Google continuerà a utilizzare i nomi di dolci per Android

Google continuerà a utilizzare i nomi di dolci per Android

Per anni Big G ha associato Android a nomi di dolci e torte: dalla versione 10 non sarà più cosi ma internamente il trend proseguirà

All About Android ha rivelato. durante un’intervista con il vicepresidente Android Dave Burke e l’ingegnere del software Dan Sandler, che Google continuerà a usare nomi di dolci per le versioni del sistema operativo mobile. Lo farà solo internamente, lasciando al pubblico e alle release la numerazione e questo è un fatto.

Google ha scioccato tutti con l’annuncio che le future versioni dell’OS sarebbero state identificate da un numero, non da un nome, con Android Q che diventerà semplicemente Android 10. Ciò, ovviamente, pone la domanda: come sarebbe stato chiamato Android Q? Tutti che era un compito arduo trovare qualcosa di originale per ogni aggiornamento e i risultati dimostrano esattamente perché Google ha scelto di porre fine alla sua strategia.

Pare che fosse davvero complesso dare un nome a Q universalmente riconosciuto. Ad esempio Quality Street (una scatola di cioccolatini UK) e Quince (torta alle mele americana), non sono così identificabili fuori dai paesi basati sulla tradizione, non come un classico Ice Cream oppure un Kit Kat. Già Nougat poneva delle difficoltà, ad esempio.

Il nome dei dolci verrà usato dai team interni, che potranno così continuare a chiamare le release con una nomenclatura popolare ma comunque limitata. Probabilmente, a Google non era nemmeno venuta in mente una partnership degna della lettera. Android KitKat era conosciuto internamente come Key Lime Pie prima che arrivare un accordo di marketing con Nestlé.

Leggi anche:  E' online il nuovo portale della Regione Piemonte