Funzionalità potenziate nella nuova versione di Panda Cloud Office Protection

La soluzione per endpoint basata su cloud è compatibile con Office 2010 e Windows Live Mail e ha capacità potenziate di rilevazione ed eliminazione del malware, sia online che offline

Panda Security, The Cloud Security Company, presenta la versione 5.04.50 di Panda Cloud Office Protection, la soluzione di sicurezza basata su cloud per la protezione degli endpoint aziendali. La nuova reelase include un serie di nuove caratteristiche e potenziamenti che garantiscono una protezione ancora più efficace dal malware.

La nuova versione è compatibile con Office 2010 ed è in grado di analizzare anche i messaggi di posta elettronica archiviati in Windows Live Mail. Inoltre, include le nuove tecnologiche euristiche per prevenire attacchi di esemplari di malware sconosciuti, garantisce il blocco di minacce anche se l’utente è offline nel momento della rilevazione (i processi di identificazione si svolgono nella cloud) o se la tipologia di malware è nuova.

Il nuovo motore euristico è in grado di classificare file non solo come sospetti, ma anche come malware o goodware, grazie agli algoritmi di individuazione sviluppati dal Dipartimento di Ricerca e Sviluppo di Panda Security.

Panda Cloud Office Protection comprende anche un piccolo signature file che include solo i dati relativi ai malware più attivi quotidianamente. Gli update dei file sono automatici, senza necessità che l’amministratore li esegua su ogni postazione di rete.

Analisi della crescita delle richieste sopra la media del mercato

A partire dal 2009, anno nel quale Panda Security ha iniziato a proporre le proprie soluzioni basate su cloud, l’azienda ha riscontrato una crescita al di sopra della media del mercato. Nel 2009, l’incremento mondiale in questo segmento è stato del 122% (paragonato al 2008), con una quota del 20% di ritorno aziendale.

Leggi anche:  Brennercom certificata Cloud Service Provider per la Pubblica Amministrazione

I dati di crescita per continente sono stati i seguenti: America Latina 302%, Sud ed Est Europa e Africa 313%, Asia/Pacifico 119%, Centro e Nord Europa 122% e Stati Uniti 100%.

Le motivazioni che hanno portato a questo significativo incremento sono legati ai molteplici benefici che una soluzione di sicurezza basata su cloud forniscono ai clienti, quali:

– Oltre il 50% di riduzione dei costi, in quanto non c’è l’esigenza di investire in infrastrutture

– Gestione centralizzata e dettagliata di uffici centrali, remoti, mobili e degli utenti in roaming, con informazioni in tempo reale sullo stato della sicurezza dell’infrastruttura IT

– Possibilità di gestione in outsourcing, grazie alla facilità di installazione, configurazione e manutenzione.

– Protezione in tempo reale da nuovi esemplari di malware grazie all’Intelligenza Collettiva (il sistema automatizzato che rileva, analizza e classifica il 99.4% di oltre 55.000 nuovi malware che compaiono ogni giorno).