Cloud? Sì ma non troppo

Zeus Technology, l’unica società del settore ad offrire una soluzione software di gestione del traffico applicativo di rete, annuncia oggi i risultati di una ricerca relativa ai livelli di adozione e all’atteggiamento nei confronti del cloud computing.

La ricerca è stata realizzata intervistando Chief Information Officer (CIOs), IT Director e Senior IT Manager di grandi aziende. Lo studio rivela che la maggioranza di essi (71%) sta già usando oppure sta programmando di utilizzare il cloud computing, ma solo il 27 % è dotato di una soluzione idonea a gestirlo.

Il sondaggio mette in luce che mentre l’adozione del cloud computing è in crescita, i CIO sono preoccupati di come gestire e controllare le applicazioni e le risorse negli ambienti cloud. Più della metà (57%) è preoccupato di una mancanza di controllo sui costi e il 35% della scalabilità.

Stando però al 63% delle aziende la più grande preoccupazione è quella di incappare nel vendor lock-in. La ricerca mostra il bisogno di strumenti più sofisticati per monitorare e controllare l’utilizzo del cloud e la migrazione delle applicazioni da cloud a cloud.

Inoltre, più della metà delle aziende che hanno partecipato al sondaggio (53%) ha affermato che l’introduzione di una regolamentazione e di standard governativi per i controllo del cloud ne stimolerebbe l’adozione.

Questa ricerca è in linea con la vision di Zeus e va a supporto dell’annuncio odierno relativo al lancio di Zeus Cloud Traffic Manager, che verrà rilasciato all’inizio del 2010.

In qualità di parte integrate di una nuova piattaforma per la gestione del traffico enterprise, Zeus Cloud Traffic Manager opererà in tutti i cloud evitando i vendor lock-in e permettendo alle aziende di monitorarne l’utilizzo e la gestioe del traffico applicativo nel cloud.

Leggi anche:  Generix Group annuncia la nomina a CEO di Aïda Collette-Sène

Zeus presenta oggi anche una nuova release di Zeus Traffic Manager, versione 6.0, che renderà più semplice per le aziende gestire il traffico web rimanendo in linea con i requisiti di business. Ciò permetterà un’ampia ed efficiente scalabilità e fornirà una forza e sofisticazione impareggiabili alle aziende e alle applicazioni web 2.0.

William Fellows, principal analyst di The 451 Group, ha commentato: “Le aziende sono desiderose di accogliere il cloud computing e godere dei benefici che la tecnologia può garantire, ma sono preoccupate di come possano gestire i propri ambienti IT. Zeus Cloud Traffic Manager aiuterà le aziende ad affrontare questi problemi fornendo preziosi e approfonditi spunti su quanto il cloud possa essere usato in tempo reale.

Questa profonda conoscenza è cruciale se i business devono gestire in modo efficace il cloud traffic e controllare i costi. Zeus è conscia del cambiamento in atto nel mercato e fornisce la tecnologia che permette alle aziende di vedere tutto il potenziale del cloud e trasformarlo già oggi in realtà.”

Paul Brennan, chief executive officer di Zeus Technology afferma: “Abbiamo ascoltato sia i nostri partner che i nostri clienti e questo nuovo prodotto affronterà direttamente i loro principali problemi. Dato che gli utenti business si aspettano applicazioni web e servizi più dinamici nel cloud, il traffic management crescerà di importanza.

Non è solo questione di far fruttare economicamente il cloud, ma si tratta di renderlo robusto, scalabile e utilizzabile, in modo che le aziende possano vederne i potenziali e iniziare ad utilizzarlo.”