Ricercatori italiani connessi tra loro grazie a Gastone

Lanciata una nuova piattaforma in collaborazione con il Ministero della Salute che facilita il dialogo tra le diverse realtà della ricerca in Italia

Tecnologia italiana per la ricerca italiana. Da oggi Gastone RRM (Research Relation Management), del Gruppo Gastone CRM Italia, esce dalla fase di test e connette tra loro gli oltre 9mila ricercatori, i 46 IRCCS (Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico) e il Ministero della Salute. Si tratta di una innovativa piattaforma che mette a disposizione un’area riservata a ogni ricercatore che può definire i propri studi e i campi di interesse e interagire sia con il proprio Istituto di riferimento sia con il Ministero per richiedere informazioni e spiegazioni sui progetti di ricerca e sui bandi emessi. 

Il Ministero, a suo volta, può monitorare lo scambio di informazioni e, sulla base delle richieste avanzate dei ricercatori e su istanza degli IRCCS, potrà intervenire per approfondire i temi emersi in tempo reale attraverso gli strumenti di comunicazione che Gastone RRM mette a disposizione. Inoltre, offre la possibilità al Ministero di avere una fotografia aggiornata delle dinamiche del mondo della ricerca, legata ai profili attuali dei ricercatori, e non alla sola pubblicazione degli studi. 

«Gastone RRM è il frutto di un intensa collaborazione tra un Ente Pubblico e e Gastone CRM Italia». – ha dichiarato Graziano Bitetti, amministratore delegato del Gruppo Gastone CRM LTD – «Siamo una realtà che fa della ricerca continua in tecnologie d’avanguardia il suo punto di forza. Stiamo investendo molto sul mondo delle Università e della Ricerca, in modo da riversare sul mercato italiano e internazionale i progetti che vengono sviluppati dai nostri laboratori». 

Gastone RRM consentirà quindi di ottimizzare, velocizzare e semplificare la circolazione delle informazioni. I vantaggi dell’uso di questa piattaforma possono essere sintetizzati in questi quattro punti:

Leggi anche:  Due terzi dei servizi pubblici sono disponibili online

1) Creazione di una banca dati aggiornata in tempo reale completa di profilo di ricerca e di contatto di ogni singolo ricercatore.

2) Gestione delle richieste di ogni singolo ricercatore mediante specifica funzione di Trouble-Ticket: Filo Diretto.

3) Area personale dedicata al ricercatore con funzioni di aggiornamento dei dati anagrafici, aggiornamento profilo di ricerca, generazione e archiviazione dei Trouble-Ticket, archiviazione e consultazione degli articoli della newsletter e virtualizzazione, archiviazione e condivisione di file.

4) Comunicazioni mirate multicanale (e-mail, SMS, Fax, posta cartacea) in funzione al profilo di ricerca del singolo ricercatore: bandi, concorsi, finanziamenti, proposte, normative e aggiornamenti.

L’uso di Gastone RRM consentirà alla ricerca sanitaria italiana di fare un significativo balzo in avanti. Questa piattaforma mette il ricercatore al centro con l’obiettivo di facilitare il flusso di informazioni e comunicazioni tra lui e tutti gli altri attori del mondo della ricerca.