Campioni di innovazione

Premiate l’Agenzia Spaziale Europea, ACEA, Tinexta – Gruppo Tecnoinvestimenti e Seacoast Banking Corporation of Florida. Menzione speciale “Manager dei Dati” ad Andrea Maffeis del Comune di Bergamo per l’innovazione nella PA

Lo spirito del WeChangeIT Award è di selezionare, promuovere e dare un riconoscimento simbolico a quei progetti che hanno superato la prova di fattibilità, contribuendo in maniera determinante a scaricare a terra il potenziale di business delle imprese. Inoltre, con il Premio Speciale “Manager dei Dati”Data Manager intende valorizzare le giovani eccellenze professionali che hanno saputo innovare prodotti, servizi, processi e metodi di lavoro all’interno delle loro organizzazioni, pubbliche e private, coniugando capacità manageriali, creatività e scienza dei dati. La procedura di selezione è stata condotta dalla direzione e dalla redazione di Data Manager sulla base delle segnalazioni ricevute nel corso dell’anno e delle informazioni pubbliche dei candidati.

Virtualizzazione dei dati

Per il progetto di data warehouse logico nel settore Finance, Denodo si è distinta per aver aiutato Seacoast Banking Corporation of Florida a raggiungere l’obiettivo di autosufficienza delle informazioni e analisi dei dati, superando l’ostacolo di trovare e accedere ai dati necessari, e generando un impatto positivo sulle attività quotidiane e le decisioni di business. Seacoast ha utilizzato la virtualizzazione dei dati per implementare un ambiente logico di data warehouse, combinando i dati di vari silos per accedere facilmente ai dati tramite API, servizi Web e strumenti di reporting.

Architettura e servizi cloud

Premiata Orange Business Services (partner del Consorzio Airbus) per aver fornito i servizi cloud nell’ambito del progetto Copernicus dell’Agenzia Spaziale Europea con l’obiettivo di incrementare l’uso dei dati di osservazione della Terra. Copernicus è il programma di global monitoring che ha l’obiettivo di migliorare la gestione dell’ambiente, comprendere gli effetti dei cambiamenti climatici e garantire la sicurezza civile. Il DIAS (data and information access service) è stato istituito per supportare il programma Copernicus, rendendo questi dati liberamente disponibili attraverso un’architettura di cloud computing.

Leggi anche:  Comau, la nuova cultura del lavoro

Connettività ultra-broadband

Il riconoscimento in ambito reti va a Retelit per aver fornito al Gruppo Tecnoinvestimenti (adesso Tinexta) il servizio di connettività ultra-broadband dedicata, con connessioni fino a 40Gbps a bassissima latenza, assicurando la replica dei dati in tempo reale. Tinexta è tra gli operatori leader in Italia nelle aree di business Digital Trust, Credit Information & Management e Innovation & Marketing Services. Fondamentale per il Gruppo è poter contare su un’infrastruttura all’avanguardia in grado di garantire la condivisione sicura e veloce delle informazioni tra le varie società del Gruppo e InfoCert.

Big data platform

In ambito Energy/Utility, il premio va a Talend per aver supportato Acea, multiservizi attiva nella gestione e nello sviluppo di reti e servizi nei settori dell’acqua, dell’energia e dell’ambiente, nella realizzazione di un sistema unico di rappresentazione e consolidamento delle informazioni con l’obiettivo di integrare in un unico data lake tutte le informazioni necessarie per generare una visione globale dell’organizzazione, razionalizzando e certificando il patrimonio informativo, migliorando l’utilizzo degli strumenti analitici già disponibili e identificando KPI innovativi per il business.

Digital transformation nella PA

Il Premio Speciale “Manager dei Dati” 2019 va ad Andrea Maffeis, responsabile del sistema informativo territoriale e statistica del Comune di Bergamo, per il contributo originale alla definizione di un approccio di processo e data driven, che ha portato allo sviluppo del sistema informativo geografico nell’ambito della trasformazione del portale polifunzionale del Comune di Bergamo. Andrea Maffeis ha svolto un ruolo complesso, a metà strada tra il data scientist e il CIO, dimostrando che il cambiamento nella Pubblica Amministrazione non solo è possibile ma è strettamente collegato alle competenze e al commitment delle persone.

Leggi anche:  Robotica e digital transformation. Capire il cambiamento

Andrea Maffeis

Laureato in Ingegneria per l’ambiente e il territorio al Politecnico di Milano, 37 anni, ha collaborato, in qualità di assegnista di ricerca, con un dipartimento dello stesso ateneo occupandosi di GIS, Database Topografici e controlli di qualità di dati geografici. Dal 2009, è funzionario del Comune di Bergamo dove ha curato la realizzazione del geoportale comunale e del portale di servizi online della direzione Territorio. Impegnato nello sviluppo di progetti per l’integrazione di mappe e dati geografici, nel corso del tempo si appassiona anche a tematiche innovative riguardanti e-government, digitalizzazione, servizi digitali e open data. Nel 2018 ha conseguito un master in ICT Management presso l’Università Bicocca. Attualmente, è responsabile del Servizio Sistema Informativo Territoriale e Statistica del Comune di Bergamo.