qualificato, nasce una moto leggera e prestazionale. L’innovazione tecnologica insita in essa unita ai diversi brevetti depositati ne fanno un esempio di qualità ed ingegno made in Italy. Le innovazioni a Smau spaziano su ogni fronte, anche in ambito agrifood: Revoilution presenterà EVA il primo mini frantoio domestico, capace di rendere ogni piatto più gustoso e salutare, grazie al suo Olio Fresco in ogni momento dell’anno e in qualsiasi luogo, 100% naturale e personalizzato. Questo è possibile grazie all’innovativo elettrodomestico EVA e alle Polpe di Olive, ovvero olive raccolte, denocciolate e abbattute. Molte le idee anche in ambito sport-tech, come ad esempio quella di MediaClinics Italia, startup innovativa che si occupa della progettazione e dello sviluppo di soluzioni IT per i settori della salute, del benessere e dello sport. La startup sfrutta le tecnologie basate su sensori indossabili, per realizzare applicazioni nel campo della wearable health. Diversi i prodotti realizzati, tra cui, ad esempio, in ambito sportivo, Sports Biometrics, un progetto che ha l’obbiettivo di creare un prodotto, rivolto ai giocatori di tennis, che mira a fornire uno strumento tecnologico per il monitoraggio e il miglioramento delle prestazioni sportive. Il focus di Sports Biometrics è il movimento esatto da compiere durante il servizio del tennis. L’atleta avrà la possibilità di monitorare i suoi progressi e comparare in tempo reale le sue performance con quelle dei più grandi campioni della disciplina

Appuntamento quindi a Milano, padiglione 4 di Fieramilanocity, il 23, 24, 25 ottobre dalle ore 9.30 alle 17.30. Iscrizioni sul sito https://www.smau.it/milano18/


  • 2
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    2
    Shares
Categorie: Mercato