Da EMC la prima piattaforma self-service di abilitazione al cloud per lo storage

Da EMC la prima piattaforma self-service di abilitazione al cloud per lo storage
  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares

Service provider e grandi aziende possono implementare rapidamente una completa offerta storage-as-a-service

EMC Corporation, leader mondiale nelle soluzioni e tecnologie per la gestione dell’infrastruttura informativa, ha presentato la prima piattaforma self-service di abilitazione al cloud per lo storage – la EMC Atmos Cloud Delivery Platform. Abbinando la potenza di EMC Atmos a questa piattaforma intelligente di abilitazione al cloud, service provider e grandi aziende possono mettere a disposizione dei loro clienti una completa offerta storage-as-a-service nel giro di qualche giorno – rispetto ai mesi in precedenza necessari.

La Atmos Cloud Delivery Platform riduce le necessità di sviluppo personalizzato in-house, che possono significare mesi di tempo e risorse – riducendo in modo significativo costi, time-to-market e barriere di entrata per service provider e grandi aziende.

A fare la differenza per la EMC Atmos Cloud Delivery Platform sono le funzionalità self-service, che comprendono provisioning delle identità degli utenti finali e report sull’utilizzo di risorse storage ed ampiezza di banda. La piattaforma include un articolato modulo di misurazione che tiene traccia di ampiezza di banda e storage a livello dell’utente finale, caratteristica fondamentale per la gestione di ambienti multi-tenant e multiutente.

Il modulo di misurazione rende anche possibile integrare funzionalità di chargeback e billing per ambienti cloud privati e pubblici. La piattaforma è stata progettata con l’obiettivo della flessibilità. Service provider e grandi aziende possono accedere a queste funzionalità self-service e di misurazione tramite un portale utente già esistente, in grado di collegarsi alla Atmos Cloud Delivery Platform, o attraverso un portale standard che viene offerto come parte della piattaforma stessa.

La EMC Atmos Cloud Delivery Platform si integra con EMC Atmos, che automaticamente gestisce la disponibilità globale di dati non strutturati attraverso un’infrastruttura storage a oggetti scalabile e gestita da policy. I service provider possono offrire servizi storage nel public cloud grazie alla combinazione tra EMC Atmos e EMC Atmos Cloud Delivery Platform, mettendosi nella condizione di arricchire la propria offerta con servizi aggiuntivi abilitati al cloud, come archiviazione, backup e soluzioni collaborative – estendendo così le opportunità di business.

Leggi anche:  AWS: come il cloud aiuta lo sviluppo della urban mobility

“I vantaggi offerti dai servizi di cloud storage sono la semplicità, la flessibilità e nuovi livelli di agilità di business”, ha spiegato Terri McClure, Senior Analyst dell’Enterprise Strategy Group. “Sia i service provider che le grandi aziende richiedono una soluzione che consenta loro di costruire rapidamente ed in modo semplice una base flessibile per servizi abilitati al cloud.

Le funzionalità offerte dalla EMC Atmos Cloud Delivery Platform – tra cui provisioning self-service delle identità, report su ampiezza di banda e risorse storage utilizzate e misurazione per chargeback e billing – rappresentano una soluzione ancor più completa ed integrata. La EMC Atmos Cloud Delivery Platform mette a disposizione di service provider e grandi aziende tutti i mezzi necessari per offrire in modo semplice ed efficiente servizi di valore a costi contenuti.”

EMC ha anche annunciato una serie di miglioramenti ad EMC Atmos, tra cui più estese funzionalità multi-tenancy. Attualmente, EMC Atmos separa logicamente i dati e le informazioni di amministrazione in due strati, tenant e sub-tenant. Con la nuova release del prodotto, queste funzionalità sono state estese a consentire una separazione dei tenant a livello di rete. Questo nell’ottica di migliorare sicurezza ed efficienza operativa per i service provider e le grandi aziende, grazie al supporto di più applicazioni, dipartimenti e clienti da parte di un’unica infrastruttura cloud condivisa.

Nuovi servizi offerti da EMC Consulting assistono i clienti nell’integrazione della Atmos Cloud Delivery Platform nella loro architettura, comprese integrazione e personalizzazione del portale di accesso, billing, customer care ed infrastrutture esistenti. Inoltre, sono disponibili nuovi servizi strategici per supportare nella pianificazione, progettazione e lancio di soluzioni di go-to-market per i service provider. Questi servizi consentono ai provider di implementare un’offerta di storage-as-a-service e ridurre ulteriormente le barriere all’ingresso di questo mercato, che sta sperimentando una crescita particolarmente rapida.

Leggi anche:  Una checklist per il monitoraggio dell’infrastruttura cloud

“La EMC Atmos Cloud Delivery Platform permette a service provider e grandi aziende di entrare rapidamente in questo nuovo spazio di mercato ed offrire già oggi innovativi servizi cloud”, ha concluso Mike Feinberg, Senior Vice President, EMC Cloud Infrastructure Group. “Questa nuova piattaforma elimina le necessità di tempo, risorse ed investimenti significativi che queste realtà dovevano mettere in conto per poter avvicinarsi al mondo dei servizi di cloud storage. La EMC Atmos Cloud Delivery Platform elimina di fatto le barriere di questo mercato.”

 


  • 6
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
    6
    Shares
Categorie: Cloud Computing