Samsung acquisisce la spagnola Zhilabs per l’analisi delle reti 5G

TIM e Samsung Electronics insieme per il lancio del 5G in Italia
TIM e Samsung Electronics firmano un accordo di collaborazione per il lancio dei servizi 5G di TIM in Italia

Samsung ha acquistato Zhilabs, azienda di Barcellona che si occupa di analisi delle prestazioni e della stabilità di reti mobili. L’obiettivo dell’acquisizione è ampliare le competenze in ambito 5G

Samsung conferma la volontà di investire in aziende che si occupano di intelligenza artificiale, connettività 5G e componenti elettroniche per automobili. Il colosso coreano ha acquisito Zhilabs, azienda spagnola che si occupa di analisi dei dati delle infrastrutture di rete mobile. La società con sede a Barcellona è nata nel 2008 e fornisce i suoi strumenti di monitoraggio a circa 50 società di telecomunicazioni tra HP e Vodafone. La multinazionale coreana non ha reso pubbliche le cifre dell’accordo ma è probabile che attraverso la collaborazione con Zhilabs potrà contare sul suo know how per progetti nel campo dell’Industry of Things, oggetti connessi e smart car. “Il 5G consentirà di fornire servizi senza precedenti, per i quali gli strumenti di analisi di rete automatizzati e intelligenti sono fondamentali – ha spiegato Youngky Kim, presidente e General Manager di Samsung – L’acquisizione di Zhilabs aiuterà Samsung a soddisfare queste richieste per assicurare a ciascun abbonato il miglior servizio possibile. Oltre al 5G, l’intento è quello di investire anche in altre opportunità di business legate alle tecnologie emergenti”.

“La tecnologia 5G potrebbe rappresentare un punto di non ritorno nel campo delle telecomunicazioni, ma avrà successo solo se la qualità delle reti che trasferiscono le informazioni potrà essere misurata e migliorata per fornire un’esperienza migliore agli utenti. Zhilabs è lieta di entrare a far parte della famiglia Samsung e di fornire i prodotti software utili per monitorare in modo efficiente le reti 5G”, ha commentato Joan Raventos, CEO dell’azienda spagnola appena acquisita. Samsung lo scorso agosto aveva annunciato che avrebbe investito 22,23 miliardi di dollari nel settore delle tecnologia emergenti e soprattutto che l’idea è quella di portare a mille il numero di ricercatori che lavorano all’intelligenza artificiale nei suoi laboratori sparsi per il mondo.

Leggi anche:  BT velocizza le comunicazione dell'Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare di Parma