Oval Money lancia la campagna social #Spicciamoci

Oval Money lancia la campagna social #Spicciamoci
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

#Spicciamoci è la campagna social di Oval Money per sensibilizzare i Millennials al risparmio

#Spicciamoci è la campagna online di Oval Money pensata per diffondere i principi di educazione finanziaria e sensibilizzare al risparmio a lungo termine.

Se è vero, come dimostra la recente ricerca Oval – Jeme Bocconi, che solo l’8% dei millenials pensa concretamente a risparmiare, #Spicciamoci è un’azione per cercare di invertire questa tendenza e avvicinare al risparmio il target oggi più lontano: i giovani.

La campagna vivrà su Facebook, Instagram, Twitter e Youtube e coinvolgerà alcuni dei creator digital più interessanti e innovativi, che si uniranno a Oval nel lanciare un monito che inviti anche i più giovani a far presto, a spicciarsi appunto, e iniziare a risparmiare per il loro futuro.

Parteciperanno a #Spicciamoci Dio e Osho con le loro battute caustiche, Fabio Celenza, il doppiatore diventato una star del web per i suoi monologhi irresistibili, Giacomo Hawkman con le sue interviste sadiche e le esilaranti “ragazze” di Gordon.

Gli utenti saranno parte attiva della campagna digital. A loro, infatti, sarà destinata una divertente call to action che li porterà a sfidarsi a colpi di fotografie. In palio un viaggio con soggiorno a New York che andrà a colui che saprà scattare la più bella foto ricordo alle monete destinate ad andare progressivamente e irrimediabilmente in pensione. Il count-down per gli spiccioli da 1 e 2 cent è già partito, dal 1 gennaio di quest’anno infatti si è fermata loro la produzione.

La campagna promossa da Oval Money avrà un sito dedicato www.spicciamoci.com: qui saranno raccolti infatti tutti i contributi foto e video condivisi dagli utenti sui proprio profili social attraverso l’hashtag #spicciamoci.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Leggi anche:  Mèmora, la nuova piattaforma open source per i beni culturali piemontesi
Categorie: Web e Social
Tags: fact, hoot