La Rete si mobilita contro il bavaglio a Internet

Attivisti e blogger consegnano 20.000 tweet e decine di domande al Presidente Agcom

Blogger e attivisti dell’associazione radicale Agorà Digitale, Avaaz.org e altre organizzazioni per la libertà dell’informazione in rete hanno consegnato al Presidente dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni un volume contenente gli oltre 20.000 messaggi che da ieri stanno invadendo i profili Facebook e Twitter dell’AGCOM chiedendo all’Autorità di non adottare il nuovo regolamento-censura sul diritto d’autore.

Il volume si intitola “La Rete, una Sinfonia” in polemica con il presidente Calabrò che ha definito “cinguettii” le proteste in Rete contro il nuovo regolamento, e contiene decine di domande poste su Internet da blogger, addetti ai lavori, giornalisti, artisti ed esperti di diritto che non hanno mai ricevuto una risposta.

Il volume, realizzato in collaborazione con l’editore Fakepress, è un esperimento innovativo di dibattito on rete che si aggiorna automaticamente di minuto in minuto aggregando tutti i nuovi commenti e le nuove domande che compaiono su blog e social network, ed è stato consegnato all’entrata del Senato anche ai Senatori Marco Perduca (Radicali) e Vincenzo Vita (Partito Democratico) che hanno accettato di rivolgere molte delle domande al Presidente Corrado Calabrò durante l’Audizione.

“La richiesta della società civile, dei parlamentari e addirittura di membri del governo è la stessa da mesi.” ha dichiarato Luca Nicotra, segretario di Agorà Digitale, che ha fisicamente consegnato il volume.”L’Autorità non ha la possibilità di autoattribuirsi poteri di censura di contenuti e perciò si deve fermare, mettere in moratoria il regolamento, e lasciare che della riforma del sistema del diritto d’autore si occupi il Parlamento”.

 

Leggi anche:  Civilia Next (Dedagroup) ottiene la qualificazione SaaS richiesta da AgID