Bitcoin entra in Paypal: è svolta

Il gigante dei pagamenti accetterà la crypto-moneta. Così potrà cambiare il futuro della nuova economia digitale

La storia dei Bitcoin è costellata di grandi successi e pesanti cadute. Negli ultimi mesi il destino della moneta del web pareva ormai segnato. Dopo il fallimento della grande banca MTGox.com, che ne gestiva parte del traffico in Oriente, altre piattaforme hanno chiuso i battenti, facendo crollare il valore nominale della valuta. Lasvolta potrebbe essere rappresentata dalla futura integrazione dei Bitcoin all’interno di PayPal per il pagamento delle transazioni effettuate all’interno della piattaforma. Si tratta della seconda spinta in poco tempo all’economia della crypto-moneta dopo che la Federal Election Commission degli Stati Uniti ha approvato l’utilizzo dei Bitcoin per le donazioni elettorali.

E-commerce crittografato 

L’arrivo dei Bitcoin su Paypal non è ancora ufficiale. A rivelarlo è il Wall Street Journal che ha fiutato l’esclusiva e l’ha raccontata ai suoi lettori. Sarebbe stato John Donahoe, CEO di eBay, a spifferare il progetto di Paypal di integrare, all’interno delle modalità di pagamento, anche Bitcoin. Non a caso proprio Donahoe, con il suo eBay, ha reso possibile il pagamento con Bitcoin per alcune transazioni che avvengono sul sito di e-commerce, ma solo per alcune categorie (“Annunci”) e in certi paesi (come il Regno Unito).

Leggi anche:  Comportamenti d’acquisto post Covid-19: il boom per l’e-commerce resterà