Nasce il provider hosting 1&1 Ionos

Nasce il provider hosting 1&1 Ionos
1&1 e ProfitBricks hanno dato vita a 1&1 Ionos

1&1 e ProfitBricks hanno unito le loro forze per supportare meglio le imprese in tutte le fasi della vita aziendale, dalla creazione del sito Web ad attività più complesse

1&1, fornitore di servizi cloud e hosting a livello globale, e ProfitBricks, specialista tedesco di soluzioni per le infrastrutture cloud acquisito nel 2017 da United Internet AG, società capogruppo di 1&1, hanno unito le loro forze dando vita a 1&1 Ionos.

La nuova realtà, la cui sede centrale è in Germania, ha l’obiettivo di imporsi come il primo provider hosting in grado di guidare le imprese in tutte le fasi dello sviluppo aziendale, dalla creazione del primo sito Web alla realizzazione di un sistema di vendita per lanciare i propri server o implementare l’infrastruttura cloud aziendale sviluppata direttamente da 1&1 Ionos. Le aziende potranno usare anche numerose applicazioni cloud a supporto delle proprie attività.

Il nuovo brand consentirà a tutti i clienti di utilizzare gratuitamente un consulente personale come punto di contatto per le domande riguardanti i prodotti, il contratto e le strategie per avere successo su Internet. Il marchio 1&1 Ionos possiede data center in dieci Paesi d’Europa e negli Stati Uniti, che agiscono nel rispetto delle linee guida europee su sicurezza e protezione dei dati.

Achim Weiss, fondatore di ProfitBricks, è il CEO di 1&1 Ionos e responsabile della strategia e dello sviluppo di prodotto della nuova società. «In questi anni ho contribuito personalmente a favorire il passaggio di 1&1 da piccola startup di Internet a provider internazionale» – commenta Weiss, che ha anche ricoperto per 10 anni il ruolo di direttore tecnico in 1&1. «1&1 Ionos combina i punti di forza delle due realtà da cui nasce. Rendere disponibile un consulente personale gratuito a tutti i clienti nel mondo è una dimostrazione di come il cliente sia al centro della nostra filosofia aziendale».

Leggi anche:  Spotify si arrende agli artisti e modifica le regole contro l'odio

1&1 Ionos sostituisce i marchi 1&1 Internet e ProfitBricks in Germania, Francia, Regno Unito, Italia, Canada, Messico, Austria, Spagna e Stati Uniti. Le altre società del gruppo 1&1 che in Germania offrono connessione DSL, Internet mobile e fibra ottica ad alta velocità non rientrano nella fusione.

Supportare le PMI

Come realtà esperta in ambito IaaS, 1&1 Ionos si rivolge in particolare alle piccole e medie imprese. Il portfolio comprende anche soluzioni pensate per rendere visibile il business online degli utenti e dare supporto al lavoro in digitale. Alle Pmi 1&1 Ionos rende disponibili applicazioni, server e servizi per diverse esigenze, dal registrare un indirizzo Internet individuale al creare un sito Web, allo spostare i processi back-office nel cloud, all’orchestrazione di container cluster.

L’azienda vanta oggi 8 milioni di contratti con i clienti e ospita più di 12 milioni di domini nei data center situati in tutto il mondo. Nel settembre scorso, prima dell’annuncio della nuova società, 1&1 aveva presentato  una nuova gamma di server dedicati progettati insieme a Intel. Questi server impiegano sistemi hardware di fascia enterprise per rendere disponibili anche alle Pmi elevati livelli di performance e componenti hardware avanzati da integrare nella loro infrastruttura IT.

Andare oltre il cloud

Il nome 1&1 Ionos trae ispirazione dalla Ionosfera, la parte superiore dell’atmosfera terrestre che contiene un’elevata concentrazione di ioni ed elettroni liberi. Si riferisce anche al business, supportato dall’azienda, delle “tecnologie cloud”. Considerando che il termine cloud è molto usato, si è cercato un nome che andasse “oltre le nuvole”, per indicare un luogo ambizioso che funge da gateway per opzioni esplorabili tramite tecnologie innovative.

Leggi anche:  YouTube prepara un tool per combattere i video rubati

Il logo aziendale si distingue per una “n” stilizzata, che sta per la “e” italiana di congiunzione, come in Rock’n Roll. Le lettere “Io” stanno per “Input Output” mentre “os” sta per “sistema operativo”.