Apple punta dritto alla doppia autenticazione su iOS e macOS

Apple punta dritto alla doppia autenticazione su iOS e macOS

Il doppio step di verifica diventerà sempre più centrale nelle politiche di sviluppo su piattaforme mobili e desktop per aumentare la sicurezza

Apple ha intenzione di spingere sempre più verso l’autenticazione a due fattori. Lo farà sia dal punto di vista degli utenti che da quello degli sviluppatori, partendo da quest’ultimi. In che modo? Invitando, per così dire, i developer, ad assicurare i loro account con la doppia verifica, sia che producano lavori per iOS che macOS. In questo modo, Cupertino si tutelerà circa il fatto che le applicazioni inviate per la prima volta allo Store, oppure aggiornate, non abbiano alcun problema di sicurezza, seppur i suoi tecnici controllino pedissequamente il codice alla ricerca di problemi, che si tratti di malware o quant’altro.

Secondo Apple Insider, la compagnia ha inviato una comunicazione in cui avvisa che, a partire dal 27 febbraio, permetterà l’accesso alla piattaforma di sviluppo solo con la 2FA abilitata. “Questo ulteriore livello di sicurezza per l’ID contribuisce a garantire che tu sia l’unica persona in grado di usare l’account”.

Come rendere più sicuro l’Apple Store

La 2FA sta diventando uno standard quando si tratta di utilizzare servizi digitali e non sarebbe così strano che la stessa strategia messa in campo da Apple nei confronti degli sviluppatori possa prima o poi concretizzarsi anche per gli utenti. Qualcuno dirà che il doppio step di verificare può rallentare le cose, quando si tratta di accedere alle applicazioni che usiamo più spesso. Vero, indubbiamente, ma si tratta di un male indolore da sopportare per evitare danni successivi peggiori. Questo è valido soprattutto se si considera che, ancora oggi nel 2019, molte persone usano chiavi di accesso fin troppo deboli per piattaforme più o meno sensibili.

Ad ogni modo, la scorsa settimana un utente negli Stati Uniti ha citato in giudizio Apple proprio per la doppia autenticazione, asserendo che il processo causa una perdita di tempo elevata, dovuto sia alla necessità di ricordare la prima password che il numero di telefono su cui ricevere il secondo codice. In base alla denuncia, quando viene richiesta l’autenticazione a due fattori, il procedimento richiede dai due ai cinque minuti per essere portato a termine.

Leggi anche:  Streaming illegale: il gioco vale la candela?