Facebook introduce nuove impostazioni sulla privacy per Messenger

Facebook introduce nuove impostazioni sulla privacy per Messenger
Ascolta l'articolo

Mentre è ufficiale la funzione “App Lock”, presto si potrà decidere chi può inviarci messaggi e foto

Facebook Messenger ha dato il benvenuto a nuovi controlli sulla privacy che permettono agli utenti di limitare chi, contatti e non, possono inviare loro dei messaggi. L’app ha già cominciato a testare le impostazioni che consentono di aprire, o meno, alla ricezione sia di testo che di chiamate e videochiamate, con una sorta di black list che dovrebbe funzionare in maniera simile a come si imposta la privacy delle persone che hanno accesso ai post condivisi sul social network. La società osserva che le funzionalità sono simili a quelle offerte da Instagram, che ha aggiunto controlli più dettagliati per la messaggistica a dicembre.

Cosa cambia su Facebook Messenger

La piattaforma cardine di Mark Zuckerberg sperimenterà anche una funzione che sfoca automaticamente le immagini inviate da utenti che non sono già nostri amici su Facebook, presumibilmente perché è più probabile che si tratti di spam o contenuti inappropriati. Messenger sta inoltre rendendo ufficiale la sua funzione di “App Lock”: l’aggiornamento aggiunge un ulteriore livello di sicurezza alle chat, consentendo agli utenti di richiedere l’autenticazione del viso o delle impronte digitali prima di accedere ai messaggi.

Già disponibile su iOS, lo sarà presto su Android. Intanto, debuttano le dirette fino a 50 partecipanti su Rooms. Nel giro di poco, si avrà la possibilità di condividere la trasmissione su un Profilo, una Pagina o anche un Gruppo, in pratica, l’opzione apre all’accesso al live a più di tre partecipanti, necessità che finora richiedeva l’utilizzo di un software di terze parti, come Zoom. Sarò l’host della diretta a decidere dove la conversazione verrà condivisa e invitare, o rimuovere, altri partecipanti.

Leggi anche:  Amazon Music: da oggi lo streaming gratuito