Risultati record per Check Point Software Technologies

Risultati record per Check Point Software Technologies
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Check Point Software Technologies, società leader nella sicurezza Internet, ha annunciato i risultati finanziari per il primo trimestre fiscale, che si è concluso il 31 marzo 2012

“Sono particolarmente soddisfatto dell’ottima prestazione di questo inizio 2012. In questo primo trimestre, Check Point ha registrato risultati record, con una crescita che ha riguardato tutti i principali indicatori finanziari”, commenta Gil Shwed, fondatore, chairman e CEO di Check Point Software Technologies. “Questa crescita è stata resa possibile dal successo delle nostre più recenti appliance di rete, oltre che dalla continuità dei rinnovi in tema di software blade.”

Gli highlight finanziari:

• Fatturato totale: $313,1 milioni, in aumento dell’11% rispetto ai $281,3 milioni del primo trimestre 2011.

• Utile operativo GAAP: $172,9 milioni, in aumento del 22% rispetto ai $141,3 milioni del primo trimestre 2011. Il margine operativo GAAP è stato del 55%, rispetto al 50% del primo trimestre 2011.

• Utile operativo non-GAAP: $186,7 milioni, in aumento del 16% rispetto a $160,6 milioni del primo trimestre 2011. Il margine operativo non-GAAP è stato del 60%, rispetto al 57% del primo trimestre 2011.

• Utile netto e utili per azione GAAP: l’utile netto GAAP è stato di $143,6 milioni, in aumento del 18% rispetto ai $122,1 milioni del primo trimestre 2011. L’utile GAAP per azione è stato di $0,68, in aumento del 19% rispetto ai $0,57 del primo trimestre 2011.

• Utile netto e utili per azione non-GAAP: L’utile netto non-GAAP è stato di $156,9 milioni, in aumento del 14% rispetto a $137,1 milioni del primo trimestre 2011. L’utile non-GAAP per azione è stato di $0,74 dollari, in aumento del 16% rispetto ai $0,64 del primo trimestre 2011.

• Fatturato differito: in data 31 marzo 2012, Check Point vantava un fatturato differito di $542,2 milioni, in aumento del 18%, rispetto al fatturato differito di $460,4 registrato il 31 marzo 2011.

• Cash flow: il cash flow derivante dalle operazioni è stato di $275,3 milioni, in aumento del 30% rispetto ai $211,6 milioni del primo trimestre 2011.

• Programma di riacquisto delle azioni: nel primo trimestre 2012, Check Point ha riacquistato circa 1,29 milioni di azioni, per un costo totale di $75 milioni.

• Disponibilità di cassa tra contanti e investimenti: $3.121,2 milioni al 31 marzo 2012, in aumento di $549 milioni rispetto ai $2.572,2 milioni del 31 marzo 2011.

Check Point ThreatCloud

Lo scorso 17 aprile, Check Point ha presentato ThreatCloud, il primo network collaborativo creato per combattere il crimine informatico. Finché le aziende combattono le minacce separatamente, molte di queste minacce non vengono identificate per la mancanza di una modalità di condivisione delle minacce tra le varie entità. Per combattere con successo le minacce moderne, le aziende devono collaborare tra loro – condividendo i dati relativi tra le varie organizzazioni – per rendere la sicurezza più forte ed efficace.

ThreatCloud raccoglie automaticamente dati dalle aziende che decidono di collaborare e da un innovativo network mondiale di sensori di minacce. Successivamente, analizza i dati raccolti e distribuisce le informazioni ottenute ai gateway di sicurezza di tutto il mondo. ThreatCloud sfrutta la grande base installata di gateway di sicurezza Check Point, le capacità di ricerca dell’azienda ed i malware feed provenienti dal mercato per consentire alle aziende clienti di adattare rapidamente le loro strategie alle nuove minacce e di proteggere le loro reti da minacce che altrimenti non verrebbero identificate.

ThreatCloud è disponibile con la più recente release delle software blade Check Point, R75.40, che comprende anche:

• Una nuova software blade Anti-Bot ed una rinnovata software blade Anti-Virus, potenziate da ThreatCloud in modo da ricevere aggiornamenti in tempo reale e da ottenere una protezione preventiva contro le minacce più avanzate ed altre forme di malware sofisticato.

• Il sistema operativo unificato Check Point GAiA, a supporto di tutti i gateway di sicurezza e di tutte le software blade.

• Con oltre 100 funzionalità aggiuntive di sicurezza, R75.40 offre alle aziende una prevenzione avanzata delle minacce, un consolidamento della sicurezza ed una gestione semplificata, per ottenere maggiori visibilità e capacitò di controllo.

Premi e riconoscimenti

Check Point continua a ottenere riconoscimenti sul mercato per la sua leadership e per la capacità di sviluppare prodotti innovativi, tra cui:

• Leader nel Gartner Magic Quadrant – Unified Threat Management.

• Computing Security “Encryption Product of the Year” – Full Disk Encryption.

• SC Magazine Readers Choice Award – Miglior soluzione di Intrusion Prevention (IPS)

• Frost & Sullivan Malaysia Excellence Award – Network Security Vendor dell’anno

Inoltre, Amnon Bar-Lev, presidente di Check Point, è stato nominato da CRN Magazine tra i Channel Chief del 2012 per il quinto anno consecutivo, sulla base delle sue capacità di innovazione, dei risultati di crescita e dell’esperienza sul canale.

“La continua leadership di Check Point nella sicurezza di rete deriva dal nostro forte impegno teso a fornire ai clienti la sicurezza più avanzata ed efficace disponibile sul mercato. ThreatCloud crea la prima rete collaborativa destinata a combattere il crimine informatico, mettendo a disposizione dei clienti una profonda conoscenza delle minacce e capacità di protezione in tempo reale”, ha concluso Shwed.

 


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
Categorie: Mercato