Rotomail presenta Real book on demand

Due anni di lavoro e progettazione e 4 milioni di euro di investimenti. Così il sistema Real book on demand è diventato realtà.

Da pochi giorni, nella sede di Cologno Monzese di Rotomail Italia, realtà italiana in forte espansione con un fatturato di 20 milioni di euro e con oltre 100 dipendenti, è in funzione l’avveniristico sistema di stampa di libri on demand. Possiamo tranquillamente affermare che il futuro del libro è iniziato.

Infatti, Real book on demand, realizzato insieme ai più grandi produttori internazionali di apparecchiature industriali, consente di produrre un libro diverso dall’altro per contenuto, formato e spessore, con cambio formato istantaneo in poche frazioni di secondo su un’unica linea produttiva.

Progettata secondo specifiche Rotomail Italia in grado di confezionare contemporaneamente sulla stessa linea libri alternati con formato e spessori diversi, con copertina con o senza alette in un unico passaggio produttivo, VaryBook realizza libri con formato che va da cm 10 x cm 10 fino a cm 21 x cm 29,7 con altezza variabile da 3 mm a 40 mm e dotata di brossura fresata con colla poliuretanica.

I principali vantaggi produttivi del sistema sono:

Flessibilità: Qui risiede il vero concetto di book on demand. E’ possibile confezionare un libro diverso dall’altro per formato e spessore con cambio formato istantaneo in poche frazioni di secondo.

Alta produttività: fino a 800 libri all’ora a formato variabile con una media di 300 pagine A4 cadauno.

I benefici del sistema di Real Book on demand di Rotomail godibili direttamente dai clienti sono:

Sla competitivi: Con il sistema di gestione Rotomail è possibile consegnare i prodotti al cliente nell’arco di 24-48 ore .

Leggi anche:  Perché dormiremo con un robot

Riduzione dei volumi in magazzino: questo nuovo concetto di produzione consente, digitalizzando in una server factory i cataloghi degli editori, di produrre il numero esatto di libri nel momento in cui sono richiesti dal mercato, con il vantaggio di ridurre il costo di gestione del magazzino.

Eliminazione del “fuori catalogo”: digitalizzando parte del catalogo, l’editore potrà "mantenere vivo" ogni titolo grazie alla possibilità di stampare anche solo una copia di tutte quelle opere meno richieste dal mercato. Con gli attuali metodi produttivi è infatti antieconomico produrre titoli poco richiesti.

Riduzione dei costi distributivi: gli editori, distribuendo le sole copie effettivamente richieste dal mercato, non hanno in carico la gestione del trasporto dell’invenduto. Per quanto concerne le librerie si potranno accorpare i titoli richiesti in un unico ordine, riducendo il numero di spedizioni e di conseguenza il costo della distribuzione.

Il tutto ottenibile producendo on demand anche solo una copia di un libro. Il Real book on demand, inoltre, si presta ancor più facilmente alla confezione di serie di libri fino a 2000 copie con quotazioni vantaggiose rispetto all’offset.

“Il nostro sistema – ha commentato Giovanni Antonuzzo, Amministratore Delegato di Rotomail Italia S.p.A. -risponde alle esigenze di un mercato maturo, come quello del libro, con l’apporto di un nuovo metodo produttivo industriale, conservando tutti i vantaggi di flessibilità dei processi artigianali. RBOD consente anche basse tirature, sino ad una copia, rimanendo competitivo sul mercato”.