A Domodossola connessione a 100 MB grazie a EOLO

EOLO porta la connessione a 100 MB a Domodossola

Si amplia la disponibilità della connessione ad alta velocità in provincia di Verbano-Cusio-Ossola 

EOLO ha annunciato di aver reso disponibile la connessione ad alta velocità nel comune di Domodossola. Con l’annuncio odierno diventano 46 i comuni della provincia di Verbano-Cusio-Ossola coperti dal servizio a 100 mega di EOLO, che ha la missione di portare connettività stabile a banda ultra-larga in aree del Paese non raggiunte dalla fibra ottica.

Le famiglie e le imprese di Domodossola da oggi possono essere connesse a Internet a 100 MB grazie EOLOwaveG, tecnologia proprietaria di EOLO che eroga connettività su frequenza 28GHz. Questa nuova rete permetterà a oltre 3,5 milioni di famiglie e imprese in Italia ancora oggi soggette ad un ormai anacronistico “speed divide” di avere accesso ad Internet in banda ultra-larga.

Luca Spada, Presidente e fondatore di EOLO, ha dichiarato: “La mission di EOLO è quella di portare Internet dove gli altri non arrivano, abilitando sempre nuovi territori attraverso la nostra tecnologia proprietaria. Siamo orgogliosi di poter dare nuovo slancio alle imprese e a tutti gli abitanti di quelle zone d’Italia che non avevano, fino a oggi, la possibilità di connettersi alla rete in modo stabile e veloce. Portare connessione, per EOLO, vuol dire sostenere la competitività a livello economico, garantendo attrattività e crescita per il territorio”.

Grazie alla sua soluzione tecnologica, EOLO riesce a sviluppare la connettività nelle aree scarsamente connesse. Le province coinvolte sono state identificate sulla base dei fabbisogni emergenti e fanno registrare i maggiori tassi di crescita nella connessione Internet via radio, che in media si sviluppa a tassi doppi rispetto al mercato della connettività via fibra.

Ad oggi EOLO vanta oltre 350 mila famiglie e imprese tra i clienti attivi, realtà che vivono e operano in circa 5900 comuni in 14 regioni del Nord e Centro Italia.

Leggi anche:  VoiP e Unified Communications: nuovi sviluppi per il personale IT aziendale