Axians e Cisco migliorano la formazione dei designer

Axians e Cisco migliorano la formazione dei designer

La Nuova Accademia del Design, realtà parte dell’HDEMY GROUP, ha scelto soluzioni di videoconferenza avanzate per migliorare la qualità dei corsi online

La Nuova Accademia del Design, fiore all’occhiello dell’HDEMY GROUP, gruppo specializzato in formazione, progettazione, orientamento e comunicazione, ha scelto Axians e Cisco per migliorare la propria offerta formativa. Con sedi a Verona e a Milano, la Nuova Accademia del Design (NAD) propone corsi triennali, biennali e annuali e master annuali. Tre sono le scuole in cui l’accademia è suddivisa: l’Architectural Design School, che forma gli interior designer, la Visual Design School, che prepara professionisti in grafica e comunicazione e la Fashion Design School, per futuri specialisti nell’area della moda. «La maggior parte degli allievi – spiega Nicola Pighi, amministratore di HDEMY GROUP – ha un’età tra i 18 e i 25 anni. Sono neodiplomati che vogliono specializzarsi per meglio inserirsi nel mondo del lavoro. I frequentanti dei master hanno, invece, un’età più avanzata, tra i 25 e i 35 anni, sono persone che già lavorano, ma che desiderano accrescere le loro competenze».

FORMAZIONE DI QUALITÀ

Inizialmente, l’accademia proponeva solo corsi in aula. Oggi, invece, l’offerta è molto più vasta. Grazie ad Axians e Cisco, NAD propone anche corsi fruibili live in videoconferenza e corsi registrati, da seguire in ogni momento, supportati da un tutor. «Uno dei problemi principali, per gli studenti, era il doversi spostare per seguire i nostri corsi» – racconta Pighi. «Molti di essi, vicino a casa, trovavano solo percorsi formativi poco professionalizzanti o troppo accademici e teorici, poco spendibili nel mondo del lavoro. Spostarsi, però, significava dover fare investimenti a volte troppo onerosi. Di conseguenza, abbiamo iniziato a pensare a nuove modalità formative, per portare i nostri corsi direttamente a casa o in azienda». Dopo una fase di sperimentazione, in cui sono state provate varie piattaforme per videoconferenza, l’incontro con Axians e Cisco è stato determinante.

«Axians e Cisco ci hanno permesso di conoscere soluzioni che non comprendono solo la piattaforma e il plug-in scaricabile per attivare la videoconferenza. Axians ci ha fatto una proposta completa, con dispositivi hardware e software perfettamente integrati».

INTEGRAZIONE VINCENTE

La piattaforma WebEx for Teaching permette una migliore interazione. Studenti e docenti possono interagire, condividendo lo schermo del pc in modo totale, lavorando su uno stesso progetto in contemporanea. Axians, valorizzando i prodotti Cisco, ha creato soluzioni personalizzate per l’accademia. Dopo l’introduzione di WebEx Meeting, si è passati all’integrazione con dispositivi per consentire allo studente la condivisione del lavoro in tempo reale. «Adesso, le nostre aule sono attrezzate con schermi hi-tech interattivi a 60 pollici, telecamere 4k e microfoni con soppressione totale del rumore ambientale» – afferma Pighi.

«Molte persone che iniziano la formazione in aula si rendono conto della praticità e dell’economicità delle lezioni in videoconferenza e continuano la formazione da casa. Parecchi studenti si iscrivono direttamente in modalità videoconferenza». Axians ha fornito a NAD supporto tecnico, sostegno e collaborazione. Ha anche formato tecnici e docenti perché conoscessero al meglio le funzionalità del nuovo sistema e ottimizzassero le opportunità offerte dalla piattaforma e dai dispositivi. In futuro, il progetto potrà crescere ancora, con nuove sinergie e opportunità. La Nuova Accademia del Design può contare su centinaia di iscritti, anche all’estero. «In programma – conclude Pighi – c’è un accordo con la Camera di commercio italiana a Città del Messico, che consentirà a designer e studenti di frequentare i corsi dall’America Latina». Intanto, gli studenti che hanno seguito i corsi online hanno vinto importanti riconoscimenti a livello internazionale: «Anche questo evidenzia la validità della formazione svolta».

Leggi anche:  Modem libero: da oggi puoi scegliere il FRITZ!Box che fa per te