Check Point annuncia una sicurezza cloud integrata per Kubernetes e i servizi cloud Serverless

La sicurezza del Cloud: distinguere la realtà dalla finzione

Check Point CloudGuard offre funzionalità integrate di Cloud Security Posture Management per i servizi di cloud computing più diffusi

Check Point Software Technologies annuncia di aver esteso le capacità della sua piattaforma di sicurezza cloud CloudGuard per supportare i servizi Kubernetes, incluso Amazon Elastic Kubernetes Service (Amazon EKS) e Amazon Elastic Container Service (Amazon ECS). CloudGuard fornisce inoltre capacità di sicurezza aggiuntive per le soluzioni di computing Serverless di Amazon Web Services (AWS), inclusi AWS Lambda e i relativi servizi quali AWS Fargate, Amazon API Gateway, Amazon DynamoDB e Amazon Kinesis.

Con la recente acquisizione di Protego, azienda che fornisce sicurezza serverless, Check Point conferma ulteriormente la sua visione garantendo una sicurezza coerente e completa per qualsiasi carico di lavoro aziendale in qualsiasi servizio cloud.

In una ricerca del 2019, l’87% degli intervistati utilizzava tecnologie container, un numero in crescita rispetto al 55% del 2017. Serverless è il servizio cloud esteso in più rapida crescita, con una crescita del 50% nel 2018. Tuttavia, la rapida adozione di queste tecnologie crea sfide per le organizzazioni nell’ottenere visibilità e nell’applicazione di una sicurezza e una conformità coerenti in tutte le implementazioni cloud. Ciò aumenta il rischio di configurazioni errate e lacune nella sicurezza, che espongono le organizzazioni al rischio di violazioni dei dati e attacchi informatici.

Grazie a CloudGuard, i clienti possono garantire che le proprie configurazioni Kubernetes siano continuamente conformi alle linee guida di sicurezza dei container stabilite, come CIS Kubernetes Benchmarks o NIST 800-190. Questa nuova funzionalità completa l’attuale capacità di CloudGuard di proteggere il traffico tra Kubernetes, e le risorse on-premise o nel cloud utilizzando IPsec VPN. La nuova funzione di scansione del codice Serverless Code Scanning di CloudGuard rileva, avvisa e corregge i rischi per la sicurezza e la conformità in un ambiente Serverless.

Leggi anche:  Cisco 2020 CISO Benchmark Study: crescono gli investimenti in tecnologie per la sicurezza del cloud e per l'automazione

“Indipendentemente da quale risorsa cloud le aziende scelgono, è fondamentale che abbiano una visibilità e un controllo completi su di esse per soddisfare Cloud Workload Protection (CWPP) e Cloud Security Posture Management (CSPM)”, ha dichiarato Zohar Alon, Head of Cloud Products di Check Point. “Questi miglioramenti in CloudGuard, inclusa la recente acquisizione di Protego, offrono potenti funzionalità CSPM e CWPP per l’intera implementazione del cloud aziendale, analizzando continuamente, rilevando eventuali errori di configurazione o problemi di sicurezza e correggendoli. In questo modo le organizzazioni possono sfruttare appieno l’agilità del cloud senza compromettere la propria sicurezza.”