NFON a supporto di oltre 160 psicoterapeuti nella consulenza telefonica

NFON a supporto di oltre 160 psicoterapeuti nella consulenza telefonica
Ascolta l'articolo

NFON AG mette a disposizione Cloudya a sostegno di un importante progetto avviato dall’Associazione Provinciale per la Psicoterapia di Vienna per offrire un valido supporto durante l’emergenza

Un aiuto semplice e decentralizzato

NFON AG, l’unico provider di servizi cloud PBX paneuropeo, collabora con l’Associazione Provinciale per la Psicoterapia di Vienna (WLP = Wiener Landesverband für Psychotherapie) per offrire assistenza personale agli abitanti dell’area metropolitana di Vienna nonostante le forti restrizioni, grazie all’utilizzo di Cloudya, il sistema di telefonia in cloud di NFON. Dal lancio della linea di assistenza (Psychotherapy Helpline), oltre 750 persone che stanno vivendo una situazione di difficoltà psicologica hanno ricevuto supporto durante l’emergenza coronavirus. L’utilizzo di Cloudya al WLP mette in luce i vantaggi offerti dalle soluzioni in cloud: pronte all’uso e scalabili in 24 ore, facili da usare e altamente disponibili. “Siamo davvero orgogliosi di poter offrire il nostro sostegno a questo straordinario progetto che sta coinvolgendo Vienna, città delle tre principali scuole di psicoterapia viennesi alle quali Sigmund Freud, Alfred Adler e Victor A. Frankl hanno dato origine, fornendo un accesso facile e veloce agli strumenti necessari per l’home-office e agevolando il lavoro da dispositivi mobile anche in queste situazioni. Grazie alla tecnologia in cloud diamo un valido aiuto in un periodo eccezionale, ma continueremo a farlo anche nel momento più importante, ovvero la fase post emergenza”, ha commentato Hans Szymanski, Chief Executive Officer e Chief Financial Officer di NFON AG.

Cloudya favorisce il contatto durante la crisi

Attualmente, più di 160 psicoterapeuti lavorano per la Psychotherapy Helpline del WLP, mentre altri 100 professionisti sono in lista di attesa. Le persone possono ricevere assistenza telefonica gratuita da uno degli psicoterapeuti qualificati ogni giorno dalle 8:00 alle 22:00 “per una consulenza professionale in una situazione stressante durante l’emergenza coronavirus per coloro che, ad esempio, non riescono a gestire la solitudine dovuta all’isolamento sociale o a conciliare in maniera serena la vita familiare con il lavoro da remoto o la didattica online. L’assistenza è utile anche quando le dispute tra conviventi sono sempre più intense o per far fronte alla monotonia”, afferma Leonore Lerch, Presidente del WLP. “È necessario un sostegno immediato per prevenire lo stress cronico o quello psicologico. Questa situazione sta mettendo a dura prova il senso di sicurezza di molte persone. L’impatto della crisi sulla salute mentale sarà oggetto di studio per molto tempo”. Gli psicoterapeuti operano grazie a Cloudya, sistema di telefonia in cloud utilizzabile da qualsiasi dispositivo o in qualunque luogo, e consente di effettuare conversazioni tramite browser da Mac o PC o dall’app Cloudya qualora si utilizzi uno smartphone (sia iOS sia Android). Il numero di estensioni originariamente esistente, già in uso presso il WLP prima della pandemia da Covid-19, è stato quintuplicato per la Psychotherapy Helpline!

Leggi anche:  Il Gruppo Lutech supporta le aziende nel processo di transizione verso il multicloud

Pietra miliare della digitalizzazione

Hans Szymanski conclude: “Questo progetto rappresenta un modello valido per tutte le aziende, ben oltre i confini dell’Austria. In retrospettiva, il 2020 sarà ricordato come una pietra miliare della digitalizzazione. Tutti noi possiamo dare un contributo al futuro dell’Europa, le tecnologie in cloud si sono finalmente affermate e stanno diventando indubbiamente indispensabili”.