Alessandro Colasanti è il nuovo AD di SoftwareONE Italia

Alessandro Colasanti è il nuovo AD di SoftwareONE Italia
Ascolta l'articolo

SoftwareONE è lieta di annunciare che, a partire dal 1° ottobre 2020, Alessandro Colasanti assumerà la carica di Amministratore Delegato di SoftwareONE Italia.

Colasanti, che in precedenza ricopriva il ruolo di Service Manager e che ha portato l’azienda a fare importanti passi avanti verso la sua trasformazione da LSP a società di servizi,  è stato identificato dall’Executive Board dell’azienda come il candidato ideale per realizzare la Vision2022 di SoftwareONE Italia.

“Proprio in questo momento, in cui i servizi sono fondamentali per la nostra strategia di business, siamo sicuri che Alessandro rappresenti la persona più adatta ad affrontare e rafforzare la trasformazione che l’azienda sta portando avanti” commenta Gian Pietro Caputo, da oltre dodici anni Managing Director della subsidiary italiana.

La nomina di Alessandro ad una carica così importate dimostra anche la “meritocrazia” che sta alla base della multinazionale svizzera. Colasanti è entrato a far parte del gruppo 10 anni fa in qualità di Inside Sales e, nell’arco di un breve lasso di tempo, è riuscito a dimostrare le sue capacità e la sua professionalità, passando così a ricoprire diversi ruoli manageriali fino a quest’ultimo importante step.

Caputo passerà il testimone a Colasanti a partire dall’ultime trimestre di business 2020 ma continuerà ad avere un ruolo di consulenza e rappresentanza come Presidente di SoftwareONE Italia.

“Dopo 12 meravigliosi anni di lavoro in questa azienda, farò un passo indietro e investirò tempo nel coaching, guidando e sviluppando il nostro team di leadership, oltre a lavorare con alcuni dei nostri clienti più grandi” afferma Caputo.

Raccogliere l’eredità di Caputo non sarà facile,  dopo 12 anni sotto la sua guida SoftwareONE Italia rappresenta oggi uno dei principali partner di Microsoft per la distribuzione, la promozione, l’implementazione e l’adozione della loro tecnologia. Inoltre grazie ad un gruppo nutrito di professionisti nazionali ed internazionali nell’ambito del Software  Asset Management è stata recentemente collocata tra i Leader nel quadrante magico di Gartner per quanto riguarda l’ erogazione di servizi SAM.

Leggi anche:  Ingenico: Paolo Temporiti nuovo CSO

Quello che ci chiede oggi la casa madre è completare il processo di trasformazione avviato all’inizio del 2019, che porterà SoftwareONE a diventare una “Global Platform Solutions and Services company” con lo scopo di guidare la trasformazione digitale delle attività dei nostri clienti con soluzioni e servizi tecnologici Cloud innovativi. conclude Colasanti.