Lenovo: un caso di successo realizzato in tre

Lenovo: Project Blue un caso di successo realizzato in tre

Lenovo, SAP e Italtel presentano a Milano i risultati del Blue Project, sviluppato e realizzato in collaborazione per portare la trasformazione digitale in un’azienda storica dell’ICT

«La trasformazione digitale è una realtà che riguarda tantissime aziende multinazionali nel Sud Europa», ha esordito con questa affermazione Matteo Losi, Innovation Director Emea South di SAP. «Noi di SAP siamo abilitatori che si affacciano sull’era post-digitale». Dal canto suo, Sirti ha abbracciato la trasformazione digitale fin dal 2016: «Si tratta di un percorso che abbiamo iniziato due anni fa – ha confermato Vincenzo De Lisi, CIO di Sirti – pensato per rigenerare e far crescere il nostro business. È anche una trasformazione culturale dell’azienda, che ha coinvolto le nostre persone e pertanto ha visto una stretta collaborazione tra CIO e Direzione del personale». Sirti, nata nel 1921, è oggi una realtà con 4.400 addetti, di cui 2.700 sul territorio, in circa 30 sedi diverse. Il progetto Blue Project, realizzato con SAP e Lenovo, ha visto l’implementazione di appliance ThinkSystem di Lenovo, collegate alla piattaforma gestionale nel cloud SAP S/4HANA, e tre obiettivi da raggiungere: migliorare governance e controllo, incrementare l’efficienza operativa, implementare processi standard in tutta l’azienda attraverso un vero e proprio Company Model. «Il vero obiettivo finale è sempre stato quello di semplificare – ha aggiunto De Lisi – e l’abbiamo raggiunto con la scelta di una sola appliance, di Lenovo, e di una sola piattaforma, di SAP. Oggi tutti i processi aziendali sono concentrati su questa soluzione».

Diagnosi di un successo

«Abbiamo scelto l’hardware più adatto a supportare una soluzione in grado di eseguire operazioni molto pesanti e rapide sui dati – ha proseguito Losi -. Lenovo ThinkSystem si è rivelata la scelta più corretta». Il futuro appartiene alle soluzioni di AI, che «aiuteranno le aziende a prendere decisioni più consapevoli e aderenti ai fatti». Per quanto riguarda il progetto Sirti, in definitiva «è stato rispettato il budget dei costi previsto» e «anche i tempi sono stati rispettati – ha confermato Alessandro de Bartolo, Country General Manager per l’Italia di Lenovo Data Center Group – e questo è ciò che possiamo garantire ai clienti, certezza dei tempi di esecuzione e certezza del Tco, il Total cost of ownership della soluzione».

Leggi anche:  Microsoft non supporterà più Skype Classic

Per il futuro, sono già in cantiere sviluppi interessanti, come lo spegnimento, pianificato per metà del 2019, dell’ultima macchina legacy ancora attiva in Sirti e il passaggio completo nel cloud. «La scelta di Lenovo e SAP come fornitori è stata fatta anche per garantire la massima omogeneità in tutte le country in cui è attiva Sirti», ha aggiunto De Lisi. Infine, anche Lenovo ha in serbo qualche novità importante per le proprie piattaforme. «Per Lenovo c’è in atto l’impiego di SAP S4/HANA con le proprie soluzioni iperconvergenti», ha concluso de Bartolo.

I risultati del Blue Project, il video