AirPods 2 in arrivo ad aprile

Amazon sfida gli AirPods di Apple

L’evento del 25 marzo servirà a lanciare la nuova generazione di auricolari, in vendita qualche giorno dopo online e negli Apple Store

Apple dovrebbe svelare la sua seconda generazione di AirPods durante l’evento del 25 marzo, focalizzato sulle novità dei servizi. A rivelarlo è il sito AppleSfera, che afferma di aver sentito da un certo numero di “fonti del settore” che la Mela ha già completato la produzione del primo lotto, pronto così a entrare nelle case, cioè nelle orecchie, dei consumatori. Nonostante protagonista del keynote di fine marzo il lancio di Apple News, piattaforma aggregatore di notizie a pagamento, è chiaro che un oggetto hardware con il logo di Cupertino fa sempre scalpore, anche perché questa volta la compagnia dovrà davvero aver lavorato a fondo per cercare di migliorare un accessorio di per sé già molto vicino alla perfezione.

Cosa ne sappiamo

Con una pubblicazione sull’Apple Store confermata per il 29 marzo, il sito web sostiene che gli AirPod di prima generazione arriveranno al loro ultimo giorno del “ciclo di vita” nelle 24 ore antecedenti e c’è uno screenshot condiviso da un insider che fa da prova dell’ammissione: dal 28 marzo Apple non supporterà più gli AirPod originali. A dire il vero, non è la prima volta che abbiamo sentito la data del 29 marzo; all’inizio di questo mese una voce suggeriva che Cupertino avrebbe rilasciato il suo tanto atteso caricatore AirPower, gli AirPods 2 e nuovi iPad proprio quel giorno. Non sappiamo molto altro ma gli AirPods 2 potrebbero non essere l’aggiornamento principale che in tanti si aspettano.

AppleSfera riferisce che esteticamente saranno molto simili al modello esistente, a parte una custodia di ricarica wireless, capace di ricevere energia proprio dall’AirPower di cui sopra. Altre fonti suggeriscono che le cuffiette avrebbero una serie di nuove funzionalità, tra cui il supporto Siri integrato, la possibilità di effettuare misurazioni biometriche e una nuova colorazione nera. Ma c’è confusione a riguardo: gli AirPods in via di presentazione, più verosimilmente, saranno un refresh di quelli in commercio, con la generazione successiva destinata a debuttare a settembre, con gli iPhone. Ci chiediamo il senso, fosse vero, di distribuire gadget del genere a qualche mese da un loro upgrade. E se lo chiederebbero anche i consumatori, ovviamente.

Leggi anche:  Facebook saluta il drone Aquila, ha altri progetti per il digital divide