Identikit delle Pmi che crescono al ritmo dell’innovazione

Identikit delle Pmi che crescono al ritmo dell’innovazione

La rivoluzione digitale sta trasformando in maniera profonda i rapporti tra le aziende, Pmi in primis, e il mercato.

In questo contesto si parla sempre più della necessità di innovare. Ma cosa significa fare innovazione per una Pmi? Rispondono a questa domanda le aziende Happy Punt, IGP Decaux e Beijer Ref Italy coinvolte in una ricerca Ricoh.

Per una Pmi crescere non è mai semplice. Che si tratti di aumentare le quote di mercato, di introdurre tecnologie o di soddisfare le nuove esigenze dei clienti, il cammino di una Pmi è di solito in salita. Edward Gower-Isaac, Vice President, Business Process & Application Services, Ricoh Europe, commenta: “Da una ricerca Ricoh che ha coinvolto le Pmi europee, è emerso come la maggior parte delle aziende ha attraversato un periodo di cambiamenti che continua a perdurare e nuove sfide si presenteranno nei prossimi cinque anni. In questo contesto l’innovazione risulta più importante che mai, come dimostra l’esperienza di alcuni nostri clienti con cui ci siamo confrontati nell’ambito di questa ricerca”.

“In Happy Punt chiunque abbia un’idea o un suggerimento su possibili novità da introdurre può parlarne direttamente con il CEO. Questo è molto importante dal momento che il 95% dell’innovazione proviene da persone interne all’azienda e non dall’esterno”. Damiá Belles di Happy Punt, azienda spagnola del settore Moda.

Per un’azienda è impossibile innovare senza il contributo dei propri dipendenti. Il 45% delle Pmi coinvolte nella ricerca Ricoh vuole incoraggiare le persone a proporre nuove idee e ad essere più creative.

“Innovazione significa cercare di fare qualcosa di diverso rispetto al passato. Significa non avere paura delle tecnologie o delle possibili reazioni da parte del mercato. Occorre essere coraggiosi. Bisogna agire anche senza un preciso business plan. Quando si sviluppa un piano è necessario prevedere il fatturato che ci si aspetta, e questo a volte non è semplice, specialmente in relazione all’innovazione”. Roberto Baccara di IGP Decaux, azienda italiana che fornisce servizi di comunicazione e pubblicità esterna.

Leggi anche:  Le medie imprese sono all’avanguardia nel digital workplace

Provare a fare le cose in modo nuovo, senza timori, è l’atteggiamento corretto che può aiutare le aziende a trasformarsi. Si tratta di pensare a nuove idee e di capire se possono funzionare. Può essere utile, ad esempio, chiedere ad un gruppo ristretto di dipendenti di utilizzare una tecnologia innovativa per capirne i reali vantaggi oppure proporre ad alcuni clienti un nuovo prodotto affinché possano testarlo. In questo modo si fa tesoro dell’esperienza e si impara dagli eventuali errori.

L’innovazione ci offre un nuovo modo di fare impresa e di affrontare i problemi. Lavoriamo in questo settore da 20 anni e la velocità del cambiamento a cui abbiamo assistito è straordinaria. Se non si rimane aggiornati e non si innova, il rischio di fallimento è elevato”. Fabio Fogliani e Marco Curato di Beijer Ref Italy, azienda che opera nel settore della refrigerazione.

“Non potrei essere più d’accordo con questa affermazione”, afferma Edward Gower-Isaac. “Per le Pmi è importante agire subito, sempre con lo sguardo rivolto al futuro. Da questa ricerca e dal confronto con i nostri clienti abbiamo imparato che le opportunità derivanti dall’innovazione sono molte. Nei prossimi anni ciò che determinerà il successo di una Pmi riguarda la sua capacità di far fronte al cambiamento, sviluppando nuovi modi di lavorare, nuovi prodotti o servizi, senza dimenticare di mettere i dipendenti al centro dei processi di innovazione”.