QlikView, la BI più user friendly secondo “BI Survey 8”

QlikView ottiene il primo posto in termini di velocità di query, benefici raggiunti, disponibilità dei clienti ad acquistare di più e minori costi di consulenza

QlikTech, il vendor BI in più forte crescita al mondo, ha registrato un punteggio eccezionale nell’ultimo sondaggio "BI Survey 8", il più esteso studio mai condotto sugli utenti di soluzioni di Business Intelligence e Performance Management, realizzato a cura di Business Application Research Center. QlickTech si è aggiudicata il primo posto dimostrando semplicità d’uso e fedeltà della clientela.

Lo studio ha dimostrato che i clienti di QlikTech sono complessivamente i più fedeli, un aspetto ritenuto fra i più rilevanti da parte dei vendor come testimoniato da Nigel Pendse, autore della ricerca: "Il fatturato proveniente dal mantenimento delle relazioni con i clienti e dalla vendita di nuove licenze risulta molto più redditizio rispetto alla stipula di nuovi contratti. Ecco perché la maggior parte dei vendor dedica grande impegno a questo riguardo".

QlikTech ha ottenuto la prima posizione nelle seguenti aree:
-Semplicità d’uso per gli utenti finali: citata dal 56% degli intervistati relativamente a QlikView (livello più alto), rispetto a un limitato 6% per SAP BI/BW e un 13% per Microsoft.

-Rapidità di prestazioni in fase di query: elemento essenziale per gli acquirenti di QlikView, rispetto a un 1% per SAP e a un 2% per Crystal Reports.

-Capacità di produrre benefici: QlikTech è stato citato dagli intervistati in quanto vendor con il più esteso Business Benefit Index (BBI), uno strumento di calcolo complessivo utilizzato per mettere a confronto una miriade di fattori esaminati nel sondaggio, spaziando da funzioni di reporting più accurate o più rapide fino a una riduzione dei costi e delle risorse umane.

Leggi anche:  SAS Viya, la democratizzazione degli analytics

-Predisposizione ad acquistare nuove licenze QlikView: questo valore ha registrato il gap positivo più elevato (la differenza fra coloro che prevedono e non prevedono di acquistare ulteriori postazioni) pari al 50%. Il gap positivo medio generale è risultato il più basso mai registrato in questo sondaggio.

-Spesa minima per i servizi di consulenza: gli utenti QlikView hanno riferito una spesa media esterna di 8.500 dollari; una cifra che con SAP (BI/BW) tocca i 500.000 dollari, con Cognos i 127.000 dollari e con BO i 115.000 dollari.

“In tutto quello che facciamo, l’esperienza dell’utente viene al primo posto. È gratificante quindi ricevere questo genere di riscontro oggettivo che testimonia il nostro sforzo", ha commentato Lars Bjork, CEO di QlikTech. “Da sempre riteniamo che, se durante lo sviluppo di un prodotto si tiene conto di quella che sarà l’esperienza dell’utente, la semplicità di utilizzo e la soddisfazione del cliente saranno garantiti. Essere una società indipendente di Business Intelligence che non deve integrarsi con piattaforme che potrebbero penalizzare il risultato ci permette di trarre grandi vantaggi dalla nostra attività”.

Giunto alla sua ottava edizione, il "BI Survey" condotto da Nigel Pendse è un rapporto annuale basato sui più importanti utilizzatori mondiali di Business Intelligence (BI) e Performance Management (PM). L’analisi ha coinvolto più di 3.200 utilizzatori di soluzioni di BI e di performance management.

Lo studio "BI Survey 8" mette in luce i criteri in base ai quali le imprese selezionano i prodotti di BI, come li utilizzano e con quali risultati. Mette inoltre a confronto i prodotti leader di mercato in base a una serie di funzioni e di caratteristiche, come ad esempio le performance, la scalabilità e il supporto da parte del vendor. A differenza di molti altri studi, non è sponsorizzato da alcun vendor, mantenendo e garantendo la totale indipendenza sul fronte delle valutazioni e dei giudizi assegnati.

Leggi anche:  Qlik presenta Qlik Sense Business