Continua la crescita di Byte

Con un fatturato 2009 pari a 49 milioni di euro, in crescita del 4,5% rispetto all’anno precedente, Byte si conferma uno dei principali player nel mercato dell’Amministrazione, Sviluppo e Valorizzazione delle Risorse Umane.

In particolare la società ha riportato una crescita a due cifre per quanto riguarda i servizi di outsourcing e la realizzazione di progetti prestigiosi per importanti clienti, tra cui CAI/Alitalia, Ceva e Credito Valtellinese.

Nell’ambito dei servizi di outsourcing, la società ha ottenuto importanti risultati relativamente alle componenti amministrative e alle aree SaaS per le applicazioni gestionali HR, mentre le vendite di licenza si sono mantenute stabili.

“Il successo riscontrato nell’outsourcing è dovuto alla continua focalizzazione delle aziende da un lato sulla valorizzazione del capitale umano e dall’altro sull’efficienza e contenimento dei costi; l’esternalizzazione dell’amministrazione del personale offre infatti significativi vantaggi organizzativi per le aziende, garantendo un livello elevato dei servizi di amministrazione del personale, il controllo dei costi che da fissi diventano variabili e consentendo al management di concentrare investimenti e risorse in attività core business per l’azienda”. Ha commentato Roberto Gamerro, Amministratore Delegato Byte.

La strategia per il 2010 intende mantenere il livello di crescita degli ultimi anni offrendo ai clienti soluzioni verticali “Industry Best-of-Practices” in grado di aggiungere valore alle soluzioni di Byte.

Nel corso del 2010 Byte intende affrontare con forza anche il mercato delle media impresa, con soluzioni di amministrazione e gestione del personale adeguate alle esigenze di questo segmento.

Leggi anche:  Altea Federation, 25 anni di innovazione diretta al futuro