SAP per Expo 2015: un progetto di co-innovazione

SAP per Expo 2015: un progetto di co-innovazione

Le soluzioni gestionali SAP a sostegno della macchina organizzativa in tutte le fasi del suo ciclo di vita

SAP, leader mondiale nelle soluzioni software per il business, è stata scelta da Expo 2015 per contribuire alla costruzione dell’evento più atteso degli ultimi anni attraverso il meglio delle proprie soluzioni di business.

Alla base del progetto una visione comune dell’innovazione tecnologica come chiave per la sostenibilità del futuro. Una sostenibilità a 360° – economica, sociale e ambientale – che costituisce un valore prioritario all’interno della strategia di SAP e di Expo 2015 e che pone al centro il fattore tecnologico. In questa logica, SAP si propone non solo come modello di condotta, ma anche come vero e proprio abilitatore di best practice grazie a soluzioni che, come nel caso di Expo 2015, sono in grado di ottimizzare efficienza ed efficacia dei processi aziendali.

Il progetto rappresenta una grande sfida, che tiene conto, innanzitutto, della peculiarità di un business in evoluzione fino al 2016: un’azienda creata da zero, che ha necessità di introdurre nuovi processi ogni anno, partendo dagli aspetti di pianificazione, contabilità, gestione acquisti e monitoraggio. Con la costruzione della ‘piastra’, ovvero della sede espositiva, oggi l’azienda entra nel segmento dell’Engineering and Construction e attraverserà successivamente altre Industry – come quelle dei Servizi e della Logistica – fino alla data di conclusione dell’evento.

Considerata la particolarità del business e la tempistica serrata, il contributo di SAP ad Expo 2015 è duplice. Da un lato, mette a disposizione processi di business standard e best practice internazionali, che possono essere adottati velocemente riducendo sensibilmente i tempi progettuali. Dall’altro, è in grado di supportare Expo 2015 in tutto il suo processo evolutivo grazie a un’ampia esperienza in 25 Industry basata su 40 anni di storia.

“Una società creata ad hoc in vista di un evento e caratterizzata da un ciclo di vita così veloce non ha riferimenti da cui partire, ed è per questo che SAP è stata coinvolta. La nostra esperienza, maturata nel tempo grazie al rapporto con numerose aziende in tutto il mondo, ci permette oggi di anticipare e risolvere i problemi e prospettare un piano di supporto per l’intero ciclo di vita dell’azienda, in stretta collaborazione con il team Expo 2015”, ha dichiarato Agostino Santoni, Amministratore Delegato di SAP Italia. “In questi ultimi 40 anni SAP ha fatto della co-innovazione con i propri Clienti e Partner un punto fondamentale al cuore della propria strategia, volta al raggiungimento comune di nuovi livelli d’efficienza nello sviluppo, test e implementazione dei progetti. Anche nel caso di Expo 2015 intendiamo contribuire alla creazione di valore e alla crescita dell’azienda, come dell’intero ecosistema che la circonda”.

Il primo progetto avviato riguarda l’introduzione di un sistema ERP per la gestione dei processi aziendali di base – contabilità, controllo e gestione degli acquisti – in piena trasparenza rispetto ai Partner istituzionali: Comune di Milano, Regione Lombardia, Provincia di Milano, MEF e Camera di Commercio. Quest’ultimo aspetto rappresenta un fattore fondamentale per un’azienda come Expo 2015, che deve rendicontare in modo puntuale la gestione dei fondi ricevuti dalle istituzioni. Analogamente, i processi degli acquisti sono di primaria importanza per chi deve avviare nei prossimi anni una lunga serie di gare e deve, di conseguenza, gestire contratti e rapporti con fornitori di diversa natura, incluse le varie sponsorizzazioni che caratterizzano l’evento.

Il secondo progetto riguarda, invece, la costruzione del sito espositivo ed è, quindi, legato alla gestione del cantiere, della progettazione, delle commesse, degli appalti e, più in generale, alla collaborazione tra Expo 2015 e l’ecosistema delle imprese edili. Un progetto di grande strategicità che consente di monitorare in modo puntuale tempi e costi di costruzione. A fianco della gestione dei processi operativi è stato creato, inoltre, un sistema di analisi e reportistica che consente sia alle strutture operative che alla direzione una visibilità costante sull’andamento delle attività. Gestito interamente in modalità elettronica, lo scambio di documentazione tra Expo 2015, le imprese, i Partner istituzionali e gli organi di vigilanza viaggia, quindi, via PEC e in formato elettronico, garantendo massima tracciabilità di ogni attività. Il Protocollo di Legalità firmato con la Prefettura e volto a rafforzare il controllo sulle aziende che collaborano con EXPO introduce, infine, un monitoraggio puntuale dei documenti imposti dalle norme sui lavori pubblici, velocizzando le pratiche e assicurando un controllo specifico su ogni singola azienda e i suoi dipendenti coinvolti nella costruzione del sito.

Un ulteriore ambito d’intervento, indirizzato da SAP attraverso la soluzione EHS, è quello della sicurezza in cantiere. Tramite l’utilizzo di questo software Expo 2015 è in grado di gestire e verificare la sicurezza degli operai in cantiere, garantendo il rispetto delle norme e la corretta adeguatezza delle persone in termini di dotazione e preparazione rispetto alle attività svolte. In un’ottica di sicurezza allargata, la soluzione gestionale è, inoltre, integrata con ulteriori applicazioni per il riconoscimento del badge e, quindi, dell’identità di tutti i lavoratori che accedono al cantiere.

Infine, già nei prossimi mesi è in programma l’implementazione di nuovi progetti volti a supportare la macchina organizzativa, con la creazione parallela di sistemi di controllo e monitoraggio capaci di diffondere le informazioni ai vari stakeholder con estrema facilità ed efficienza. Con l’avvicinarsi del 2015 l’attenzione sull’evento e sul visitatore cresceranno esponenzialmente e, in questo contesto, SAP è pronta a fornire la sua expertise d’innovatore e le sue soluzioni d’avanguardia a supporto delle future necessità di Expo.

 

Categorie: E-Gov
Tags: Expo 2015, SAP