Qlik Leader nel Gartner Magic Quadrant per le Analytics e la BI

Qlik Leader nel Magic Quadrant per le Analytics e la BI di Gartner

Per il nono anno consecutivo Qlik si posiziona come Leader nel Magic Quadrant per le Analytics e la Business Intelligence di Gartner 

Qlik è stata posizionata, per il nono anno consecutivo, come leader del Magic Quadrant per le piattaforme di analytics e Business Intelligence di Gartner.

“Qlik continua a investire nell’aiutare i clienti ad affrontare sfide sempre più complesse grazie ai dati, al fine di guidare la trasformazione necessaria per competere nel mondo digitale. Stiamo crescendo e la nostra solida performance finanziaria ci consente di investire ulteriormente in dati end-to-end e soluzioni analitiche per i nostri clienti”, ha dichiarato Mike Capone, CEO di Qlik.

“Recentemente abbiamo completato l’acquisizione della tecnologia di CrunchBot basata sull’Augmented Intelligence per migliorare ulteriormente le nostre competenze di analisi cognitiva e conversazionale”.

L’esclusiva tecnologia associativa di Qlik ha cambiato il volto dell’analisi e della BI, e rappresenta un elemento essenziale della missione di Qlik di fornire alle aziende la più solida piattaforma di gestione e analisi dei dati end-to-end. Attraverso il motore associativo, Qlik consente ai clienti di analizzare le informazioni da qualsiasi fonte di dati – nel cloud, on-premise, in un ambiente ibrido, multi-cloud – senza alcuna sorta di restrizione.

L’approccio di Qlik è ora più importante che mai, data la tendenza dei clienti a sfruttare le analytics utilizzando le informazioni su cloud, gestendo tutti i dati (non solo i big data), beneficiando di un’unica visualizzazione di tutti i loro dati e sfruttando l’AI. Quest’anno Qlik ha continuato a spingere sulla natura aperta della propria piattaforma, per offrire innovazione e miglioramenti alle offerte multi-cloud, AI e apprendimento automatico all’interno di Qlik Sense, grazie a Insight Advisor, alla recente acquisizione di CrunchBot e alle nuove funzionalità di gestione dei dati attraverso il Qlik Associative Big Data Index e Qlik Data Catalyst.

Leggi anche:  Al via il roadshow SAS: dalla sperimentazione alla realtà

Qlik ha inoltre ampliato la capacità dei propri clienti di trarre vantaggio da due risorse chiave: da un lato i dati IoT precedentemente non sfruttati a livello organizzativo attraverso analisi integrate e Qlik Core, e dall’altro un maggiore utilizzo complessivo dei dati per processi decisionali più rapidi e incisivi, attraverso una migliore alfabetizzazione dei dati.

  • Qlik Core aiuta gli sviluppatori a creare nuove classi di applicazioni basate sui dati con il motore Qlik Associative per le sfide IoT e Big Data più all’avanguardia. Attraverso un modello focalizzato sullo sviluppatore e appositamente creato per il cloud, gli sviluppatori sfruttano Linux e un approccio containerizzato per il motore, insieme al supporto di API aperte e librerie open source per l’integrazione in progetti non basati su dashboard. Gli sviluppatori possono provare Qlik Core gratuitamente tramite le community di Qlik, GitHub e Docker.
  • Man mano che le organizzazioni rendono i dati più disponibili, è fondamentale che gli utenti siano in grado di leggere, analizzare e utilizzare i dati per prendere decisioni, comunicare con i dati e utilizzare tali competenze per ottenere risultati migliori. Qlik ha creato diversi programmi sull’alfabetizzazione dei dati per migliorare le prestazioni di tutti gli utenti, con quasi 20 corsi all’interno delle Continuous Classroom e il lancio della prima community mondiale di Data Literacy. Inoltre, Qlik ha commissionato il primo Data Literacy Index – uno studio che ha mostrato il vero valore aziendale della competenza nell’analisi dei dati.