Lo storage virtuale è più efficiente con EMC Celerra

EMC Corporation, leader mondiale nelle soluzioni e tecnologie per la gestione dell’infrastruttura informativa, rafforza ulteriormente la propria leadership sullo storage in ambiente VMware con un nuovo software che aumenta l’efficienza, l’automazione e la semplicità di gestione dello storage virtuale.

Il nuovo software di unified storage EMC Celerra permette di affrontare con successo la complessità della gestione informativa in ambienti virtuali, riducendo i costi ed ottimizzando gli investimenti storage già effettuati grazie a un’unica interfaccia semplificata di gestione.

Il nuovo EMC Celerra plug-in per ambienti VMware estende ulteriormente l’ampio portfolio di soluzioni storage – sistemi e software – midrange di EMC, progettate specificatamente per gli ambienti infrastrutturali VMware, con una serie di funzionalità innovative, che:

• Riducono sensibilmente, fino al 50 per cento, le capacità storage richieste dalle macchine virtuali, grazie al thin provisioning, alla deduplicazione e ad una gestione ulteriormente migliorata.

• Accelerano la clonazione dei dati contenuti nelle macchine virtuali, rendendola 2 o 3 volte più veloce rispetto alle soluzioni esistenti, grazie alla potenza elaborativa dei sistemi Celerra.

• Automatizzano completamente il processo di failback del software VMware vCenter Site Recovery Manager in ambiente NFS – caratteristica unica sul mercato.

Il nuovo EMC Celerra plug-in per ambienti VMware permette agli amministratori VMware di effettuare in maniera più semplice ed efficace i processi di provisioning, gestione ed estensione dei data store VMware – tutto dalla console di VMware vCenter.

Il nuovo software di EMC permette anche agli amministratori VMware di effettuare operazioni di snapshot e clonazione delle singole macchine virtuali dalla console di VMware vCenter Server, accelerate a livello di hardware all’interno nel sistema di storage unificato Celerra.

Leggi anche:  Windows 10 richiederà 32 GB di spazio sull’hard-disk

Inoltre, il software Celerra Data Deduplicaton consente una compressione dei file Virtual Machine Disk di VMware, che riduce in maniera significativa la capacità storage richiesta dalle macchine virtuali oltre a permettere un uso più efficiente della capacità attraverso il thin provisioning.

EMC estende inoltre le capacità di failover e failback ad ambienti NFS grazie all’integrazione tra il software EMC Failback Plug-in per VMware vCenter Server e VMware vCenter Site Recovery Manager. Questa integrazione aiuta a garantire una continuità di business rapida, affidabile, gestibile ed economicamente conveniente in ambienti VMware.

L’estensione delle funzionalità automatizzate di failover e failback alle implementazioni NFS con il software EMC Failback Plug-in per VMware vCenter Server riduce i rischi e permette di sfruttare al meglio gli investimenti già effettuati per garantirsi una continuità di business a costi accettabili. Tutte queste funzionalità sono disponibili in download senza costi aggiuntivi per i clienti di EMC Celerra con contratti di manutenzione attivi.

“Il Karlsruhe Institute of Technology (KIT), in Germania, ha usato EMC Celerra Plug-in per ambienti VMware per il provisioning dello storage, la compressione di macchine virtuali e la creazione di cloni delle macchine virtuali esistenti”, ha spiegato Urle Betzler, Senior Storage Architect dello Steinbuch Centre for Computing presso il KIT.

“I plug-in di EMC offrono un modo semplice e veloce per creare e distribuire contemporaneamente molte macchine virtuali. Apprezziamo in particolare la possibilità di creare numerosi cloni – con tanto di personalizzazione dell’immagine – con tempi ed attività ridotti al minimo. Questo plug-in va davvero a chiudere il gap che ancora esisteva tra l’amministrazione dello storage e quella dell’infrastruttura virtuale, mettendole sullo stesso piano e completamente trasparenti l’una all’altra.”

Leggi anche:  Cosa fa effettivamente uno sviluppatore di realtà virtuale nel Gruppo Volkswagen?

“Le aziende scelgono VMware per ridurre le loro spese, sia quelle in conto capitale che quelle operative, migliorare la loro agilità e garantirsi continuità di business – preparandosi nel percorso che le porterà verso il cloud computing”, ha aggiunto Hatem Naguib, Vice President Alliances di VMware.

“Queste nuove funzionalità offerte da EMC migliorano notevolmente la facilità di utilizzo e l’ottimizzazione delle risorse per i nostri clienti comuni, integrandosi con VMware vSphere grazie a comuni interfacce di implementazione. Ora, gli amministratori VMware hanno la possibilità di ridurre il consumo di storage, mantenere alti i livelli di servizio di applicazioni performance-sensitive e semplificare i task di storage management e data recovery.”

“EMC continua ad investire ed a sviluppare funzionalità innovative per semplificare la gestione di infrastrutture, sia fisiche che virtuali”, ha commentato Mark Sorenson, Senior Vice President, EMC Unified Storage Division. “Man mano che gli ambienti virtuali si estendono, e con loro le complessità legate alla gestione di questi ambienti, EMC continua a portare sul mercato soluzioni storage e funzionalità avanzate, quali la compressione delle macchine virtuali, la loro clonazione ed il failback/failover automatizzato, per risolvere le problematiche dei clienti.

Queste innovazioni contribuiscono a posizionare EMC Celerra come chiaro leader di mercato, con undici trimestri consecutivi di crescita a doppia cifra del fatturato, fino al quarto trimestre 2009. Oggi, EMC rafforza ulteriormente la sua posizione di fornitore leader di infrastrutture storage con un software disegnato su misura per gli ambienti VMware, che va a complementare la soluzione di storage unificato a più alta crescita sul mercato.”

Disponibilità e Global Services EMC

Il nuovo EMC Celerra plug-in per ambienti VMware e gli avanzamenti software, che comprendono storage provisioning, clonazione, compressione, ripristino dal failback e replica sono disponibili per il download a tutti i clienti EMC Celerra dotati di contratti di manutenzione attivi. Tutti i miglioramenti software sono disponibili presso EMC, Dell e tutti i suoi partner autorizzati.

Leggi anche:  AI, bot e cloud ibrido: tendenze e previsioni per l'IT nel 2019

Inoltre, i clienti che scelgono di usare il nuovo software EMC Celerra possono lavorare con i Global Services EMC ed accelerare le loro implementazioni VMware grazie all’utilizzo di servizi end-to-end di consulenza, implementazione, residency e formazione offerti da EMC.