Si al cloud computing, ma in sicurezza

Le imprese che intendono beneficiare dei vantaggi derivanti dal cloud computing vogliono, allo stesso tempo, essere certe di avere un quadro chiaro sulle minacce provenienti da Internet, che possono provocare seri danni alle loro reti, rallentare le risorse IT, sottrarre dati confidenziali e compromettere la reputazione aziendale.

Un recente sondaggio realizzato da Trend Micro su circa 200 CIO e decision-maker IT, non appartenenti al portafoglio clienti di Trend Micro, ha rivelato che nove professionisti su dieci (89%) richiedono una protezione in-the-cloud integrata nella soluzione di sicurezza IT.

Per molti, la sicurezza degli ambienti cloud non è nemmeno un’opzione: il 40% degli intervistati ha infatti dichiarato di prendere in considerazione solo i prodotti di sicurezza che includono funzioni di intelligence per la rilevazione delle minacce in-the-cloud (come, ad esempio Trend Micro Enterprise Security, basata sull’infrastruttura cloud-client Trend Micro Smart Protection Network).

La sicurezza, o la sua assenza, può determinare il successo o il fallimento di un’iniziativa di cloud computing. Secondo quanto riportato dallo studio, il 61% degli intervistati ha confermato di non voler intraprendere alcuna decisione in merito al cloud computing fino a quando non vi sarà la certezza della totale assenza di rischi di sicurezza per le loro reti.

Un gruppo meno nutrito, pari al 27% degli intervistati, ha affermato che le problematiche relative alla sicurezza potrebbero portare a un ripensamento, ma che i vantaggi del cloud computing superano talmente le problematiche di sicurezza, da non esservi motivo di posticipi o cancellazioni dei programmi di implementazione di ambienti cloud.

“Per Trend Micro, il “cloud computing” è praticamente sinonimo di “cloud security” in quanto non si può pensare di avere il primo senza la seconda. I risultati del sondaggio dimostrano come siano numerose le imprese che vedono i molti benefici, ma che allo stesso tempo nutrono delle riserve circa l’implementazione di applicazioni sensibili all’interno del cloud”, ha spiegato Thomas Miller, General Manager della Enterprise Business Unit di Trend Micro.

Leggi anche:  Trump emette un ban per le aziende cinesi

“Se le aziende scelgono di fare affidamento sul cloud Internet per archiviare dati e condurre le attività di business, esse richiedono anche una sicurezza superiore appositamente progettata per la protezione in-the-cloud.

Con Trend Micro Enterprise Security, Trend Micro si è rivelato il pionere di un approccio alla sicurezza molto più intelligente, sia per i servizi cloud che per la sicurezza basata in-the cloud”.

Trend Micro Enterprise Security è un’offerta altamente integrata di prodotti, servizi e soluzioni per la sicurezza dei contenuti basata sull’architettura Trend Micro Smart Protection Network, che garantiscono protezione immediata dalle minacce emergenti, riducendo notevolmente il costo e la complessità associati alla gestione della sicurezza.

Trend Micro annuncia un blog dedicato al tema dei cloud

Accanto all’offerta di prodotti e soluzioni, Trend Micro mette a disposizione anche commenti di opinion leader in tema di cloud computing.

Recentemente, infatti, è stato presentato The Trend Cloud Security Blog, un blog dedicato alla discussione delle tematiche e delle problematiche riguardanti la sicurezza del cloud computing.

Fra i principali blogger il CEO, Eva Chen, e il CTO, Raimund Genes, che si confrontano sulle sfide relative alla sicurezza delle infrastrutture e che propongono un sistema di riferimento per la valutazione della sicurezza cloud – sia la sicurezza per gli ambienti cloud che la sicurezza basata sul cloud.