we.trade rafforza la collaborazione con IBM

Basata sulla piattaforma IBM Blockchain, we.trade è supportata da alcune primarie banche mondiali, tra cui anche Unicredit
Ascolta l'articolo

Basata sulla piattaforma IBM Blockchain, we.trade è supportata da alcune primarie banche mondiali, tra cui anche Unicredit

we.trade, piattaforma basata su tecnologia blockchain che consente di effettuare transazioni bancarie internazionali in modo più efficiente e veloce, annuncia di aver rafforzato la collaborazione con IBM per potenziare il network e favorire la disponibilità della piattaforma a livello globale. IBM è inoltre entrata a far parte del network, in qualità di azionista, andando ad aggiungersi ai 12 istituti bancari fondatori della piattaforma.

Progettata per migliorare il processo di erogazione degli strumenti di trade finance e garantire il supporto alle aziende in fase di crescita ed espansione verso nuovi mercati, we.trade si è affermata tra le più grandi reti commerciali basate su tecnologia blockchain. Recentemente ha registrato un’ulteriore crescita, anche grazie alla maggiore propensione alla digitalizzazione dei processi da parte dalle aziende.

Oggi più che mai è fondamentale migliorare l’accesso agli strumenti di trade finance per agevolare la ripresa economica a livello globale. La sospensione di servizi che si avvalgono di metodologie di trade finance tradizionali, dà impulso alla digitalizzazione del settore e favorisce la diffusione di piattaforme in grado di digitalizzare i classici processi manuali, come l’apposizione di firme, la sottoscrizione di contratti e di accordi finanziari.

Da luglio 2020, we.trade estenderà i propri servizi ad altri istituti bancari e clienti in tutta Europa per poi avviare il processo di espansione globale a partire dall’Asia. Contemporaneamente, we.trade rafforzerà il proprio impegno a favore di una sempre maggiore interoperabilità con altri network finanziari ledger-based. Esemplificativo l’ultimo accordo concluso con eTradeConnect, piattaforma di trade finance basata sulla tecnologia blockchain con sede a Hong Kong, costituita da 12 banche asiatiche.

Leggi anche:  DXC Technology supporta WomenHack

“Nessun’altra piattaforma ledger-based si è attivata così velocemente per offrire valore alle organizzazioni partner e ai rispettivi clienti”, ha affermato Ciaran McGowan, CEO di we.trade. “Il riscontro positivo dei nostri partner evidenzia l’importanza di continuare a investire per estendere la disponibilità della piattaforma a un numero sempre crescente di organizzazioni”.

Basata sull’ultima versione della piattaforma IBM Blockchain we.trade è supportata da alcune primarie banche mondiali, tra cui Caixa Bank, Deutsche Bank, Erste Group, HSBC, KBC, Nordea, Rabobank, Santander, Société Générale, UBS e Unicredit. we.trade è progettata per favorire l’incontro tra domanda e offerta, nonché la connessione con banche, assicurazioni e organizzazioni logistiche all’interno di un unico network, semplificando le transazioni internazionali.

In questo modo, we.trade favorisce l’automazione dei processi finanziari e garantisce accesso a servizi assicurativi, di rating del credito e logistici. Una volta entrati nel network, gli operatori finanziari possono inoltrare ordini e gestire l’intero processo, incluso il pagamento, e ottenere finanziamenti. Inoltre, we.trade permette di individuare nuovi partner commerciali all’interno del network.

Nell’ultima ricerca condotta dall’IBM Institute for Business Value su oltre 1.000 organizzazioni in tutto il mondo, gli intervistati hanno affermato che la scelta di unirsi ad una piattaforma blockchain come we.trade potrebbe essere funzionale all’ingresso in nuovi mercati. Il 64% degli intervistati ha poi indicato che la riduzione delle complessità negli attuali processi e servizi ha favorito l’utilizzo della tecnologia blockchain con l’obiettivo di incrementare gli investimenti in ambito digital nel settore finanziario.

“La strategia di we.trade e IBM mira a promuovere la crescita e la trasparenza nell’intero ecosistema, a migliorare l’efficacia della rete blockchain e ad ampliare l’accesso alle transazioni finanziarie e ad altri servizi sul mercato”, ha affermato Jason Kelley, GM Blockchain Services, IBM.

Leggi anche:  Centro Computer potenzia i servizi e cresce a due digit

“La tecnologia innovativa e la nuova politica tariffaria permetteranno a un numero sempre maggiore di banche di allinearsi ai controlli interni di produzione, attraverso servizi cloud. Inoltre, we.trade punta a supportare le banche nella creazione di nuove opportunità finanziarie sicure ed ad espandere le proprie attività in tutto il mondo attraverso una connessione sempre più stretta con altre piattaforme”.