Huawei offre il proprio 5G ad Apple

Huawei offre il proprio 5G ad Apple

A causa dei probabili ritardi nella consegna dei modem 5G da parte di Intel, Huawei potrebbe inserirsi come nuovo fornitore di chip per l’iPhone 5G

No, non è uno scherzo d’aprile, ma ci sarebbe stato molto bene. A quanto pare, a seguito delle varie problematiche che stanno disegnando la complicata storia 5G di Huawei, il gruppo cinese si sarebbe offerto ad Apple in quanto a infrastruttura e hardware di rete per il prossimo standard di connessione. Secondo alcune fonti oltreoceano, Huawei sarebbe disposta ad adattare il chip proprietario, il Balong 5000, esclusivamente per la Mela, ossia personalizzandolo per finire in un ipotetico iPhone 5G, che si farà di certo ma solo quando il relativo modem da parte del primo fornitore di Cupertino, Intel, sarà pronto per l’invio alle fabbriche di assemblaggio, ovvero prima o poi tra il 2020 e il 2021. Ed è proprio basandosi su tale tempistica che Huawei vuole inserirsi nella supply chain di Apple.

Cosa potrà succedere

Nonostante Intel continui ad affermare di poter dar seguito alle tempistiche di consegna dei modem XMM 8160 5G, tra le mura di Apple la fiducia non è più la stessa di prima. Lanciare un iPhone 5G nel 2021 vorrebbe dire arrivare due anni dopo le principali rivali, come Samsung e Huawei, che hanno in programma i rispettivi top di gamma aggiornati con un’antenna super veloce già entro il 2019. Qui non è questione di design o software ma di hardware e mai come ora, giungere con un certo ritardo potrebbe voler dire perdere tempo per le sperimentazioni, l’affinare la costruzione e le ottimizzazioni di sistema. Insomma, un vero danno per il gruppo statunitense.

Non a caso, pare che l’azienda abbia avuto colloqui con Samsung e MediaTek per i modem 5G, ma nessuna delle due è in grado di fornire i chip per un iPhone 5G in tempo per il 2020. Huawei sembra altrettanto improbabile come partner, ma il suo modem è già in fase di definizione, pronto per entrare in qualsiasi lab, anche quelli di Apple.

Certo è che Huawei non è nota per le vendite di chip, e all’inizio di quest’anno un rappresentante ha dichiarato che i 5G Balong sono destinati esclusivamente all’uso interno. Inoltre, è molto improbabile che Apple si rivolga a Huawei, a causa dei problemi che l’azienda cinese ha dovuto affrontare negli Stati Uniti; al governo è stato vietato l’uso di dispositivi marchiati con la grande H, e da allora il paese sta facendo pressioni sugli alleati stranieri affinché seguano lo stesso esempio.

Leggi anche:  AI e Smart Tv: ZTE lancia il Set Top Box 4K di seconda generazione