Software AG per il 6° anno Leader nel Magic Quadrant IIPA di Gartner

Posizionamento più alto in termini di “execution” per la soluzione Alfabet. Le IIPA insieme all’Enterprise Architecture (EA) aiutano ad allineare le decisioni del portfolio alla strategia IT

Gartner ha nominato Software AG come un Leader nel suo ‘Magic Quadrant for Integrated IT Portfolio Analysis Applications’ (pubblicato il 22 novembre 2016) per la soluzione Alfabet. Alfabet offre funzionalità di gestione e di governance dei portafogli IT multipli fornendo ai CIO e agli altri leader le informazioni necessarie per prendere decisioni ad ampio raggio, direzionali e strategiche. Migliora la comunicazione e la collaborazione tra i diversi manager del portfolio IT e li aiuta a comprendere le relazioni simbiotiche tra la strategia aziendale e la domanda, la tecnologia, nonché il portfolio dell’applicazione e quello del progetto, tenendo in considerazione la situazione finanziaria e dei rischi.

La piattaforma Alfabet IT Planning and Portfolio Management di Software AG è stata valutata tra 8 diversi software vendor e in base a 15 criteri. Secondo Gartner, “I prodotti leader s’impegnano fortemente ad integrare l’execution pianificata del cambiamento al footprint dell’IT in linea con le esigenze del business, utilizzando come base la gestione del portfolio. Questi prodotti sono in grado di analizzare i costi e gli avanzamenti della risposta dell’IT alle strategie del business e dell‘IT, e fornire la corretta visibilità su prospettive, analisi e impatti che viene richiesta dai CIO, dai gestori del portafoglio IT e da altri business leader”.

Il Dr. Wolfram Jost, Chief Technology Officer e membro del Board di Software AG, dichiara: “In quanto parte integrante della Digital Business Platform di Software AG, Alfabet fornisce quell‘ampio raggio di visione che le aziende necessitano per armonizzare programmi di trasformazione diversi e distribuiti. Crediamo che il posizionamento di Software AG nel Gartner Magic Quadrant dimostri la sua forza nel soddisfare le esigenze delle iniziative di digitalizzazione odierne, aiutando i CIO e gli stakeholder più senior ad intraprendere iniziative strategiche in sicurezza e con determinazione”.

Leggi anche:  Zucchetti: riparte “l’Academy per programmatori”

La nuova versione 9.12 consente l’integrazione con ServiceNow, Centrasite e Amazon Web Services

Alfabet vanta del set di portafogli più ampio del settore che comprende applicazioni, tecnologie, progetti, servizi, funzionalità aziendali, domande, processi, strategie, vendor, rischi e molto altro. La visibilità all’interno di questi portafogli e delle loro interdipendenze garantisce l’eccezionale capacità di analizzare l’impatto dei cambiamenti pianificati in modo da aiutare a guidare le decisioni di trasformazione. La nuova release 9.12 di Alfabet consente l’integrazione con gli altri “systems of record” per arricchire i portafogli con informazioni ancor più rilevanti in ambito di pianificazione, garantendo così che vengano prese le giuste decisioni. L’integrazione con ServiceNow, ad esempio, correla i dati del CMDB e la gestione dei servizi IT associata su implementazioni e location IT, prestazioni e cambiamenti in atto ad Alfabet per comprendere meglio l’impatto del cambiamento sull’IT, ottenere informazioni per l’analisi del portfolio ed avere garanzie sul concreto allineamento tra IT e strategia. La nuova interoperabilità con CentraSite di Software AG supporta l’implementazione di una governance dei servizi efficace con la gestione del ciclo di vita dei servizi end-to-end dalla pianificazione all’esecuzione. La funzione cloud discovery per Amazon Web Services della versione 9.12 consente ai clienti di avere il loro Amazon Web Services (AWS) footprint in Alfabet al fine di rendere le applicazioni cloud-based e i servizi AWS parte del loro inventory architetturale per essere utilizzati nella creazione di soluzioni cloud-ready. Una volta in Alfabet, gli asset cloud possono essere valutati, confrontati con i progetti di servizi cloud e utilizzati per comprendere interdipendenze e rischi di business connessi a un’implementazione AWS di un’azienda.

EA: parte essenziale del processo decisionale del portfolio IT

Nel momento in cui le aziende IT maturano le proprie capacità di gestire i loro portafogli di servizi digitali, riescono a visualizzare le interdipendenze tra i diversi portafogli (domanda, applicazioni, tecnologia, progetti, ecc.). Esse realizzano che è necessaria una visione integrata al fine di valutare tutti i requisiti per la trasformazione in digital business con prodotti e servizi innovativi. Essere in grado di comprendere questo e l’impatto inter-portfolio del cambiamento dettato dal panorama IT, aiuta a guidare le decisioni sugli investimenti e ad evitare provvedimenti volti al taglio dei costi che potrebbero risultare dannosi. L’EA fornisce alle IIPA un insight del panorama IT. Il report di Gartner afferma: “I clienti IIPA stanno generando viste di portfolio integrate di investimenti, progetti e programmi IT, nonché asset e applicazioni. Identificare punti d’intersezione tra gli elementi di questi portafogli e i modelli auspicati realizzati dall‘enterprise architecture (EA) aiuta l’IT ad allineare le decisioni che vengono prese in qualsiasi portfolio IT con la strategia IT in corso. Identificare collisioni o contraddizioni potenziali tra elementi e modelli EA futuri nei diversi portafogli IT può aiutare a rivelare aree di ridondanza e sprechi”. Software AG è stata anche posizionata come un Leader nel recente “Magic Quadrant for Enterprise Architecture Tools” di Gartner (pubblicato il 3 maggio 2016).

Leggi anche:  WhatsApp lancia il bot fact-checking sul Coronavirus