Apple rilascia iOS 13.3 con supporto per le security key

Apple non ha ancora risolto il bug del testo sugli iPhone

Questa volta il minor update porta con sé non solo correzioni di bug ma anche un nuovo livello di sicurezza per le app integrate

Sotto un certo punto di vista è un record: iOS 13 è riuscito a superare otto aggiornamenti software in due mesi: un processo così traumatico che ha cambiato il modo in cui l’azienda lavorerà in futuro in quanto a rilascio di update. Con l’arrivo di iOS 13.3, Apple mette sul mercato qualcosa di più di un pacchetto che va a correggere bug e vulnerabilità, abilitando invece delle funzioni molto importanti in quanto a sicurezza. Questa volta, la funzione principale è la possibilità di utilizzare i dispositivi di sicurezza USB-C, NFC e Lightning conformi a FIDO2 all’interno di Safari. È un ulteriore livello di difesa a dimostrazione della validazione dell’accesso quando si inserisce la password per certi servizi via Safari, tra cui Gmail, Twitter, Outlook e Facebook.

Più sicurezza

Altra novità di iOS 13.3 son i cosiddetti “limiti di comunicazione”. Si tratta di un derivato del controllo parentale, che consente ai genitori di stabilire esattamente chi può e non può contattare i propri figli. I contatti approvati possono essere impostati, ma solo per le app Apple di prima parte come Telefono, FaceTime, Messaggi e iCloud – anche se, naturalmente, i controlli regolari possono bloccare tutte le app installate che potrebbero eludere tale scappatoia.

Nuovo layout per Apple News, che mira ad adattarsi meglio alle storie degli editori, da scegliere come preferite o meno. E, naturalmente, non sarebbe un aggiornamento di iOS 13 senza alcuni bug da eliminare. Questa volta, Apple ha risolto tutta una serie di piccole cose, dalla ricarica wireless lenta ai badge delle chiamate perse che non svaniscono sull’app del telefono. C’era pure un bug che mostrava erroneamente i dati cellulari come disattivati, ora risolto.

Leggi anche:  FAAC con VEM sistemi per un Digital workplace in grado di aumentare produttività e competitività