SWIFT apre il KYC Registry alle Corporate

gpi swift

KYC Registry fornirà alle banche informazioni fondamentali sulle aziende

SWIFT annuncia che aprirà il KYC (Know Your Customer) Registry, piattaforma leader di settore, anche al segmento corporate.

Nella prima fase, dal quarto trimestre del 2019, tutte le 2.000 aziende collegate a SWIFT potranno aderire al KYC Registry e utilizzarlo per caricare, conservare e condividere le informazioni KYC con le proprie banche di riferimento.

Consentire alle imprese di aderire al KYC Registry rappresentera’ una importante innovazione, sia per le aziende multi-banca sia per le banche stesse, che già beneficiano della presenza nella piattaforma di oltre 5.100 banche e che riconoscono i reali vantaggi dell’includere nel registro anche le aziende.

Le grandi corporate operano con molte banche localizzante in diverse giurisdizioni, con le quali hanno necessita’ di scambiare informazioni per consentire l’adempimento delle misure di adeguata verifica. Frequentemente capita che i dati sianodetenuti in luoghi diversi, che siano incompleti o non aggiornati, il che rende il processo dispendioso in termini di tempo per le aziende e per le banche.

L’assenza di uniformità, i diversi requisiti giurisdizionali e la mancanza di dati standardizzati aumentano ulteriormente le inefficienze nel quadro dell’adeguata verifica dei soggetti corporate

Il KYC Registry è un portale online dedicato alle istituzioni finanziare, predisposto per lo scambio bilaterale delle informazioni di adeguata verifica. La piattaforma consente alle banche di condividere i propri dati e documenti KYC con i corrispondenti in modo sicuro, standardizzato e controllato, nonché di accedere ai profili KYC completi e convalidati dei corrispondenti, con un conseguente risparmio di costi e maggiore efficienza nei processi di adeguata verifica.

L’inclusione del segmento corporate consentirà alle corporate stesse di caricare informazioni standard sul KYC Registry e di scambiare ulteriori documenti rilevanti richiesti dalle loro banche, garantendo in tal modo il più alto livello di fruibilità della piattaforma. Le banche trarranno vantaggio dall’accesso alle informazioni delle corporate attraverso lo stesso repository centrale che utilizzano per i controlli di adeguata verifica nell’ambito dei rapporti di corrispondenza, consentendo in tal modo una efficace condivisione dei dati attraverso una utility sicura, ed eliminando duplicazioni e inefficienze.

Leggi anche:  Strong Customer Authentication: i retailer sono pronti?

Marie-Charlotte Henseval, Head of KYC Compliance Services SWIFT, ha dichiarato: “I tesorieri in ambito corporate indicano l’adeguata verifica come una delle tre principali sfide che devono affrontare nel campo delle relazioni bancarie. Siamo lieti di estendere al segmento corporate, quello che è già il più grande registro KYC per le banche a livello globale. Questa utility unica e consolidata offre gia’ notevolibenefici alle banche, e la sua estensione alle aziende apporterà loro gli stessi vantaggi, con uno standard riconosciuto dalla comunità e una piattaforma sicura che consente una efficiente condivisione dei dati.”

Stephan Ziegler, Head of Bank Relations di Siemens Treasury, ha affermato: “In quanto società globale, gli sforzi di Siemens per implementare le attività di adeguata verifica si presentano come un processo ripetitivo, lungo e complicato. Noi di Siemens Treasury siamo costantemente alla ricerca di soluzioni per migliorare la nostra efficienza. Con l’annuncio del lancio di KYC for Corporates, da parte di SWIFT, siamo lieti di vedere che un importante player del settore si stia muovendo per rispondere allenostre esigenze di efficienza, potendo contare sul pieno appoggio della sua comunità bancaria e aziendale.”

John Colleemallay, Senior Director Group Treasury & Financing di Dassault Systèmes, ha detto: “KYC for Corporates è un sogno diventato realtà per tutti i tesorieri, tenendo conto del pesante carico di lavoro per fornire la stessa documentazione, in diversi formati piu’ volte ad ogni nostro partner bancario. Siamo entusiasti di poter avere un registro condiviso e sicuro attraverso il quale poter completare i processi di adeguata verifica in modo più rapido e agevole.”

Daniel Ochsner, Member of Management, Würth Finance International B.V. and Chairman di SWIFT Corporate Group Switzerland, ha aggiunto: “Siamo felici di vedere che SWIFT abbiacreato nella propria comunità bancaria, il consenso per permettere alle aziende una esperienza di KYC due diligence semplificata. Il successo del KYC Registry per le banche e la fiducia riposta in SWIFT ci danno grande comfort nel procedere allo scambio di documenti e informazioni con i nostri partner bancari internazionali”.

Leggi anche:  Oltre 1,2mln di clienti acquisiti da parte di Banche, Assicurazioni e Fintech nel 2018 grazie a financeAds International